INDOSSANO TROPPE PELLICCE, ICARDI E ‘SIGNORA’ VERGOGNA”: BLITZ ANIMALISTA A SAN SIRO, NEL MIRINO IL BOMBER INTERISTA E LA MOGLIE-AGENTE WANDA NARA: "RICORDIAMO CHE LA PELLICCIA PORTA SFORTUNA, COME SI È DIMOSTRATO A SUO TEMPO QUANDO BELEN…"

-

Condividi questo articolo

Da milano.corriere.it

icardi wanda nara blitz animalisti icardi wanda nara blitz animalisti

 

 

Manifesti affissi sulle cancellate di San Siro, nella notte tra martedì e mercoledì, contro Mauro Icardi e Wanda Nara: così i militanti di «Centopercentoanimalisti» hanno protestato contro il capitano dell’Inter e la moglie-agente del calciatore per «la noncuranza con cui indossa e ostenta indumenti con parti in pelliccia di animali uccisi.

 

Questo dovrebbe saperlo perfino lui», si legge nel post pubblicato su Facebook con cui hanno diffuso l’iniziativa. «E la moglie possiede e indossa molte pellicce. Questo per noi basta a qualificarli. Ma gli ricordiamo che la pelliccia porta sfortuna, come si è dimostrato a suo tempo quando Belen era testimonial dell’Udinese — attaccano gli animalisti —. Persone come lui sono, purtroppo, degli opinion maker. Troppa gente è portata ad imitarlo. Gli diciamo dunque: vergogna!».

icardi icardi icardi icardi icardi icardi ICARDI 2 ICARDI 2 icardi icardi wanda nara wanda nara wanda nara wanda nara wanda nara wanda nara wanda nara wanda nara wanda nara wanda nara wanda nara wanda nara icardi wanda nara icardi wanda nara

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

JUVE, L’AFFARE S’INGROSSA - “IL NAPOLISTA” TIRA FUORI LE INTERCETTAZIONI DI MAROTTA, NELL’AMBITO DELL’INCHIESTA SULLE INFILTRAZIONI CRIMINALI NELLA CURVA DELLA JUVENTUS - EMERGONO LE PRESSIONI DELL'EX DIRIGENTE SU “REPUBBLICA” (“LÌ C’È IL ‘NOSTRO’ DIRETTORE…”) E “GAZZETTA DELLO SPORT” (“SE ESCE QUELL’ARTICOLO, MI COMPORTERÒ DI CONSEGUENZA…”. E INFATTI POI L’ARTICOLO DIVENTA UN TRAFILETTO) - ZILIANI: “A 12 ANNI DA CALCIOPOLI ABBIAMO UN GIORNALE, LA 'GAZZETTA', CHE DECIDE AL TELEFONO CON I DIRIGENTI DELLA JUVENTUS COSA SCRIVERE E COSA NO SU TEMI SCABROSISSIMI E..."

cafonal