SIAMO UOMINI O MEDUSE? - JENA: DI MAIO HA SCOPERTO CHE L’UOMO È FATTO DI ACQUA AL 90%, LUI ANCHE QUALCOSA IN PIÙ - GRAMELLINI: "UN ALPINO CRESCIUTO A "CICCHETTI" NON PRENDERÀ L' AFFERMAZIONE COME UN AFFRONTO?"  - IL "FATTO": E ALLORA PERCHÉ NON PENSARE IN GRANDE? NELLA PROSSIMA LEGGE DI BILANCIO SIAMO PRONTI ALLA SVOLTA: NAZIONALIZZARE PROTEINE, CARBOIDRATI E VITAMINE. E SE CI VA, PURE I TRIGLICERIDI"

-

Condividi questo articolo

di maio meduse meme di maio meduse meme

1. ACQUA

Jena per la Stampa

 

Di Maio ha scoperto che l’uomo è fatto di acqua al 90 per cento, lui anche qualcosa in più

 

2. DI MAIO, TALETE E GLI ACQUARAQUÀ

Massimo Gramellini per il Corriere della Sera

 

Anche Einstein, intervistato sei volte al giorno, avrebbe finito per dire una sciocchezza. Di Maio non è Einstein. Potrebbe esserlo, intendiamoci. Ma gliene manca il tempo, con tutto quello che ha da fare e soprattutto da dichiarare. E poi la sua, più che di una sciocchezza, ha l' aria di una clamorosa rivelazione: «Il ritorno all' acqua pubblica è un tema culturale del Paese perché l' acqua è quello di cui siamo costituiti per oltre il 90%», ha detto in tv a «Presa diretta».

 

Ora, va bene essere sovranisti, però sostenere che in Italia l' acqua deve essere pubblica perché gli italiani ne sono pieni fino alla gola, significa discriminare i diritti acquatici degli stranieri. Forse i russi sono fatti di vodka e gli esecrati francesi di champagne? E un alpino cresciuto a «cicchetti» non prenderà l' affermazione come un affronto?

luigi di maio luigi di maio

 

C' è un altro problema. La percentuale di acqua nel corpo umano (ancorché francese) è del 60%. Se fosse del 90%, come dice Di Maio, saremmo tutti meduse e Salvini potrebbe mandarci a presidiare le coste con una certa efficacia dissuasiva. I soliti prevenuti sentenzieranno che adesso Di Maio dovrà rivedere al ribasso le sue percentuali, come già sta facendo con le pensioni e il reddito di cittadinanza. E se invece fosse stata l' esosa e arida Europa ad accaparrarsi quel 30% che manca all' appello?

meduse meduse

 

Talete, primo filosofo della storia, sosteneva che l' acqua era il principio di tutte le cose. E tra Talete e l' Europa, com' è giusto, il suo collega Di Maio ha scelto Talete.

 

SIAMO UOMINI O MEDUSE?

Dal Fatto Quotidiano

 

Siamo uomini o meduse? Il dubbio è legittimo e magari se lo staranno chiedendo in tanti, se non altro dopo aver ascoltato il vicepremier Luigi Di Maio martedì sera a Presadiretta, su Rai3: "Noi siamo composti dal 90 per cento d' acqua", ha spiegato il novello Piero Angela col solito sorriso di chi la sa lunga stampato in volto.

 

luigi di maio 1 luigi di maio 1

Lontani i tempi in cui l' uomo, come farneticava Shakespeare, era fatto della stessa sostanza di cui sono fatti i sogni: oggi ci dobbiamo accontentare di essere angurie, raganelle o al massimo pomodori. L' importante è essere ben idratati. E in virtù di queste importanti novità biologiche appena introdotte dal governo del cambiamento (in realtà nel corpo umano c' è circa un 70 per cento d' acqua, al massimo l' 80 nei neonati), il ministro Di Maio è anche pronto a lanciare la prossima battaglia politica:

 

"Proprio perché ne siamo costituiti per il 90 per cento, l' acqua deve essere un bene comune che non può più essere sottoposto a logiche di profitto". Con un sillogismo così, perché non pensare in grande? Nella prossima legge di Bilancio siamo pronti alla grande svolta: nazionalizzare proteine, carboidrati e vitamine. E se ci va, pure i trigliceridi.

 

conte di maio salvini conte di maio salvini

 

luigi di maio 2 luigi di maio 2

 

Condividi questo articolo

politica