TUTTI PAZZI PER IL “SARRIBALL” – VIVE IN CAMPAGNA NEL SURREY, PARLA “UN DECENTE INGLESE”, NON RIPOSA MAI, STA SEMPRE IN TUTA E IN CAMPO MASTICA UN MOZZICONE: LO STILE DELL’EX TECNICO DEL NAPOLI CONQUISTA LA PERFIDA ALBIONE – INTANTO I SUOI CALCIATORI GIA’ LO AMANO. ECCO PERCHE’…

-

Condividi questo articolo

sarri sarri

Enrico Franceschini per la Repubblica

 

Da un mese e mezzo è il nuovo allenatore del Chelsea. E il Chelsea è una squadra, oltre che un quartiere, di Londra. Ma finora a Londra di Maurizio Sarri non si vede neanche l' ombra, a parte quando è in panchina a Stamford Bridge.

 

Di casa abita in un appartamento di cinque stanze a Cobham, il grande e moderno centro allenamenti dei Blues, a 40 chilometri dalla capitale, in un villaggio di 9 mila persone immerso nella campagna del Surrey. E l' espressione "tempo libero", in inglese, non ha ancora avuto bisogno di apprenderla.

 

sarri sarri

«Da quando sono in Inghilterra ho passato a Londra soltanto una sera», confida il tecnico napoletano. «Dopo la partita con l' Arsenal avevo deciso di fermarmi a fare una passeggiata in città. Senonché ho incontrato dei tifosi del Napoli e abbiamo passato il tempo a parlare della mia ex-squadra».

 

Il football lo ha seguito anche lì. L' uomo che ha cominciato ad allenare in serie A soltanto dopo i 50 anni non può vivere senza il pallone: in campo o in testa. «Non riesco a staccare», ammette. «È il mio modo di intendere il calcio». E di risparmiare sull' abbigliamento: è sempre vestito allo stesso modo.

Gli basta la tuta sportiva del Chelsea.

 

Di allenatori ossessionati dal calcio, naturalmente, a Cobham ne hanno visti altri. Un certo portoghese. O l' ultimo licenziato, Antonio Conte. Ma c' è ossessione e ossessione. Rispetto a Conte, scrivono i giornali inglesi, al centro allenamenti l' atmosfera si è notevolmente rasserenata.

sarri 78 sarri 78

 

«Sarri ha introdotto un regime più rilassato», osserva il Daily Mail. Gli allenamenti cominciano più tardi, perché il mister vuole che i giocatori possano trascorrere più tempo con i figli al mattino. Una decisione che lo ha reso popolare in fretta.

 

«Avendo lavorato in banca fino a 40 anni, sa che c' è una vita al di fuori del football», nota il Sun, «perciò ci tiene che i suoi calciatori siano felici. E funziona». Tre vittorie su tre gare, una partenza perfetta che lo ha portato in vetta alla Premier insieme alle altre grandi. Con la possibilità di restarci e prolungare la serie positiva, se sabato batte il non insuperabile Bournemouth in casa.

 

«Voglio giocare un calcio divertente e penso che divertendoci verranno anche buoni risultati», ripete Sarri (in un "decente inglese", lo loda il Times) alle conferenze stampa.

sarri 8 sarri 8

Musica per le orecchie del proprietario Roman Abramovich, che ha sempre desiderato un calcio spettacolo, al di là dei risultati, e raramente lo ha avuto dai pur grandi allenatori assunti alla sua corte.

 

Ma Sarri mette le mani avanti: «Ci vuole tempo per imparare il mio metodo». Quanto? «Almeno tre mesi. I difensori per esempio devono imparare a seguire la palla, non l' avversario che marcano. È difficile, specie se hai 28 anni e da dieci difendi in altra maniera. Ma se ci riesci poi fai meno fatica e puoi pressare per 90 minuti». Rafa Benitez, dopo che il suo Newcastle ha ceduto ai Blues, non ha dubbi: «Questo Chelsea lotterà per il titolo».

sarri sarri

Media e tifosi sono così favorevolmente impressionati che gli hanno perdonato quello che da queste parti è un peccato mortale: il vizio della nicotina (80 sigarette al giorno). I fotografi l' hanno beccato con un mozzicone in bocca perfino durante una gara, spento però: qui negli stadi è vietato fumare.«Fumerò stasera», ha detto lui dopo la vittoria thriller con l' Arsenal. «O magari smetto per un anno o due e poi ricomincio».

 

sarri sarri

Come che sia, il suo ufficio a Cobham ha un ampio balcone. Se vuole dare un tiro, non deve andare lontano. Ragione di più per non muoversi da lì.

sacchi sarri guardiola sacchi sarri guardiola sarri sarri sacchi sarri guardiola sacchi sarri guardiola sarri sarri sacchi sarri guardiola sacchi sarri guardiola sarri e allegri sarri e allegri sarri sarri

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal