JUVENTINI CHE ROSICANO – L’ESULTANZA CON LA MANO ALL’ORECCHIO DI MOURINHO FA IMPAZZIRE I BIANCONERI – BONUCCI E DYBALA GLI DICONO DI SMETTERLA – SU TWITTER PIGI BATTISTA GLI DA’ DEL “MISERABILE CIALTRONE” E SANDRO VERONESI VA FUORI GIRI: “NON E’ UN UOMO” – CRUCIANI, CONDO’ E ZAZZARONI DIFENDONO LO ‘SPECIAL ONE’ – IN INGHILTERRA CRITICHE AL PORTOGHESE: “SENZA CLASSE” – VIDEO

-

Condividi questo articolo

 

Giampiero Timossi per il Corriere della Sera

mourinho mourinho

 

Polemico e irriverente. José Mourinho ha salutato a modo suoi i tifosi juventini: impassibile fino al 90', provocatorio dopo il fischio finale. L' allenatore portoghese entra in campo, porta la mano destra all' orecchio: «Fatevi sentire ora». È un boato di fischi nemici, è Paulo Dybala che gli dice di «smetterla», il quarto uomo che lo porta via dal prato. «Sono venuto qui per fare il mio lavoro e sono stato insultato per 90 minuti .

 

Non ho offeso nessuno, ho solo fatto un gesto per sentire di più. Non lo dovevo fare, a freddo non lo farei. Però insomma, essere insultato per tutto il match... Io, la mia famiglia e la famiglia interista, mi è venuto così spontaneo». Mourinho si prende la scena e anche la vittoria, ma alla fine riconosce che il successo è stato un po' largo.

BATTISTA BATTISTA

 

VERONESI TWEET VERONESI TWEET

«Abbiamo fatto una gara molto positiva. Abbiamo vinto, anche se il pareggio era forse un risultato più giusto. Però alla Juve un punto o zero non cambia niente». Era stata subito battaglia tra la curva Sud bianconera e l' uomo del «Triplete» nerazzurro. Per loro Mourinho è colpevole di molte cose. L' ultima è di avergli ricordato i tre trofei vinti con l' Inter, il gesto a Old Trafford, il 23 ottobre.

 

Come? Alzando le tre dita, all' inglese. E ieri è finita con un altro gesto, alla Mourinho.

CRUCIANI CRUCIANI ZAZZARONI ZAZZARONI

MOURINHO MOURINHO juve united mourinho 2 juve united mourinho 2 mourinho mourinho

SUN SUN

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute