VE LO RICORDATE? INDOMITO PLAYBOY, HA VINTO UN CAMPIONATO DEL MONDO - OGGI TUONA CONTRO MARADONA (“TRISTE VEDERLO COSI’ IN TRIBUNA”) E NEYMAR: “PROVOCA GLI AVVERSARI E SI ROTOLA 5-6 VOLTE OGNI VOLTA CHE CADE A TERRA. LA SMETTA CON QUESTE STUPIDAGGINI” – DI CHI SI TRATTA?

-

Condividi questo articolo

Da www.ilposticipo.it

matthaus matthaus

Dalle colonne della DPA, agenzia di stampa tedesca, Lothar Matthäus parla di Germania, ma non solo. Anche perché ora anche i teutonici hanno tempo e modo di dedicarsi ad altro, dopo la clamorosa eliminazione al primo turno per mano di Svezia e Messico. E quindi, oltre che analizzare la situazione della Mannschaft, il campione del mondo 1990 si dedica anche a un paio di protagonisti della kermesse. Due che, a differenza degli uomini di Löw, rimarranno in Russia almeno per un po’. Le attenzioni dell’icona del calcio tedesco vanno infatti a Diego Armando Maradona e a Neymar. Una coppia di cui è complicato…non parlare.

 

 

matthaus matthaus

MARADONA – Quella tra il teutonico ed il Diez è una storia parecchio lunga. Di calcio, ma non solo. Una rivalità che è quasi leggendaria. I due si sono incontrati sui campi del Mondiale, avendo la meglio sull’altro in finale una volta ciascuno. Ma hanno anche passato molti anni in Serie A e hanno imparato a conoscersi bene. E quindi Matthäus, in qualche maniera, si sente in dovere di commentare i comportamenti sopra le righe del rivale di sempre. “Da un punto di vista calcistico, quel che ha fatto Maradona in carriera è un qualcosa che nobilita il nostro sport. Ora però vederlo comportarsi così in tribuna è triste”. Non proprio dei complimenti…

 

matthaus littbarski matthaus littbarski

NEYMAR – Come non lo sono neanche le parole che Matthäus decide di dedicare a Neymar. Che è indiscutibilmente una delle stelle del Mondiale, ma che continua a ricevere critiche un po’ da chiunque per i suoi atteggiamenti in campo. Per i quali il tedesco ha una definizione che non ammette incomprensioni… “Non è necessario per Neymar provocare gli avversari, cercare di farsi fischiare falli a favore o rotolarsi cinque o sei volte ogni volta che cade a terra. Deve smetterla con queste stupidaggini”. Una parola buona per tutti da Matthäus. Ma del resto, l’eliminazione della Germania non poteva certo renderlo più felice.

ORRICO MATTHAEUS KLINSMANN ORRICO MATTHAEUS KLINSMANN Matthaeus Matthaeus MATTHAEUS KLINSMANN MATTHAEUS KLINSMANN

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute