NAPOLISPIA! - FRANCESCA SCARPATO, FASCINOSA EX LEADER CAMPANA (E RENZIANA) DEI GIOVANI DEMOCRATICI, "FOLGORATA" DALLA PROPOSTA POLITICA DI MATTEO RICHETTI - DE LUCA PRONTO A SOSTENERE MINNITI - COSA NON SI FA PER LO SCUDETTO: DE MAGISTRIS DISPOSTO A UNA CENA CON SALVINI IN CASO DI TRICOLORE AL NAPOLI - FITTO VUOLE RIENTRARE IN “FORZA ITALIA” MA IL PARTITO NON HA DIMENTICATO LE SUE…

-

Condividi questo articolo

francesca scarpato e matteo richetti francesca scarpato e matteo richetti

Carlo Tarallo per Dagospia

 

1. L’importanza di chiamarsi Matteo. Francesca Scarpato, fascinosa ex leader campana dei Giovani Democratici, in passato fan sfegatata di Matteo Renzi (se ne occupò anche Napolispia) è stata letteralmente folgorata sulla via di Damasco, anzi di Matteo Richetti. La Scarpato rivolge a Richetti, candidato alle primarie del Pd, dei post su Facebook intrisi di lirica passione (politica, naturalmente), e ha festeggiato al Senato, con il suo nuovo idolo politico, anche l’onomastico (naturalmente con selfie d’ordinanza).

francesca scarpato e matteo richetti francesca scarpato e matteo richetti

 

Richetti pochi giorni fa ha cannoneggiato il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, e così la Scarpato si è beccata la dura reprimenda dei Giovani Dem di Salerno: “È così curioso - recita una nota pubblicata sul profilo Facebook dei Gd salernitani -  a tratti tragicamente comico, notare come si erge a maestro di etica proprio chi, nei suoi anni di attivismo politico, ha mostrato fidelizzazioni più disparate. Una giovane dall’attivismo decennale che tramite folgorazione ha riscoperto nuovi amori e abbandonato passioni sportive”.

 

IL DITO MEDIO DI VINCENZO DE LUCA AI GRILLINI IL DITO MEDIO DI VINCENZO DE LUCA AI GRILLINI

2. A proposito di Vincenzo De Luca: avvertite Nicola Zingaretti che se davvero Marco Minniti si candiderà alle primarie del Pd, “’o sceriffo” lo sosterrà a suon di fritture di pesce. Tra Minniti e De Luca il legame è solidissimo, e non è un caso che il pelato del Pd che piace alla destra per le sue politiche sull’immigrazione è stato eletto a Salerno.

 

salvatore raoul licciardi salvatore raoul licciardi

3. Altro che Report! Se volete capire quello che sta succedendo nella curva sud della Juventus, non dovete fare altro che seguire le spassosissime dirette Facebook di Salvatore Raoul Licciardi. Chi? Direte voi. Salvatore, detto Sasà, è il frontman dei True Boys, gruppo di tifosi assai caldi della Juventus, attivi tra Napoli e la Germania.

 

salvatore raoul licciardi salvatore raoul licciardi

I True Boys hanno chiesto al gruppo Tradizione, uno di quelli che contano in curva, di non cantare più il coro “Lavali col fuoco”, per rispetto ai napoletani che tifano Juve, evitando così anche la chiusura del settore per discriminazione territoriale. Il gruppo Tradizione se ne è fregato e ha addirittura “espulso” i True Boys dalla curva.

 

Apriti cielo! Sasà l’ha presa male e ha iniziato a insultare i Tradizione e il loro leader, Umberto Toia, del quale ha anche mandato in onda una telefonata registrata con lui, nella quale, manco a dirlo, lo ricopre di offese. Sasà, che sottolinea di non essere un ultras, sputtana ogni giorno i Tradizione, attraverso dirette (che lui chiama “’a live”) spassosissime e seguite ormai da migliaia di persone.

 

luigi de magistris canta a radio rock sui migranti luigi de magistris canta a radio rock sui migranti

Sasà da Casalnuovo alterna momenti di vera comicità a insulti terrificanti, continua ad invitare i suoi avversari ad andarlo a trovare per dirgli di persona cosa pensano di lui, ed è diventato una star del web. La prova della verità ci sarà alla prossima partita in casa della Juventus. Secondo quanto deciso dai Tradizione, i True Boys dovrebbero essere tenuti fuori dalla curva. Sasà la pensa in maniera diversa. Chi la spunterà? Ah saperlo…

 

4. “Se in cambio dello scudetto del Napoli sarei disposto ad andare a cena con Salvini, per fare un fioretto? Se il Napoli si conquistasse lo scudetto sul campo, come io credo, allora potrei andare a fare anche una cena con Matteo Salvini. La gioia della vittoria copre ogni cosa”.

 

RAFFAELE FITTO E IL SIMBOLO DEL SUO MOVIMENTO RAFFAELE FITTO E IL SIMBOLO DEL SUO MOVIMENTO

Giggino ’a manetta fa outing: ospite del programma di Rai Radio1, Un Giorno da Pecora, condotto da Giorgio Lauro e Geppi Cucciari, il narcisindaco di Napoli fa il nodo alla bandana e promette di cenare con il suo acerrimo avversario, Matteo Salvini, se il Napoli dovesse vincere il campionato.

 

Giggino, però, è ancora un nostalgico di Maurizio Sarri, e alla domanda su chi preferisce tra l’ex tecnico azzurro e Carlo Ancelotti risponde così: “Sarri. E’ il Comandante e io sono il sub comandante. Ancelotti è una brava persona, che sta dimostrando di essere un grande allenatore, ma è qui da poco, non si può fare il paragone”.

 

Avvertite il subcomandante che Ancelotti, oltre ad essere “una brava persona”, è anche uno degli allenatori più titolati al mondo, e il suo Napoli sta facendo faville. Vuoi vedere che De Magistris non sopporta Ancelotti in quanto, per un interista d’origine come il sindaco di Napoli, l’idolo dei tifosi del Milan sarà sempre un avversario?

 

forza italia contro raffaele fitto forza italia contro raffaele fitto

5. Dicono che Raffaele Fitto stia facendo il diavolo a quattro per tornare in Forza Italia, e che stia tempestando di telefonate Niccolò Ghedini per convincere Silvio Berlusconi a riaccoglierlo ad Arcore. Purtroppo per Fitto, però, all’interno del partito azzurro un suo eventuale ritorno fa storcere il naso a molti, anzi a troppi, che ricordano gli attacchi rivolti a Berlusconi da Fitto negli anni scorsi. Non a caso, sui social circola un manifesto che non lascia spazio a interpretazioni, firmato Forza Italia città di Lecce. “Forza Italia non è un taxi, Fitto non ti vogliamo!”.

francesca scarpato e matteo richetti 4 francesca scarpato e matteo richetti 4 francesca scarpato e matteo richetti 3 francesca scarpato e matteo richetti 3

 

 

Condividi questo articolo

politica