IL MONDIALE E’ IN BUONE MANI? IN SPAGNA DE GEA SOTTO ACCUSA DOPO LA PAPERA SUL PORTOGALLO, I TIFOSI: “NON FATELO GIOCARE CON L’IRAN” MA IL CT HIERRO LO CONFERMA TRA I PALI – L’INCOGNITA NEUER AL RIENTRO DOPO UNA LUNGA INATTIVITA’ E SZCZESNY HA DIFESO (NON BENISSIMO) LA PORTA DELLA POLONIA…

-

Condividi questo articolo

Alessandro Angeloni per il Messaggero

de gea de gea

 

 

Chi c' è dietro quella porta? Campioni affermati e seguitissimi dai maggiori club del mondo; campioni che hanno dovuto cogliere l' occasione per tornare in prima linea; campioni che non sono campioni ma che sognano di essere considerati tali. Il mondo è bello perché è vario. Alisson, ad esempio fa parte della prima categoria, uno dei protagonisti in pectore di questa manifestazione.

 

Esordio, gol preso e subito qualcuno a puntare il dito: eh ma su quel cross forse doveva uscire, magari avrebbe anticipato il calciatore svizzero. Una parata ti salva la vita, un gol preso ti abbassa la quotazione e nel caso del fortissimo portiere della Roma (chissà per quanto ancora), con trattativa aperta con il Real, un giorno ci rimette il club giallorosso e un giorno quello blancos. Aspettiamo la prossima.

 

alisson alisson

Come se il valore assoluto di un calciatore dipendesse dall' umore di una partita mondiale. E allora cosa dovrebbe dire David De Gea? Ancora cerca la palla sporca di Cristiano Ronaldo. Marca, il giorno dopo il 3-3 contro il Portogallo, ha titolato: arropan a De Gea, ovvero proteggono De Gea. Proteggono, chi? Giocatori e allenatore.

 

La papera non è passata inosservata, ma il portiere del Manchester United, il più pagato al mondo, resterà in sella. Stesso discorso per Rui Patricio, numero uno della nazionale portoghese, vicino al Napoli ad inizio mercato e ora accasatosi al Wolverhampton (quinquennale). Prestazione degna e senza subire gol per Thibaut Courtois, che però, va detto, ha quasi giocato contro il nulla. Panama è nazionale simpatica ma tecnicamente non all' altezza. Nonostante questo, quel poco che ha dovuto fare lo ha fatto senza troppi affanni.

 

neuer neuer

Courtois è un altro molto seguito, vorrebbe lasciare il Chelsea a il Real ci fa un pensierino. Lì dipenderà dai costi, per lui vale il discorso di Alisson. Il mondiale per mettersi in mostra ma se il cartellino sale, diventa più difficile trovare acquirenti. Si parla sempre di portieri, non di attaccanti. Il Real ha vinto le Champions League con un portiere normale, Keylor Navas, costaricano, anni 31. E l' Argentina si gioca il Mondiale con Caballero, 36 anni, riserva di Courtois al Chelsea.

 

FINCHÉ LA NAVAS VA Quella palla avvelenata di Kolarov, all' esordio mondiale, Navas però proprio non è riuscito a prenderla. Nessuna papera. Imponderabilità e basta. Imponderabilità e magia, quella che si è tirata addosso dalla coppa del mondo in Brasile (parate meravigliose contro Brasile e Olanda) Guillermo Ochoa che nella prima di Russia 2018 se l' è vista contro Manuel Neuer, un mostro sacro tra i portieri, ma al rientro dopo una lunga inattività. Il messicano quattro anni fa si fece fotografare con un guanto con sei dita, da lì la leggenda del portiere con poteri magici.Si sta confermando anche in questa competizione: l' intervento che rimarrà più impresso è quello su Toni Kroos.

 

SZCZESNY SZCZESNY

Palla salvata dal sette con il sesto dito, appunto. Detto che i portieri della Danimarca si devono per forza chiamare Schmeichel (e che Dio li benedica per quanto sono forti), una citazione particolare merita il numero uno della Svezia, Robin Olsen, 28 anni, monitorato anche dalla Roma.

 

Certo, in questa competizione manca Gigi Buffon, il portierone stimato da tutti, che tutti hanno considerato come il migliore. Gigi ha mandato l' erede (e il sosia, Penedo del Panama...), Wojciech Szczesny che proprio ieri ha difeso (non benissimo) la porta della Polonia. La coppa non è sempre in buone mani, insomma.

 

 

SZCZESNY SZCZESNY de gea de gea messico germania neuer messico germania neuer DAVID DE GEA DAVID DE GEA

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal