LA RUSSA, A NOI! - “GOVERNO FASCISTA? COMPLIMENTI CHE NON MERITA. VOLETE FAR RIGIRARE NELLA TOMBA MUSSOLINI?” – L’EX MINISTRO, OGGI SENATORE DI FRATELLI D’ITALIA, PARLA DELLE CRITICHE CHE ALCUNI RIVOLGONO A QUESTO ESECUTIVO, GIUDICATO TROPPO DI DESTRA E SU SALVINI DICE: “A QUALCUNO RICORDA IL DUCE, A ME NO”

-

Condividi questo articolo

Da Un Giorno da Pecora

 

la russa la russa

“Se questo è un governo fascista? Complimenti che non merita...” A Un Giorno da Pecora Rai Radio1 Ignazio La Russa, senatore di Fratelli d'Italia e vicepresidente del Senato, risponde così alla domanda dei conduttori Lauro e Cucciari sulle critiche che alcuni rivolgono a questo esecutivo, giudicato troppo di destra. “Poi dipende - ha proseguito il senatore - cosa si intende per fascismo: se si intende poca democrazia o le leggi razziali, allora non sono fascista.

CONTE DI MAIO SALVINI CONTE DI MAIO SALVINI

 

Se si intende amor di patria o difendere l'ambiente in maniera seria invece è un'altra cosa”. Quindi ne è sicuro: questo governo non è fascista. “Questo è un governo fascista? Volete far rigirare nella tomba Mussolini...” Qualcuno dice che Salvini, con i suoi atteggiamenti, ricorda un po' il duce...”A me non lo ricorda proprio”, ha concluso a Rai Radio1 La Russa.

di maio conte salvini di maio conte salvini ignazio la russa ignazio la russa SALVINI CONTE DI MAIO SALVINI CONTE DI MAIO SALVINI DI MAIO CONTE SALVINI DI MAIO CONTE la russa la russa ignazio la russa e la cover 100 per cento milf ignazio la russa e la cover 100 per cento milf

 

Condividi questo articolo

politica

“LASCIATE CHE I MERCATI CASTIGHINO I POPULISTI ITALIANI” – IL CAPO-ECONOMISTA DI COMMERZBANK HA UN PIANO PER FAR FUORI SALVINI E DI MAIO: BRUXELLES DEVE SOLO “SFRUTTARE LE PRESSIONI CHE I MERCATI STANNO ESERCITANDO SULL’ITALIA”, CHE NON TROVANDO PIU' COMPRATORI PER I BTP DOVRÀ USARE IL PROGRAMMA “OMT” E DUNQUE SARA' COMMISSARIATA. LA LINEA, SECONDO L''ECONOMIST', E' CONDIVISA DAI PAESI DEL NORD EUROPA – MANCO OETTINGER ERA ARRIVATO A TANTO: ALMENO LUI CI VOLEVA FAR VOTARE!