INCANTI ITALIANI - DA BOETTI A TANO FESTA, LE OCCASIONI DI INIZIO 2017 A MEETING ART: LA CASA D'ASTE DI VERCELLI REGINA DELLE NOSTRE ASTE GRAZIE A PROPOSTE PER TUTTE LE TASCHE - L’AD PABLO CARRARA: "CONSIGLIAMO SEMPRE DI INVESTIRE SUGLI AUTORI STORICI CHE IL MERCATO NON PRENDE IN CONSIDERAZIONE"

Condividi questo articolo

AEREI ALIGHIERO BOETTI AEREI ALIGHIERO BOETTI

Paolo Manazza per CorrierEconomia - Corriere della Sera

 

Nemmeno il tempo di voltare pagina e riecco il mercato italiano dell' arte allo sprint iniziale del nuovo anno. Per piccolo che sia, rispetto ai volumi miliardari delle piazze internazionali, il nostro Paese ha dimostrato - con un totale di venduto (nelle sole aste) che ha sfiorato i 230 milioni di euro - di saper crescere. Solo la Francia ha fatto molto meglio in una stagione globale che ha registrato una frenata nelle compravendite.

 

La piazza italiana ha il merito di presentare stime ancora basse e soprattutto dare spazio ad autori di grande qualità ancora ignorati dalle attività speculative.

 

GIOSETTA FIORONI GIOSETTA FIORONI

Il 2016 ha incoronato Meeting Art regina delle nostre aste. Con un fatturato di 30.501.980 euro per 155 vendite e un venduto del 91,5%. Un ottimo risultato. La maison, che ha sede a Vercelli, è nata nel 1979 e opera attraverso sei dipartimenti che spaziano dall' arte moderna e contemporanea ai dipinti del XIX e XX secolo, dai gioielli agli orologi, dai tappeti all' antiquariato.

Il 2016 ha registrato un deciso calo nei dipinti dell' Ottocento e Novecento (-17,99% sul 2015) e dell' antiquariato (-3,04%). Direzione opposta per il dipartimento dei tappeti orientali cresciuto del 56,90%. Oltre al comparto dell' arte moderna e contemporanea, da sempre punta di diamante, che da solo costituisce oltre la metà del giro d' affari: nel 2016 ha totalizzato 18.697.586 euro.

 

Ritorno d' interesse L' amministratore delegato Pablo Carrara ha dichiarato che abbiamo registrato record di aggiudicazione in tutti i segmenti, ma in particolare nell' arte moderna e contemporanea. Molto richiesto il periodo della Pittura Analitica, l'Arte Povera, l' Arte Programmata. Notiamo però un forte interesse sul ritorno alla Pittura Informale e Figurativa del XX secolo. Consigliamo sempre di investire sugli autori storici - a prescindere dal movimento a cui sono appartenuti - che il mercato al momento non prende in considerazione.

 

Alla Meeting tutti i top price 2016 sono stati realizzati in questo dipartimento (prezzo più alto per una tela di Hans Hartung venduta nell' asta di novembre-dicembre 2016 a 159.900 euro). Il nuovo anno parte proprio all' insegna di questo settore. Già dal 3 gennaio i collezionisti hanno potuto recarsi a Palazzo Meeting Art (Corso Adda 7-11, Vercelli) per l' esposizione dei lotti.

TANO FESTA TANO FESTA

Nei giorni scorsi si sono svolte le prime tre sessioni di vendita. Tra sabato 14 e domenica 22 gennaio si svolgeranno le altre quattro giornate di aste per un incanto totale di 720 lotti. Tra le opere in arrivo, si segnala un lavoro di Alighiero Boetti del 1983, Aerei, una piccola carta a biro blu montata su tela (23x48,5 centimetri) che andrà all' incanto sabato prossimo con una base d' asta di 60 mila euro e una stima di 110-120 mila.

 

La sessione del 21 gennaio vedrà una scultura in marmo di Carrara (61,5x16x13,5 centimetri) realizzata nel 2007 dallo scultore uruguayano Pablo Atchugarry che quota 54-60 mila euro (base d' asta 30 mila) e, uno dei top lot del catalogo, Indio del 1974 di Robert Rauschenberg.

 

Il lotto (tessuto, carta e decalcomanie, cm 200x98) fa parte della serie degli Hoarfrosts prodotta dall' artista americano tra il 1974 e il 1976 in cui le immagini dei giornali sono trasferite su tessuti trasparenti o semi-trasparenti (seta, cotone e chiffon) per cui appaiono sfocate come fossero osservate attraverso un vetro coperto di brina ( Hoarfrost significa proprio brina) e presentano immagini (nelle parole di Rauschenberg) nell' ambiguità dell' improvviso immobilizzarsi nella messa a fuoco o del disciogliersi alla vista. L' opera è presentata a una stima di 220-230 mila euro (base d' asta 150 mila).

 

Orizzonte Ma la forza di Meeting Art sta nel riuscire a proporre anche molte opere per tutte le tasche, a riprova che il mercato non è fatto solo di aggiudicazioni milionarie. In catalogo compaiono diversi lotti senza riserva o con stime entro i 10 mila euro. Tra le prime realtà in Italia ad aver sviluppato la piattaforma di vendita online, è possibile inserire i propri bid non solo durante, ma anche prima dell' inizio della vendita ( www.meetingart.it ).

Sempre online , da non perdere l' asta Vintage (inizia oggi e si chiude il 18 gennaio) che Maison Bibelot dedica al raffinato guardaroba della danzatrice Anastasia Bavdaz Polacco: www.maisonbibelot.com .

FESTA BOETTI FIORONI FESTA BOETTI FIORONI

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal