IMMOBILE DAVANTI AL COLTELLO - PAURA AL MARE PER L'ATTACCANTE DELLA LAZIO: UN TIFOSO BRANDISCE UNA LAMA MENTRE LUI SI RIPOSA IN SPIAGGIA. SONO INTERVENUTI AMICI E BAGNANTI PER FERMARE LO SQUILIBRATO - SI TRATTA DI UN INDIVIDUO NOTO ALLE FORZE DELL'ORDINE E  GIÀ GRAVATO DA DASPO. SARÀ DENUNCIATO PER MINACCIA AGGRAVATA

-

Condividi questo articolo

 

Da www.gazzetta.it

 

CIRO IMMOBILE CON LA MOGLIE CIRO IMMOBILE CON LA MOGLIE

Una giornata al mare che ha rischiato di finire male per Ciro Immobile e alcuni suoi amici a Francavilla al Mare, in provincia di Chieti. All'ora di pranzo, poco dopo le 14, infatti, un uomo piuttosto alterato ha iniziato a litigare con alcuni amici del capocannoniere di Serie A che si sta rilassando sulle coste adriatiche prima del raduno biancoceleste. Non contento, subito dopo avrebbe cercato di avvicinarsi all'attaccante con un coltello in mano.

 

CIRO IMMOBILE CIRO IMMOBILE

CONTATTO EVITATO — In tanti sono intervenuti e sono riusciti a fare desistere dalle proprie intenzioni l'uomo che si è poi allontanato dalla spiaggia. Sono poi arrivati anche i carabinieri per riportare la calma e la giornata è ripresa senza ulteriori scossoni ma un po' di paura - per Immobile e la sua famiglia (presente in spiaggia) - c'è stata.

 

Dopo una breve indagine le forze dell'ordine hanno bloccato e identificato il malintenzionato, "noto - secondo quanto scrivono i carabinieri - alle forze dell'ordine e gravato dal provvedimento di Daspo e verrà denunciato per minaccia aggravata. Il movente sarebbe riconducibile alla rivalità tra squadre".

immobile immobile jessica melena ciro immobile jessica melena ciro immobile ciro immobile jessica melena ciro immobile jessica melena IMMOBILE IMMOBILE CIRO IMMOBILE IN SPIAGGIA COI CARABINIERI CIRO IMMOBILE IN SPIAGGIA COI CARABINIERI

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

FUNERAL VANZINA - SOLO CARLO POTEVA RIUNIRE SORRENTINO E BERLUSCONI. MOLTO PRIMA DI ''LORO'', AVEVA IMMAGINATO DI FARE UN DRAMMA E NON UNA COMMEDIA SULLA PARABOLA DI SILVIO: ''CON UN EPILOGO PROFONDAMENTE INGIUSTO'' - TUTTA ROMA (MA NON LA RAGGI) E TUTTO IL CINEMA A SANTA MARIA DEGLI ANGELI: VERDONE, PROIETTI, DE SICA, FERILLI, ABANTATUONO, BOLDI,  CALÀ E VENIER. MA PURE GASPARRI E GENERONE AL GRAN COMPLETO - RUTELLI (ANICA): ''ROMANI, ROMANISSIMI AVETE ANCHE PREVISTO L'ITALIA PRO-LEGHISTA CON ANNI DI ANTICIPO''