VIA LIBERA AL DECRETO PER GENOVA, MA NON C'E' IL NOME DEL COMMISSARIO - IL GOVERNATORE DELLA LIGURIA TOTI: "NON SI FA CAMPAGNA ELETTORALE SUL PONTE. NO A UN COMMISSARIO CHE VIENE DA FUORI" - AFFIDATA A FINCANTIERI, CON ITALFERR, LA COSTRUZIONE DEL NUOVO VIADOTTO, LA REAZIONE DELL’AD DI 'AUSTOSTRADE' CASTELLUCCI - GLI SFOLLATI: "A CONTE DICIAMO FATECI RIENTRARE A CASA…"

-

Condividi questo articolo

Da ansa.it

ponte morandi ponte morandi

 

"Abbiamo adottato un ddl, in particolare sulla concretezza delle pubbliche amministrazioni contro l'assenteismo, e il decreto sulle emergenze". Lo ha detto il premier Giuseppe Conte in una conferenza stampa a Palazzo Chigi.

 

Il Governatore Giovanni Toti afferma: il testo "va concordato, condiviso. Se ce la facciamo per oggi, chapeau, non morirà nessuno se dovesse slittare di una settimana", ha detto il presidente della Regione Liguria. "Il Governo vuole mettere un commissario. Abbiamo diritto da liguri e da genovesi di avere voce in capitolo". Con un commissario che viene "da fuori", ha detto Toti, "si darebbe un bruttissimo segnale alle istituzioni locali che sono già state poco considerate". "Non si fa campagna elettorale sul ponte di Genova, non sulla pelle dei genovesi. Vogliamo che il ponte venga ricostruito nel più breve tempo possibile e nel modo migliore con il bellissimo progetto donato dall'architetto Piano", ha aggiunto il governatore.

conte di maio salvini conte di maio salvini

 

 

Il decreto affida a Fincantieri, con Italferr, la costruzione del nuovo ponte. "I ponti li sanno fare tutti, noi pensiamo di avere una capacità esecutiva veloce, come dimostrato con l'esplosione della cisterna di gpl a Bologna". Così l'a.d. di Atlantia e Autostrade Giovanni Castellucci ha risposto, a Porta a Porta, al conduttore che chiedeva se Fincantieri e Italferr possono fare meglio di Autostrade nella ricostruzione del ponte di Genova. "Questi - ha precisato Castellucci - non sono ponti di complessità tecnica particolarmente elevata".

ponte morandi ponte morandi

 

Intanto domani, alle 11.36, ad un mese esatto dal crollo di Ponte Morandi, Genova rimarrà in silenzio per commemorare le 43 vittime e stringere in un unico abbraccio chi ha perso la casa.

 

Novità potrebbero arrivare dall'inchiesta: "E' possibile che il numero degli indagati aumenti", ha detto il procuratore capo Francesco Cozzi. Al momento sono 20 le persone iscritte nel registro degli indagati e domani cominceranno i loro interrogatori dei membri del comitato tecnico del provveditorato alle opere pubbliche di Liguria, Piemonte e Valle D'Aosta.

 

 

ponte morandi ponte morandi

Gli sfollati: a Conte diremo fateci rientrare - "Le polemiche e il dibattito politico di questi giorni non ci interessano, vorremmo che ci dicessero quando possiamo rientrare a casa a prendere le nostre cose e cosa sarà del nostro futuro". Alla vigilia della commemorazione della tragedia del Ponte Morandi a cui parteciperà anche il premier Giuseppe Conte, il presidente del Comitato degli sfollati della zona rossa, Franco Ravera, anticipa così all'ANSA alcune delle richieste che saranno portate domani al capo del governo.

TOTI SALVINI PORTOFINO TOTI SALVINI PORTOFINO GIOVANNI CASTELLUCCI GIOVANNI CASTELLUCCI FINCANTIERI FINCANTIERI PONTE MORANDI GENOVA PONTE MORANDI GENOVA

 

Condividi questo articolo

politica