SOVRANISTI SU VENERE - L'AMORE LEGHISTA-LEPENISTA DI VINCENZO SOFO E MARION LE PEN: ''CI SIAMO CONOSCIUTI NEL 2016 QUANDO LEI PARTECIPÒ A UNO DEI CONVEGNI DELLA LEGA NAZIONALISTA. MARION SOSTIENE SALVINI E HA UN OTTIMO RAPPORTO CON GIORGETTI. MA NON VOGLIAMO PARLARE DELLA NOSTRA INTIMITÀ''

-

Condividi questo articolo

 

 

VINCENZO SOFO CON MARION E MARINE LE PEN VINCENZO SOFO CON MARION E MARINE LE PEN

Grazia Longo per la Stampa

 

«La politica è una passione che ci unisce molto, ma ovviamente c' è tutta una sfera privata che tale, mi scusi, deve rimanere. È vero, ci amiamo da un anno, anche se la scintilla è scoccata nel 2016 quando Marion venne a Milano per partecipare a uno dei convegni della Lega nazionalista che io avevo contribuito ad organizzare».

 

MARION MARECHAL LE PEN CON VINCENZO SOFO MARION MARECHAL LE PEN CON VINCENZO SOFO

Al telefono ride un po' imbarazzato per l' improvviso clamore della notizia Vincenzo Sofo, 32 anni, leghista milanese di origini calabresi, fidanzato di Marion Le Pen, nipote di Marine Le Pen, e del fondatore del Front National, Jean Marie.

 

MARION MARECHAL LE PEN CON VINCENZO SOFO MARION MARECHAL LE PEN CON VINCENZO SOFO

La foto della coppia bella, giovane e sovranista è stata pubblicata dal settimanale «Chi» diretto da Alfonso Signorini e la love story ha già fatto il giro d' Europa. «Sinceramente avrei preferito meno notorietà - ammette il giovane militante del Carroccio dal 2009 e fondatore del think tank della destra identitaria italiana "Il Talebano" in rete dal 2011 -, ma non posso nascondere l' evidenza. Siamo stati in vacanza alle Cinque Terre dopo che il 12 luglio scorso entrambi abbiamo partecipato a Liguria d' autore. Solitamente sono io a fare il pendolare con la Francia».

 

MARION LE PEN MARION LE PEN

Marion, già deputata, esponente del Rassemblement National e fondatrice della scuola di politica di destra ispirata dall' ideologo de L' Incorrect, Jacques De Guillebon, ha totalmente conquistato il cuore del leghista vicino a Salvini di cui è anch' essa estimatrice. «Anche lei, come me, è sostenitrice del sovranismo ed è felice che il ministro e vicepremier Matteo Salvini occupi un posto così di rilievo nel governo. Il successo della Lega non ha lasciato certo indifferente sia Marion sia la sua famiglia». E Salvini che dice, è contento della vostra relazione? «Guardi, sono cose nostre. Un conto è parlare dell' impegno politico comune, un altro del nostro fidanzamento».

marion marine e yann le pen marion marine e yann le pen

 

Vincenzo Sofo è laureato in economia aziendale all' Università Cattolica. Collabora con la Regione Lombardia e negli ultimi mesi si è impegnato nel settore di politiche culturali e progetti come «Mille Patrie per l' Italia» con l' obiettivo di dare vita a una rete di gruppi e movimenti che «da Nord a Sud, cooperino per promuovere iniziative politiche e culturali, per dare l' esempio di una politica che parta dal territorio e dalle idee invece che da palazzi e poltrone».

 

VINCENZO SOFO VINCENZO SOFO

L' intesa di Sofo con Salvini è tale che sul Talebano ha anticipato tutte le idee del leader della Lega (tranne la Flat Tax) poi da questi dichiarate nel congresso della Lega del 2013, quando prese in mano il partito sconfiggendo Umberto Bossi. «Marion ha instaurato ottimi rapporti anche con Giancarlo Giorgetti» prosegue Sofo. E il feeling politico con il sottosegretario alla presidenza del Consiglio risale alla convention di quasi due anni quando a Firenze venne lanciato il Fronte identitario.

 

VINCENZO SOFO VINCENZO SOFO

Chissà se la zia Marine Le Pen (sorella della madre di Marion) avrebbe mai immaginato che la luna di miele con l' Italia e la Lega sarebbe andata oltre i confini della politica. L' ideologia della probabile futura candidata della destra alle prossime presidenziali francesi ha espugnato il cuore pubblico di Salvini. Mentre la bella e bionda Marion ha fatto breccia nell' intimo di Vincenzo Sofo. E se la coppia Matteo Salvini-Elisa Isoardi infiamma l' estate italiana, c' è da scommettere che quella tra il militante leghista e la stellina populista francese farà parlare anche oltralpe.

 

VINCENZO SOFO VINCENZO SOFO

Certo, la luna di miele tra lepenisti e leghisti non poteva trovare collante migliore di una storia d' amore come questa. Politica, amore e fantasia con un esito che si disvelerà in futuro. Se si tratta di amore vero o passeggero è presto dirlo. Alla domanda su possibili nozze in vista, Sofo esita con un lungo silenzio prima di rispondere che «sono scelte private» . E chissà se dietro quell' esitazione si cela un sì o un no.

 

 

 

 

Condividi questo articolo

politica

I GIORNALI? NON SOLO SERVONO MA APPARECCHIANO IL CONSENSO AL TAVOLO DEI BENETTON - TRAVAGLIO: “CI SCUSIAMO CON I BENETTON E I LORO COMPARI POLITICI SE LI ABBIAMO OFFESI ANCHE SOLO NOMINANDOLI INVANO O PUBBLICANDO LORO FOTO SENZA ATTENDERE CHE, FRA QUINDICI ANNI, LA CASSAZIONE SI PRONUNCI SUI LORO EVENTUALI REATI. ORA SAPPIAMO DAI GIORNALONI (CORRIERE DELLA SERA, LA REPUBBLICA, LA STAMPA, IL GIORNALE) CHE ESSI NON SOLO NON VANNO INCOLPATI, MA NEPPURE NOMINATI. AL MASSIMO - CI INSEGNA EZIO MAURO - SI PUÒ PARLARE DI "UNA DELLE PIÙ GRANDI SOCIETÀ AUTOSTRADALI PRIVATE DEL MONDO" CHE, "IN ATTESA CHE LA MAGISTRATURA FACCIA LUCE", NON PUÒ DIVENTARE "IL CAPRO ESPIATORIO DI PROCESSI SOMMARI E RITI DI PIAZZA", "SCIACALLAGGINE  E BARBARIE TIPICI DEL POPULISMO"