L’ITALIA NEL PALLONE - IL NUMERO 1 DEL CONI MALAGO’ MOSTRA IL FOGLIO DI VIA A TAVECCHIO: "SE FOSSI IN LUI MI DIMETTEREI MA NON POSSO COMMISSARIARE LA FIGC" - POI BOMBARDA: "VENTURA SCOMMESSA PERSA DALLA FEDERCALCIO. IL PROGETTO INIZIALE PREVEDEVA UN RUOLO PER LIPPI..." - RENZI: "NON PARTECIPARE AL MONDIALE E’ UNA SBERLA ENORME, TAVECCHIO E VENTURA RIFLETTANO"

-

Condividi questo articolo

malago' tavecchio malago' tavecchio

(ANSA) - "Ho sentito Tavecchio, gli ho chiesto che intenzioni avesse, e mi ha detto che domani ci sarà questa riunione in Figc. Come sapete è padrone di assumersi le responsabilità, ma se fossi in lui mi dimetterei". Lo ha detto il presidente il Coni sulla mancata qualificazione degli Azzurri al mondiale di calcio.

 

 

(ANSA) - "La serata di ieri per alcuni aspetti purtroppo "storica" impone a tutto il movimento calcistico una riflessione, in primis al Presidente Tavecchio e al CT Ventura. Il calcio in Italia mai come in questo momento ha la necessità di essere totalmente rifondato, a cominciare da come stiamo in tribuna nelle partite giovanili noi genitori fino ai diritti televisivi e alla promozione del calcio italiano all'estero.

 

Non partecipare al Mondiale di Russia è una sberla enorme. Facciamo sì che aiuti tutti a cambiare radicalmente, da subito". Lo scrive il segretario Pd Matteo Renzi nella Enews

RENZI TAVECCHIO RENZI TAVECCHIO

 

(ANSA) - "Oggettivamente in Figc non ci sono gli strumenti procedurali per procedere a un commissariamento". Lo dice il presidente del Coni, Giovanni Malagò, all'indomani della debacle degli Azzurri. "Un uomo di istituzioni - ha aggiunto - deve ascoltare tutti ma anche ragionare con buonsenso con quelle che sono le norme. Il presidente del Coni può commissariare una federazione solo se non funziona la giustizia sportiva, i campionati o per gravi irregolarità amministrative. Ad oggi questi tre fatti non ci sono".

 

 (ANSA) - "Il problema non è solo Ventura e le sue dimissioni. Come sanno bene in Figc, mi sento di dire che l'inizio del suo progetto era legato a un'altra filiera di carattere tecnico che prevedeva un ruolo significativo di Lippi che poi non è più andato a buon fine. Probabilmente nell'impostazione del ruolo di Ventura, che poi è diventato responsabile di tutte le squadre nazionali, c'è stata una valutazione sbagliata. Purtroppo è stata una scommessa persa". Così il presidente del Coni, Giovanni Malagò

 

 

 

 

MALAGO' SIBILIA MALAGO' SIBILIA RENZI TAVECCHIO MALAGO RENZI TAVECCHIO MALAGO

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal