1. MILANO MARITTIMA, IL PAESE DEI BALOCCHI DEI "BOMBER": DALLE NOTTI BOLLENTI DEL “PINETA” AI TORNEI VIP,  LA LOCALITA' ROMAGNOLA RESTA IL PARADISO ESTIVO DEI CALCIATORI  
2. LO STORICO VOCALIST DELLA DISCOTECA: "CHI HA BECCATO DI PIÙ? INZAGHI, UNA MACCHINA. VIERI SI FIDANZÒ CON LA PICCININI, ERA UNA RAGAZZINA". DA BERTINOTTI A BORRIELLO, PASSANO TUTTI – VIDEO: LO SHOW DI BOBONE, RE DEI SOCIAL: "AD AVERCI I SOLDI DI INZAGHI…" 

Condividi questo articolo

 

 

 

 

 

 

Francesco Velluzzi per La Gazzetta dello Sport

 

inzaghi sacchi milano marittima inzaghi sacchi milano marittima

Come si cambia... Per ricominciare. Perché Milano Marittima non è morta e non morirà. Certo, si è passati dalle caldissime notti del Pineta in cui Bobo Vieri non voleva perdonarne una e Pippo Inzaghi aizzava le fan al Pacifico (oggi Pepita di proprietà di Antonio Cabrini) col tovagliolo bagnato e lo lanciava, ai pomeriggi in cui Daniele Baselli, talentuoso centrocampista del Torino, oggetto del desiderio di tanti club, rincorre in piscina la piccola Natalie e coccola la sua Alice che ad agosto gli regalerà Bianca.

 

Lo stesso discorso vale per Enzo Mammato, storico vocalist di Pineta e Papeete, un tempo catalizzatore delle notti rosa dei calciatori e oggi attento compagno di Rossella con la quale ha messo in piedi un torneo che dice tutto: «Quando il calcio diventa famiglia». C' è Baselli, poi Di Carlo, Cosmi, Sampirisi, Barone, Marcolin, il regista Matteo Garrone, Valentina Zambrotta che è sempre un bel vedere, altri sono attesi. Come si cambia... Ma Milano Marittima è più viva che mai.

 

baselli milano marittima baselli milano marittima

Col trofeo Liu Jo si gioca in spiaggia in quello che per i ragazzi il sabato pomeriggio è un tempio: hotel Miami, spiaggia del Papeete. Alle 18 la musica prende il sopravvento, tutti ballano e cantano in un tripudio di sudore e cocktail. Chi non c' è andato? «Un pre-discoteca perché la sera si viene alla villa», racconta la titolare Rossella Casanova. «Vogliamo far trascorrere una settimana di serenità ai nostri amici del calcio.

 

Li coccoliamo, ma quando si gioca nessuno vuole perdere», spiegano Rossella ed Enzo che diverte quando va sul passato: «Li ho visti tutti. Dal 1996.

 

Arrivai che c' era un albergo solo d' inverno, stavo lì insieme ai napoletani che fanno i pacchi in autostrada. Ho fatto divertire tanti, alcuni mi hanno detto grazie. Vieri, riconoscente. Pippo Pancaro, signore autentico. Mancini, un fratello».

 

Mammato impazzava al Pineta di Chicco Cangini che ha venduto le quote e ha appena inaugurato un ristorante. «Chi entrava nel privè di Chicco doveva firmare l' autografo, si tratteneva un' ora. Fate voi... Forse l' anno prossimo per i miei 50 anni scriverò un libro. Chi ha beccato di più? Inzaghi, una macchina. Vieri si fidanzò con la Piccinini, era una ragazzina. Milano Marittima è il paese dei balocchi». Luca Ceccarelli prendeva la casa in affitto sopra Il Pineta Con tre amici e da lì creò la sua linea di abbigliamento.

MILANO MARITTIMA MILANO MARITTIMA

 

«Io dico che è il paradiso ideale», aggiunge Patrick Baldassari, 46 anni, che col padre Mario, 71, ha dato il vero impulso al divertimentificio per eccellenza.

 

 

Lo sport è nelle loro mani. Organizzano (23 e 24) il campionato di tennis calciatori Serie A. Con annesso il premio «Carlino d' oro». «La prossima settimana premieremo Lapadula, il giovane Di Francesco, Colombarini della Spal e l' arbitro Mazzoleni», dice Mario che vive al circolo tennis Mare e Pineta dove passa di tutto, dai futuri campioni della Ferrari agli Under 15 della Juve, da Casini a Chiambretti.

 

VIERI PINETA VIERI PINETA

Tutte colonne del Vip Master, il torneo con più vip d' Italia, in programma a metà luglio.

«Siamo all' edizione numero 27. Quanti ne ho avuti...». Da Bertinotti a Borriello, dalla Parietti a Bob McAdoo. «E a rete era fortissimo. Anche se il più bravo a giocare è Stefano Torrisi». Non è finita: il pomeriggio il figlio Patrick anima il bagno Paparazzi dove Inzaghi e Sacchi fanno sole e piadina.

 

«Viviamo qui, d' inverno saremo in 3 mila, d' estate, compresa Cervia, Tagliata e Pinarella, 400 mila». Mario Baldassari potrebbe essere il sindaco. Per anni ha diretto l' Ascom. «Ho dieci sponsor che non mi abbandonano mai, mia moglie mi dice di mollare». Lui adora la sua pineta. «I pini sono la forza di questa località eccezionale.

 

Formentera e Ibiza hanno rubato tanta gente alla Sardegna, ma noi resistiamo. Forse viene qualche calciatore in meno, ma qui è più da weekend».

 

bobo vieri summers cup-2 bobo vieri summers cup-2

«D' estate resta un must», chiude Patrick. Sacchi ha dato un albergo a sua figlia, Alessandro Bianchi, il condor Agostini, Tacchinardi, Iuliano, Alberto Fontana, Inzaghi hanno casa. Solo che prima si comprava a due milioni di lire a metro quadro, oggi ce ne vogliono diecimila.

Perché Milano Marittima è ancora il divertimentificio per eccellenza.

matteo salvini giovanni toti al papeete di milano marittima 2 matteo salvini giovanni toti al papeete di milano marittima 2 PIPPO INZAGHI PIPPO INZAGHI CHIAMBRETTI A MILANO MARITTIMA CHIAMBRETTI A MILANO MARITTIMA VIERI VIERI

 

PIPPO E SIMONE INZAGHI PIPPO E SIMONE INZAGHI

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal