SPALLETTI, CHE TONFO! IL GENOA GODE: UN CLAMOROSO AUTOGOL DI RANOCCHIA E IL REDIVIVO PANDEV AFFONDANO L’INTER ORA QUARTA (MA LUNEDI’ RISCHIA DI ESSERE SORPASSATA ANCHE DALLA LAZIO) - DAL 9 DICEMBRE AD OGGI SPALLETTI HA RACCOLTO SOLO 9 PUNTI- NELLE ULTIME 12 PARTITE TRA CAMPIONATO E COPPA HA VINTO 1 SOLA PARTITA - IL DS NERAZZURRO AUSILIO: "ICARDI? CONTINUEREMO INSIEME"

-

Condividi questo articolo

pandev pandev

Valerio Clari per gazzetta.it

 

Un timido passo avanti una settimana fa con il Bologna. Due convinti balzi verso il basso oggi a Genova. Non era guarita l'Inter, la giocata e l'energia di Karamoh avevano solo mascherato i problemi. Il compatto e vigoroso Genoa di questi tempi (tre vittorie di fila) scopre il bluff e riapre le ferite di una squadra che perde anche il conforto del terzo posto a favore della Roma. E che rischia il sorpasso, lunedì, da parte della Lazio. L'Inter affonda 2-0, colpita da un Pandev in versione Triplete e da un clamoroso autogol di Ranocchia, simbolo suo malgrado dell'Inter post-Triplete. Le attenuanti generiche sono le assenze di Icardi, Perisic e Miranda, ma sicuri che con loro sarebbe andata diversamente?

 

inter inter

IL PATATRAC — È un condensato delle ultime malaugurate stagioni nerazzurre di Ranocchia l'episodio che sblocca la partita in chiusura di primo tempo. Un mix di sfortuna e impotenza, con il centrale sostituto di Miranda al posto sbagliato nel momento sbagliato. Sul cross di Zukanovic il nuovo colonnello della difesa Skriniar rinvia alla disperata (un po' troppo alla disperata, vista la situazione) e lo centra. La palla colpisce il ginocchio di Ranocchia e fra tutte le direzioni che potrebbe prendere sceglie quella verso la porta di Handanovic. L'effetto è comico, per chi è neutrale. L'effetto principale è che l'Inter va negli spogliatoi sotto. La punizione è probabilmente eccessiva, ma il primo tempo non era stato esattamente convincente. I nerazzurri avevano già rischiato di prendere gol su un cross dalla trequarti di Pandev, che rimbalza davanti ad Handanovic e si stampa sulla traversa.

 

meme spalletti ranocchia meme spalletti ranocchia

PANDEV BIS — I nerazzurri nel primo tempo avevano costruito un paio di occasioni chiare: con Eder poco coinvolto, le azioni partono ancora dalle fasce. Candreva, piazzato a sinistra, al 19' trova il cross giusto per Karamoh (che parte da destra ma è libero di svariare), ma il francesino al volo svirgola. Al 31' allora l'azzurro fa da solo, rientrando da sinistra per il tiro (sarà una costante): Perin sventa in tuffo. Prima di trovare la terza occasione però la squadra di Spalletti subisce un altro gol.

 

A rendere più amara la serata degli interisti ci pensa Pandev (assolutamente fra i migliori anche prima del gol). Sugli sviluppi di un corner Laxalt tira rasoterra: a centro aerea il reduce del Triplete stoppa e infila in solitudine il 2-0. Gli ingressi di Rafinha, Pinamonti e Brozovic cambiano poco, un tiro a giro di Eder viene respinto sulla linea da Rossettini. Pressione finale, qualche giocata dell'ex Barça, ma il Genoa nemmeno suda troppo: ottimo match di lotta e di governo, per la squadra di Ballardini, che chiude qui ogni timore di lotta da salvezza.

LUCIANO SPALLETTI LUCIANO SPALLETTI spalletti spalletti

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute