“MORTACCI VOSTRI!” - BONOLIS IRONIZZA SULLA TATTICA DELLA NAZIONALE CONTRO LA SVEZIA: "UN’INTUIZIONE GIUSTISSIMA USARE I CROSS PERCHE’ LORO ERANO PICCOLI PICCOLI..." - L'EX CT SACCHI SE L'ASPETTAVA: "SCONFITTA NON CASUALE. ARRIVIAMO DA DUE MONDIALI DISASTROSI” – POI PARLA DI VENTURA ("CAPRO ESPIATORIO") E ANCELOTTI…- VIDEO

-

Condividi questo articolo

bonolis bonolis

 

SACCHI SE L'ASPETTAVA

 

Da gazzetta.it

 

 “Questa sconfitta non è arrivata improvvisamente perché noi arriviamo da due Mondiali disastrosi". Arrigo Sacchi parla a Premium all'indomani della disfatta dell'Italia e della sua mancata qualificazione al Mondiale.

 

LE SCELTE — "Se è stata la formazione giusta? La formazione giusta è figlia di tante valutazioni e diciamo che se mancano tutte queste componenti rischi di essere anche sfortunato". Anche sul mancato impegno di Insigne Sacchi ha dubbi: "Insigne non è un giocatore che risolve le situazioni, nel calcio. L’Italia ha un problema culturale: consideriamo individuale quello che invece è uno sport di squadra"

 

sacchi sacchi

LE COLPE DI VENTURA — "I fischi sono figli del risultato perché si giudica sempre quello, e non il lavoro: non si può mettere in discussione una lunga carriera che è stata di un buon livello. Certo, non un livello eccelso".

 

LA RINASCITA — L'ex ct della Nazionale guarda immediatamente al futuro: "In queste situazioni si cerca sempre il capro espiatorio: ci mettiamo a posto la coscienza allontanando il singolo. Ma non è mai il singolo a determinare i risultati". E conclude: "Ancelotti è un grande, ma vogliamo aiutarlo? Allora dobbiamo fare molte cose diversamente da come le abbiamo fatte fino ad adesso".

arrigo sacchi arrigo sacchi sacchi ancelotti sacchi ancelotti

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal