“LA CANDIDATURA A TRE MILANO-TORINO-CORTINA PER LE OLIMPIADI INVERNALI 2026 E’ MORTA QUI” " IL SOTTOSEGRETARIO GIORGETTI BOCCIA IL TRIDENTE – MA IL CONI HA PRONTO UN PIANO B E DOMANI A LOSANNA PRESENTERA' AL CIO UN NUOVO PROGETTO SENZA TORINO CHE SI CHIAMERA’: "MILANO-CORTINA 2026"

-

Condividi questo articolo

giorgetti malagò giorgetti malagò

MATTIA CHIUSANO E MONICA RUBINO per repubblica.it

 

"Il governo non ritiene che una candidatura fatta così possa avere ulteriore corso. Questa proposta non ha il sostegno del governo e come tale è morta qui". Così il sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega allo Sport, Giancarlo Giorgetti, in audizione al Senato a proposito della candidatura di Cortina, Milano e Torino alle Olimpiadi Invernali del 2026.

zaia cortina 2026 zaia cortina 2026

 

Ma la giornata si prospetta lunga giornata pieni di colpi di scena. La candidatura è morta come tridente, ma il Coni ha pronto un piano B e domani sarà a Losanna per presentare al Cio un progetto alternativo che si chiamerà "Milano-Cortina 2026". Di fatto Torino viene esclusa. A confermarlo ci sarebbe anche una nota congiunta di Attilio Fontana e Luca Zaia, rispettivamente presidenti di Lombardia e Veneto, in cui dichiarano: "Arrivati a questo punto è impensabile gettare tutto alle ortiche. La candidatura va salvata, per cui siamo disponibili a portare avanti questa sfida insieme. Se Torino si chiama fuori, e ci dispiace, a questo punto restano due realtà, che si chiamano Veneto e Lombardia, per cui andremo avanti con le Olimpiadi del Lombardo-Veneto".

giancarlo giorgetti giancarlo giorgetti sala malagò sala malagò mattarella malago' giorgetti mattarella malago' giorgetti

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

SANTA MARIA...GODETTI – “REPUBBLICA” CANDIDA UFFICIALMENTE PAMELA ANDERSON A LEADER DELL’OPPOSIZIONE IN UN’INTERVISTA CHE LA DIPINGE COME UNA SANTA MARIA GORETTI IMPEGNATA A LOTTARE CONTRO GLI “ABUSI DELL’ECONOMIA GLOBALE” – SOLO FRANCESCO MERLO CON LA ARCURI NEL 2011 RIUSCÌ A FARE DI MEGLIO: VI RICORDATE LA SANTIFICAZIONE CULT DI MANUELONA, CHE FU DEFINITA “LA NOSTRA PICCOLA ANNA MAGNANI” PER AVER DETTO NO A BERLUSCONI IN CAMBIO DI SANREMO? POI SI SCOPRÌ CHE...

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute