ACC, È ARRIVATO IL PIZZINO DI FITCH! ''RISCHI SUGLI OBIETTIVI DELLA MANOVRA. MA SARANNO I DETTAGLI A DECIDERE IL RATING DELL'ITALIA'', CHE PER ORA È CONFERMATO A BBB, DUE GRADINI SOPRA IL JUNK, CON OUTLOOK NEGATIVO. ''NEL PRIMO TRIMESTRE 2019 È PREVISTO L'AGGIORNAMENTO'' - INTANTO DÀ UN COLPO MORTALE A CARIGE: ''IL CRAC È REALISTICO, NON RISPETTA I REQUISITI PATRIMONIALI''

-

Condividi questo articolo

FITCH FITCH

 

  1. FITCH, RISCHI CONSIDEREVOLI SU OBIETTIVI MANOVRA

 (ANSA) - "Vediamo rischi considerevoli per i target (della manovra, ndr), specie dopo il 2019". Lo afferma in una nota l'agenzia di rating Fitch.

 

  1. FITCH VEDE DEFICIT 2020 VICINO A 2,6%,DEBITO PIÙ ALTO

 (ANSA) - "Gli obiettivi della nota di aggiornamento al Def puntano a una moderata riduzione del deficit nel 2020 al 2,1% del Pil. Noi ci aspettiamo un risultato più vicino al 2,6% che avevamo previsto da agosto, il che contribuisce a una stima del debito/Pil più alta (129,8% entro fine 2021, contro 126,7% nella Nadef)". Lo scrive l'agenzia di rating Fitch in un comunicato.

di maio salvini di maio salvini

 

  1. FITCH, DETTAGLI MANOVRA DECIDERANNO RATING ITALIA

 (ANSA) - "I dettagli della politica di bilancio e la messa in pratica rimangono un elemento chiave della nostra valutazione sul rating sovrano" dell'Italia. Lo afferma in una nota l'agenzia di rating Fitch, che assegna all'Italia un rating BBB, due gradini sopra il livello speculativo, con prospettive negative. "La nostra prossima revisione messa in programma è nel primo trimestre 2019", fa sapere Fitch.

 

 

conte e tria conte e tria

  1. CARIGE: FITCH TAGLIA RATING, FALLIMENTO È REALISTICO

 (ANSA) - Fitch ha tagliato il rating di lungo termine di Carige a CCC+ da B- e il viability rating a ccc+ da b- con prospettive negative. L'abbassamento del giudizio sul merito del credito dell'istituto genovese riflette l'idea di Fitch che "il fallimento della banca sia una reale possibilità dal momento che sarà una sfida per l'istituto rafforzare il capitale, il che potrebbe alla fine portare a un intervento del regolatore".

 

CARIGE CARIGE

Il taglio del rating Fitch deriva dal fatto che Carige non rispetta i requisiti patrimoniali Pillar 2 e per raggiungerli servirebbero strumenti Tier 2, come il bond che in un anno non è riuscita ad emettere, e che verosimilmente non riuscirà ad emettere, viste le peggiorate condizioni di mercato per le banche italiane in questi ultimi mesi. Inoltre il maggior socio dell'istituto Malacalza Investimenti ha indicato che supporterà la banca ma senza prendere un preciso impegno a sottoscrivere per intero i 200 milioni del prestito obbligazionario. I rating riflettono anche l'ultimo cambio del management.

 

carige carige

Dal 2016 l'amministratore delegato è stato cambiato due volte e la banca deve approvare il terzo piano di ristrutturazione. Secondo Fitch tale fattore aumenta l'incertezza sulla direzione delle future strategie di Carige dato che la banca potrebbe richiedere più tempo per realizzare il suo turnaround, che deve rispettare le richieste della Bce. Inoltre un supporto esterno alla banca genovese è possibile ma improbabile.

 

Condividi questo articolo

business

ROMPERSI GLI UNICORNI! – SECONDO GOLDMAN SACHS E MORGAN STANLEY UBER VALE 120 MILIARDI DI DOLLARI (SIC!), PIÙ DI FCA, FORD E GM MESSE INSIEME – LA STIMA PER L’EVENTUALE SBARCO A WALL STREET MANDA IN PENSIONE TUTTI GLI UNICORNI E DECACORNI (LE SOCIETÀ VALUTATE PIÙ DI UNO O 10 MILIARDI) – PER ORA PERDE UN MILIARDO A TRIMESTRE E NON FARÀ PROFITTI PER ALTRI 3 ANNI. MA È UNA SCOMMESSA SULLA CRESCITA DELLE ATTIVITÀ COLLATERALI (CIBO, DRONI, ECC). E I SAUDITI, CHE CONTROLLANO UBER...

IL BISCIONE DEL DOMANI - MARINA B. SPINGE SUL PADRE: VENDI MEDIASET IL PRIMA POSSIBILE. PIÙ PASSA IL TEMPO E PIÙ I CONCORRENTI DIGITALI SI FANNO AGGUERRITI E PIÙ IL GOVERNO GRILLINO AVRÀ LA TENTAZIONE DI SEGARE LA RACCOLTA PUBBLICITARIA - L'AZIENDA STA PER CHIUDERE LA CESSIONE DI PREMIUM A SKY, E OVVIAMENTE A BOLLORÉ NON CHIEDE PIÙ L'ESECUZIONE DEL CONTRATTO (L'ACQUISIZIONE DI PREMIUM) MA I DANNI - FININVEST A DAGOSPIA: "CONTRARIAMENTE A QUELLO CHE AVETE SCRITTO, MARINA BERLUSCONI RITIENE UN’IDEA TOTALMENTE SENZA SENSO QUELLA DI VENDERE MEDIASET"