ULTIME DAI PERDENTI - BERLUSCONI È FURENTE CON SALVINI, E CON LETTA E CONFALONIERI ASPETTA L’EVENTUALE FIDUCIA AL GOVERNO PER RIMETTERE IN DISCUSSIONE LE GIUNTE IN LOMBARDIA, VENETO E LIGURIA. COSÌ PURE TOTI CAPISCE CHE… - RENZI VUOLE RADUNARE ENTRO LA FINE DEL MESE IL GIGLIO TRAGICO, CON I NUOVI ‘FISSI’ DEL CAST, OVVERO ROSATO E MARCUCCI. CHE SI OCCUPERÀ DI TROVARE I SOLDI PER LA ‘MACRONATA’ - OCCHIO: RICICCIA DEL NOCE!

-

Condividi questo articolo

gianni letta e berlusconi gianni letta e berlusconi

DAGONEWS

 

Che succede nel campo dei perdenti? Il Cav. è ovviamente furioso: ha fatto il suo passo di lato con la garanzia di un governo pentaleghista che rispettasse i principi fondanti del centrodestra. Quali sono? Ufficialmente, il rispetto di principi europeisti cari al PPE, tanto che lo stesso Silvio nella riunione a Sofia ha garantito a tutti che Salvini non avrebbe esagerato nel suo furore distruttivo.

 

Ufficiosamente, i principi che per 25 anni hanno tenuto insieme il centrodestra sono due, semplici semplici: non toccare le aziende o il conflitto d’interessi. Il Banana si è consultato con gli eterni Letta e Confalonieri e ha deciso di aspettare il voto di fiducia al nuovo governo. Solo quel giorno, se mai verrà, si prenderanno decisioni “rilevanti” sulle giunte di Lombardia, Veneto e Liguria. Per far capire al verde Toti che chi ha distrutto la coalizione è Salvini.

 

BERLUSCONI SALVINI MELONI AL QUIRINALE BERLUSCONI SALVINI MELONI AL QUIRINALE

Incidentalmente – volete ridere? – sapete chi è uno degli uomini di Salvini? Fabrizio Del Noce! L’ex direttore di Rai1, nonché ex parlamentare di Forza Italia, è anche ex pigmalione di Elisa Isoardi. E proprio lei l’ha messo in contatto il suo attuale fidanzato. Del Noce, pensionato doratissimo in Portogallo, ha molto tempo a disposizione e ancora parecchi amici a Roma.

 

Renzi invece pensa di radunare entro la fine del mese il suo giglio tragico per tentare la macronata fuori tempo massimo: un partito che resti ‘di sinistra’ ma svincolato dalla minoranza di un Pd che sta cercando di intrappolare Zingaretti per la segreteria. Sono già stati convocati i soliti Boschi, Lotti e Bonifazi, con i promossi a prime file Rosato e Marcucci. Colui che è diventato capogruppo al Senato, pur essendo ignoto agli elettori piddini, viene da una ricchissima famiglia toscana, e sarebbe pronto a fornire a Matteuccio le munizioni (economiche) per far partire il suo movimento, nonché a fare da collettore per altri finanziatori…

ORFINI MARCUCCI MARTINA DELRIO ORFINI MARCUCCI MARTINA DELRIO ANDREA MARCUCCI ANDREA MARCUCCI ANDREA MARCUCCI GRAZIANO DELRIO ANDREA MARCUCCI GRAZIANO DELRIO

 

Condividi questo articolo

politica