GUARDIOLA SI BEVE MOURINHO E METTE LE MANI SULLA PREMIER - IL CITY SI PRENDE IL DERBY DI MANCHESTER E VOLA A +11 SULLO UNITED - APRE DAVID SILVA IN MISCHIA, PARI DI RASHFORD, DECIDE OTAMENDI - MOURINHO RECRIMINA PER IL RIGORE NEGATO E PER LA DOPPIA PARATA DI EDERSON - E POI PARLA DELL'INTER: "PARAGONI CON SPALLETTI? LUI HA LA SUA STORIA, IO LA MIA" 

-

Condividi questo articolo

otamendi united city otamendi united city

Dagonews

 

Il City si prende il derby di Manchester e ipoteca la Premier. A Old Trafford la squadra di Guardiola supera 1-2 lo United e si porta a più 11 in classifica sui Mourinho boys. Il City domina sul piano del gioco ma tutti i gol arrivano da errori difensivi. La rete del vantaggio degli uomini di Guardiola scaturisce da un mischione risolto da una zampata dal folletto David Silva che beffa i giganti dei Red Devils. Il pari di Rashford è propiziato da un pasticcio dei centrali dei Citizens. E il gol di Otamendi che regala i tre punti ai “vicini rumorosi” nasce da un errore da matita blu di Lukaku.
 

david silva united city david silva united city

Mourinho butta dentro Ibra e recrimina per “un rigore netto” negato allo United. “Non mi farà dormire…” Ederson si trasforma in Benji Price e compie una doppia parata-capolavoro su Lukaku e Mata: “Il portiere brasiliano ha fatto la differenza”, sibila lo Special One ai microfoni di Sky Sport: “Il distacco dal City? 11 punti sono 11 punti anche in un campionato ultra-competitivo. E’ una distanza importante…”. Il tecnico portoghese parla anche del primo posto in classifica dell’Inter: “Sono un tifoso nerazzurro che da lontano spera sempre che all’Inter vada tutto bene". Paragoni con Spalletti? "Lui ha la sua storia, io la mia…"

united city united city MOURINHO GUARDIOLA MOURINHO GUARDIOLA GUARDIOLA MOURINHO GUARDIOLA MOURINHO

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

"MALETTONISMO" - MARCELLO VENEZIANI: “I BENETTON NON HANNO PRODOTTO SOLO MAGLIONI E GESTITO AUTOSTRADE MA SONO STATI LA PRIMA FABBRICA NOSTRANA DELL'IDEOLOGIA GLOBAL E TOSCANI E’ STATO IL LORO PROFETA. SOCIETÀ MULTIRAZZIALE, VIA LE BARRIERE OVUNQUE, ECCETTO AI CASELLI, DOVE SI TRATTA DI PRENDERE PEDAGGI - SI È CEMENTATO UN BLOCCO TRA UN CETO PROGRESSISTA CHE FORNISCE IL CERTIFICATO DI BUONA COSCIENZA A UN CETO AFFARISTICO DI CAPITALISTI MARPIONI. PERÒ ALLE VOLTE INSORGE LA REALTÀ…”

business

cronache

sport

cafonal