AGNELLI ALLO SPIEDO - DOPO I BIGLIETTI AGLI ULTRAS, PURE PIAZZA SAN CARLO DIVENTA UNA SPINA PER IL PRESIDENTE DELLA JUVE: NELL’INCHIESTA SULLA FINALE DI CHAMPIONS, CON 1500 FERITI E UNA VITTIMA, UNO DEGLI INDAGATI “ECCELLENTI” STA INDIRIZZANDO LA PROCURA VERSO GLI STEWARD DELLA JUVENTUS, CHE QUELLA SERA ERANO RESPONSABILI DELLA SICUREZZA. ED ERANO GUIDATI DA ALESSANDRO D’ANGELO, UOMO DI FIDUCIA DI AGNELLI JR

-

Condividi questo articolo

Dagonews

andrea agnelli andrea agnelli

 

In questi giorni è a un punto di svolta l’inchiesta su piazza San Carlo, dove durante la finale di Champions tra Juventus e Real Madrid - per un falso allarme attentato - si scatenò il finimondo con un bilancio di oltre 1500 feriti e una donna morta.

 

Uno degli indagati “eccellenti”, tra quelli che sono ingranaggi fondamentali dello Stato, è molto indispettito per essere stato toccato dall’inchiesta, e sta facendo venire fuori che tutti gli steward presenti in piazza quella sera erano della Juventus, solitamente gestiti dal capo della sicurezza bianconero, Alessandro D’Angelo (uomo di fiducia di Andrea Agnelli).

 

Lo stesso che nella vicenda sui biglietti agli ultrà è stato condannato in primo grado a un anno di inibizione, e che in questo momento si trova alla corte d’appello federale della Figc dove prosegue il secondo grado di giudizio e si discute il suo ricorso contro la condanna in primo grado a un anno di inibizione.

 

 

TORINO PIAZZA SAN CARLO 5 TORINO PIAZZA SAN CARLO 5 TORINO PIAZZA SAN CARLO 4 TORINO PIAZZA SAN CARLO 4 TORINO PIAZZA SAN CARLO 2 TORINO PIAZZA SAN CARLO 2 TORINO PIAZZA SAN CARLO 6 TORINO PIAZZA SAN CARLO 6

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal