UN'IMPRESA CHE VALE – AD ARAGON VALENTINO ROSSI DA SBALLO: 23 GIORNI DOPO LA FRATTURA DI TIBIA E PERONE AGGUANTA IL TERZO POSTO E DOMANI PARTIRA’ IN PRIMA FILA: "NON ME L’ASPETTAVO. E’ DURA DA SANO, FIGURARSI IN QUESTE CONDIZIONI" – POLE DI VINALES, DOVIZIOSO SETTIMO, CADE MARQUEZ - VIDEO

-

Condividi questo articolo

 

Da gazzetta.it

valentino rossi valentino rossi

Incredibile Valentino Rossi. Il pesarese è riuscito nella clamorosa impresa di centrare la prima fila del GP di Aragon. Malgrado la gamba destra infortunata dopo la frattura di tibia e perone dello scorso 31 agosto, Valentino ha lottato e solo due grandi giri di Maverick Viñales (1'47"635) suYamaha e Jorge Lorenzo su Ducati gli hanno tolto una pole che sarebbe stata probabilmente storica. Ma il senso dell'impresa resta, perché dopo le libere del mattino nessuno avrebbe mai pronosticato un Valentino capace di mettersi alle spalle i rivali che corrono senza il suo handicap fisico.

Come Marc Marquez e Andrea Dovizioso, per esempio. I due leader iridati di Honda e Ducati, tanto per dire, scatteranno rispettivamente in quinta e settima posizione (tra loro Pedrosa). Ovviamente nulla è compromesso per la gara ma Marquez anche in questo GP non è riuscito a non cadere: la scivolata proprio all'ultimo tentativo lo ha privato della possibilità di lottare per la pole ed è stato preceduto anche da Cal Crutchlow. Ottavo tempo di Espargaro con l'Aprilia.

Nelle terze libere del mattino il più veloce era stato Marc Marquez in 1'48"252. Lo spagnolo aveva preceduto di oltre tre decimi la Yamaha di Viñales, terzo il compagno di squadra Dani Pedrosa a 0"431. Più lontano Andrea Dovizioso, sesto. Nelle quarte libere, invece, tempi più alti: il migliore è stato Viñales in 1'48"709, più veloce di 96 millesimi rispetto a Pedrosa mentre Marquez, con l'altra Repsol Honda, è terzo a 0"130. Valentino Rossi aveva chiuso 16°.

rossi pista rossi pista

ROSSI:  NON ME L’ASPETTAVO

Da gazzetta.it

È l'eroe della qualifica del Gp di Aragon, con il 3° tempo e la prima fila conquistati a 23 giorni dalla frattura di tibia e perone della gamba destra. Un'impresa. L'ennesima della carriera di Valentino Rossi, che sorride a fine prove: "Sono molto contento soprattutto perché non sapevo cosa aspettarmi: partire in prima fila è difficile da normale, figurarsi così... Mi sono allenato molto però sono stato fortunato perché la gamba migliora tanto ogni giorno. Di questo devo ringraziare il dottor Pascarella che ha fatto un'operazione eccellente e tutti i ragazzi che mi hanno aiutato nel recupero, da Carlo, che mi ha fatto allenare dal primo giorno, agli altri. Volevo recuperare presto per risalire subito in moto, anche perché non riesco a star fermo, non mi piace. Anche con il team Yamaha abbiamo fatto un bel lavoro e direi che ho stampato davvero un bel giro. In sella sto benino, non ho una posizione molto naturale Adesso spero di reggere fisicamente sulla distanza in gara, ma per il passo dobbiamo vedere che gomme scegliere e come evolverà la pista in relazione alla temperatura che ci sarà". Sull'impresa di Valentino il team director Yamaha, Massimo Meregalli, dice solo: "Ha davvero impressionato".

valentino rossi valentino rossi

vinales — Il compagno Vinales è felice per la pole: "Sono molto contento, sapevo che sull'asciutto la moto aveva un buon livello, nel pomeriggio siamo cresciuti, abbiamo fatto un buon lavoro e il giro che ho fatto è la conseguenza. Sappiamo che la nostra moto ha un gran potenziale e dobbiamo tirarlo fuori, per la gara dovremmo crescere ancora, sia per la gara qui, sia sotto la pioggia perché a fine anno potremmo avere gare bagnate".

valentino rossi valentino rossi

lorenzo — Lorenzo è stato bravo: 2° con la Ducati: "È stato utile fare la Q1 per lavorare di più sulla moto, visto che le prove sul bagnato non ci sono servite. Il crono non era abbastanza per la pole, ma va bene: non mi aspettavo di essere in prima fila e sono soddisfatto di questo. Per la gara conteranno la scelta della gomma posteriore e la partenza, per quello visto nelle Libere4 abbiamo il passo migliore di tutta la stagione e sono molto contento di questo.

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal