L’ITALIA IN BUCA! DOPO IL TRIONFO A POTOMAC "CHICCO" MOLINARI AL SETTIMO CIELO: "SARA' DIFFICILE GIOCARE MEGLIO DI COSI'. I COMPLIMENTI DI TIGER WOODS? GLI HO SPIEGATO CHE IL MIO SEGRETO È LA PASTA..." – IL PRESIDENTE DELLA FEDERGOLF CHIMENTI: "LA SUA IMPRESA È LA PIÙ GRANDE COMPIUTA DA UN GOLFISTA ITALIANO. POCHI OGGI GIOCANO BENE COME LUI" - VIDEO

-

Condividi questo articolo

 

 

molinari woods molinari woods

Domenico Calcagno per il Corriere della Sera

 

Ci sono molti modi per vincere e Francesco Molinari ha scelto il più difficile. Per annettersi il suo primo torneo del Pga, il tour americano, Chicco ha stracciato la concorrenza chiudendo con un giro finale in 62 e 8 colpi di vantaggio e non è un caso se alla fine il primo a complimentarsi, dopo avergli consegnato il trofeo, sia stato Tiger Woods, perché così, «by far», per distacco, vinceva il Tiger dei tempi d' oro.

 

molinari woods molinari woods

Solo un altro italiano aveva fatto centro negli States prima di domenica, il paisà Toney Penna, napoletano cresciuto a New York e naturalizzato americano, ultimo successo ad Atlanta nel 1947. Ma i dubbi sul peso della vittoria di Chicco li ha spazzati il presidente della Federgolf Vito Chimenti: «La sua impresa è la più grande compiuta da un giocatore italiano. Vincere in America è proibitivo, e pochi oggi giocano bene come lui. Aveva problemi col putt, li ha risolti e ora batterlo è molto, molto difficile».

 

molinari molinari

Molinari in questa stagione aveva sbancato Wentworth ed era arrivato a un colpo dalla tripletta nell' Open italiano, prima di conquistare il Quicken Loans National, a Potomac, nel Maryland, aggiungere un milione e 278 mila dollari al conto in banca, salire al numero 16 del ranking e garantirsi un posto nella prossima Ryder Cup, che si giocherà a fine settembre a Parigi. Ma il bello potrebbe ancora venire: dal 19 al 22 luglio si gioca a Carnoustie, in Scozia, l' Open Championship, che sta al golf come Wimbledon sta al tennis. E se Chicco continuerà a giocare come a Wentworth e a Potomac potrebbe diventare il primo italiano a vincere un Major.

 

«Quello che ha fatto Francesco è fenomenale» ha detto Tiger, che ha chiuso al quarto posto. «Sono orgoglioso - ha raccontato Molinari - e ammetto che sarà difficile giocare meglio di così. Tiger?

Gli ho spiegato che il mio segreto è la pasta. Scherzi a parte, sono felice del lavoro che ho fatto e della mia solidità mentale».

 

molinari woods molinari woods

Vero: a 35 anni Molinari sembra aver compiuto il salto di qualità definitivo. Ha allungato i colpi di partenza, ha mantenuto la precisione chirurgica dei ferri ed è diventato implacabile con il putter e duro come una roccia, eliminando praticamente gli errori: due soli bogey in quattro giorni (alla 4 nel primo giro e alla 8 nel terzo), 21 birdie e un eagle. Un' inarrestabile macchina da golf. «È successo qualcosa di magico qui a Potomac - ha ammesso Molinari -. Spero di non fermarmi. Ora arriva l' Open Championship: ci proverò, come sempre». Ma questa volta, forse, qualche certezza in più.

FRANCESCO MOLINARI 3 FRANCESCO MOLINARI 3 FRANCESCO MOLINARI 1 FRANCESCO MOLINARI 1 FRANCESCO MOLINARI 2 FRANCESCO MOLINARI 2 FRANCESCO MOLINARI FRANCESCO MOLINARI

 

FRANCESCO MOLINARI 4 FRANCESCO MOLINARI 4

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

CONTRO LA MORTIFICAZIONE DELLA CARNE E L'AVVILIMENTO DELLO SPIRITO C’E’ SOLO CAFONAL - “EYES WIDE SHUT” ALL’AMATRICIANA ALL’EXCELSIOR DI VIA VENETO PER LA FESTA DI MARIA FRANCESCA PROTANI, COMPAGNA DEL RE DELLE FARMACIE ROMANE, VINCENZO CRIMI - TRECENTO INVITATI. TUTTI IN MASCHERA, PIZZO E MERLETTI COME NEL FILM HOT DI KUBRICK: BONAZZE RIGONFIE, MILF D’ASSALTO, MANDRILLONI INCRAVATTATI, SCOSCIATISSIME PISCHELLE: DALLA BERLUSCHINA FRANCESCA IMPIGLIA A LILIAN RAMOS, DALLA 51ENNE KATIA NOVENTA A GIOVANNA DEODATO