RENZI, STAI SERENO - SCALFARI: ‘’IL PD PUGNALÒ LETTA E QUANDO SI PASSARONO IL CAMPANELLO LO DIEDE A RENZI GUARDANDO DALLA PARTE OPPOSTA” – LO SPIRITOSO RENZI: “SIA MESSO A VERBALE IL MIO DISSENSO” – EU-GENIO: “GENTILONI? SE MATTARELLA NON TROVERÀ UN CANDIDATO CHE PRENDE LA MAGGIORANZA GOVERNANTE, FARÀ QUELLO CHE NAPOLITANO HA FATTO CON TRE PRESIDENTI DEL CONSIGLIO: LO SCEGLIERÀ LUI. COME FECE CON MONTI CHE NON ERA UN POLITICO, MA UN TECNICO”

-

Condividi questo articolo

Silvio Buzzanca per la Repubblica

 

RENZI SCALFARI RENZI SCALFARI

 ‘’Il Pd pugnalò Letta e quando si passarono il campanello lo diede a Renzi guardando dalla parte opposta » , dice Eugenio Scalfari.

«Sia messo a verbale il mio dissenso » , replica subito Matteo Renzi.

Il siparietto fra il fondatore di Repubblica e l' ex premier va onda a Di Martedì, il programma di Giovanni Floris su La 7.

 

Lo scambio di opinioni è innescato da Floris che ad un certo punto chiede a Scalfari «se Gentiloni potrà fare il presidente del Consiglio dopo il 4 marzo » . L' ex direttore di Repubblica risponde che « Mattarella esaminerà tutti i gruppi parlamentari. Non troverà un candidato che prende la maggioranza governante, se non la prende farà quello che Napolitano ha fatto con tre presidenti del Consiglio: lo sceglierà lui. Come fece con Monti che non era un politico, ma un tecnico».

 

LA STRETTA DI MANO TRA ENRICO LETTA E MATTEO RENZI LA STRETTA DI MANO TRA ENRICO LETTA E MATTEO RENZI

«Quando Monti decise di fondare lui un suo partito e lasciò la carica, - prosegue Scalfari - Napolitano fece la stessa cosa di prima, chiamò un uomo di sua fiducia, una fiducia politica perché Enrico Letta era un politico, era un uomo del Pd».

 

A questo punto Scalfari riassume gli eventi di quegli anni, quelli dello "stai sereno Enrico", il famoso tweet di Renzi che mirava ad assicurare lealtà e sostegno a Letta. Invece, ad un certo punto, la Direzione del Pd, controllata da Renzi, sfiduciò Letta e indicò proprio Renzi come nuovo presidente del Consiglio. E qui Scalfari evoca quella scena dello scambio delle consegna della campanella.

mattarella napolitano mattarella napolitano

Il fondatore di Repubblica torna poi sulla preferenza a Berlusconi in un ipotetico duello con Di Maio e ribadisce con forza: « Io Berlusconi non lo voterò mai, mai».

 

MATTARELLA GENTILONI MATTARELLA GENTILONI

« Il mio obiettivo è arrivare primo, come Ugo Tognazzi e Vianello che facevano la gag " Mamma, sono contento di essere arrivato uno"», ha spiegato Renzi. «Questi sono i 10 giorni decisivi, conta il voto dei tanti indecisi che vorrebbero sapere dei contenuti concreti. Con Paolo Gentiloni non c' è nessuna divisione, c' è un ruolo diverso, abbiamo due stili profondamente diversi. Gentiloni dice che non siamo due gocce d' acqua, è così » . Infine, un accenno al referendum del 2016. «Ho sbagliato diverse cose, se perdi un referendum hai sbagliato».

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

IMMERSO NELLE PROFONDITÀ MARINE, UNA DELLE ULTIME COSE CHE UN SUB PUÒ PENSARE DI TROVARE È...UN FIUME - MA QUESTO È ESATTAMENTE CIÒ CHE ATTENDE COLORO CHE HANNO IL CORAGGIO DI TUFFARSI NEL CENOTE ANGELITA, IN MESSICO - LA VISTA È INQUIETANTE: UN FIUME CHE SCORRE NEL MEZZO DI UNA GROTTA, CON ALBERI CHE EMERGONO DALLA SUPERFICIE

Il fenomeno può essere visto solo da sub estremamente esperti che possono esplorare le profondità di una fossa profonda 64 metri. Per coloro che non hanno la possibilità di scendere così in profondità, ci sono le immagini e il video…

politica

business

cronache

sport

cafonal