SCUDETTO, TUTTO IN UNA NOTTE - SCONCERTI: “SE NON FA UNA PARTITA DIVERSA, IL NAPOLI È DESTINATO A SBATTERE CONTRO IL SENSO PRATICO DEI BIANCONERI A CUI BASTA PERALTRO UN PAREGGIO - NEI PRECEDENTI LA JUVE HA PIÙ SPESSO INIBITO IL NAPOLI DI QUANTO LO ABBIA SOFFERTO. SONO LE SUE PARTITE - DOUGLAS COSTA PUÒ SCEGLIERE IL SUO SPARTITO SOLITARIO E DIVENTARE DECISIVO”

-

Condividi questo articolo

Mario Sconcerti per il “Corriere della Sera”

 

milik milik

Forse per il Napoli è il momento migliore per incontrare la Juve perché per la prima volta ha dodici giocatori e non undici. Allegri ha sempre potuto scegliere con cura la sua formazione, Sarri non ha quasi mai voluto. Allegri giudica la condizione dei suoi in rapporto alle necessità dell' avversario.

 

milik milik

Sarri cerca soltanto un gioco e si rimette alle sue conseguenze. Per la prima volta oggi c'è qualcosa di diverso. Sarri ha un giocatore in più dentro il suo stesso schema, Milik. Non importa se non giocherà dall' inizio, è importante ci sia perché quando entrerà cambierà lo schema del Napoli, cioè porterà un cambiamento in una squadra che non gradisce cambiare ma ne ha bisogno.

 

dybala benevento juve dybala benevento juve

Non è per niente detto che il cambiamento stia fra l'importante e il decisivo, ma è importante che il Napoli per la prima volta possa cambiare senza mutare troppo il suo stile. Milik fra l'altro è giocatore che a me sembra molto forte, ha movimenti che sembrano consueti ma sono fatti con tecnica diversa, con velocità diversa. Questo è comunque già un argomento di prospettiva.

 

douglas costa douglas costa

Quello che conta oggi è che il Napoli avrà due moduli. Non cambia solo Milik, ma anche Mertens. Sarri ha già provato nelle ultime tre partite il 4-2-3-1 con Mertens spesso fantasista, o Insigne che si accentra e Mertens che parte al suo posto. Sono queste varianti possibili che rendono la partita diversa. Altrimenti il Napoli è destinato a sbattere contro il senso pratico dei bianconeri a cui basta peraltro un pareggio.

 

Nei precedenti la Juve ha più spesso inibito il Napoli di quanto lo abbia sofferto. Sono le sue partite. Stavolta c'è un attaccante molto forte che balla tra le linee, che cambia comunque la semplicità della gara. Dybala può fare la stessa cosa per la Juve, ma non è una novità. Douglas Costa può scegliere il suo spartito solitario e diventare decisivo. Ma è come uno straordinario effetto collaterale, una partita nella partita.

 

ALLEGRI E SARRI ALLEGRI E SARRI

La vera diversità è Milik con quello che ne consegue. Più la velocità di gioco del Napoli. Se cercherà solo il possesso palla rimarrà semplicemente dalla parte della Juve. Se lo farà a un tocco, può farle molto male. Ma non so se ne sia in grado. La Juve ha dalla sua parte l' episodio, ha tanti giocatori che possono decidere. Di solito le basta. Oggi avrei un dubbio.

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal