IL BOLLETTINO (DI GUERRA) DI BANKITALIA: ''IL PIL RALLENTA E GLI INVESTITORI ESTERI HANNO VENDUTO BTP. DA GENNAIO AD APRILE HANNO COMPRATO, TRA MAGGIO E AGOSTO HANNO VENDUTO TITOLI SOVRANI - MIGLIORANO I CONTI DELLE BANCHE MA I TITOLI SONO SOTTOPOSTI A TENSIONE. LO SPREAD È CAUSATO ANCHE DALLA VENDITA DI ASSICURAZIONI CONTRO LA RIDENOMINAZIONE DELLA VALUTA''. IN PAROLE POVERE, DALLA PAURA DELL'ITALEXIT

-

Condividi questo articolo

 

  1. BANKITALIA:INVESTITORI ESTERI RIDUCONO ESPOSIZIONE BTP

BANKITALIA 3 BANKITALIA 3

 (ANSA) - Gli investitori esteri riducono l'esposizione sui titoli italiani, soprattutto titoli di Stato. Lo afferma la Banca d'Italia secondo cui nei primi 8 mesi "hanno ridotto i titoli italiani di 42,8 miliardi", "soprattutto i titoli pubblici (24,9 miliardi) e le obbligazioni bancarie (12,4). Gli acquisti di titoli pubblici a gennaio-aprile (41,7 miliardi) sono stati più che compensati dalle vendite registrate a maggio e giugno (57,9 miliardi nei due mesi), a causa delle tensioni sui mercati. In luglio e agosto gli investitori esteri hanno venduto titoli sovrani per 8,7 miliardi.

 

  1. MANOVRA:BANKITALIA,EFFETTO DIPENDE DA FIDUCIA MERCATI

IGNAZIO VISCO IGNAZIO VISCO

 (ANSA) - "L'efficacia delle politiche di bilancio nel sostenere l'economia dipenderà anche dal mantenimento della fiducia dei risparmiatori e degli investitori nei confronti del percorso di risanamento delle finanze pubbliche". E' quanto afferma la Banca d'Italia nel bollettino economico secondo cui "La manovra determinerebbe, nelle valutazioni ufficiali, un significativo stimolo all'economia" e "l'effettiva intensità di questi effetti dipenderà dal disegno, dalla tempistica e dalle modalità di attuazione delle misure.

 

  1. BANKITALIA: RALLENTA PIL, +0,1% TERZO TRIMESTRE

 (ANSA) - Rallenta l'economia italiana. Secondo il bollettino della Banca d'Italia, il Pil nel terzo trimestre "sarebbe cresciuto in termini congiunturali dello 0,1%, rallentando rispetto ai tre mesi precedenti". In primavera il Pil è salito dello 0,2% in termini congiunturali, in lieve rallentamento rispetto ai mesi invernali. "L'attività - si legge- avrebbe segnato un incremento nei servizi, mentre sarebbe rimasta stazionaria nell'industria in senso stretto. Il valore aggiunto delle costruzioni avrebbe proseguito a espandersi a un ritmo moderato".

BANKITALIA 2 BANKITALIA 2

 

  1. BANKITALIA:SPREAD, INCERTEZZA MERCATI SU POLITICHE

 (ANSA) - "I mercati finanziari italiani sono stati interessati da forti tensioni, connesse con l'incertezza degli investitori sull'orientamento delle politiche economiche e finanziarie". Lo afferma la Banca d'Italia nel bollettino economico dove fra i fattori dello spread indica i "valori elevati della differenza tra il premio sui credit default swap dei titoli sovrani italiani stipulati dopo il 2014, che offrono protezione anche da una ridenominazione dei titoli in una valuta differente, e quello sui CDS stipulati precedentemente, che invece non offrono tale forma di protezione".

 

  1. BANKITALIA: MIGLIORANO CONTI BANCHE MA TENSIONI SU AZIONI

 (ANSA) - "Dall'inizio dell'anno le condizioni reddituali e patrimoniali delle banche sono significativamente migliorate, tuttavia sia i corsi azionari sia i premi per il rischio sui titoli obbligazionari del settore bancario hanno risentito delle incertezze del mercato finanziario italiano". Lo afferma il bollettino di Banca d'Italia che ricorda "a metà ottobre le quotazioni delle aziende di credito, cresciute significativamente nel 2017, risultavano in calo rispetto alla prima metà dell'anno; i premi sui CDS dei principali istituti erano più elevati di 40 punti base rispetto a fine giugno.

tria conte di maio salvini 1 tria conte di maio salvini 1

 

 

  1. BANKITALIA:PROSEGUE RECUPERO MERCATO LAVORO,SALE OCCUPAZIONE

 (ANSA)  - "È proseguito il recupero del mercato del lavoro". Lo afferma la Banca d'Italia nel bollettino economico rilevando come l'occupazione è salita in misura marcata in primavera. La disoccupazione si è ridotta, toccando il 9,7 per cento in agosto; la contrazione è stata accentuata anche per i giovani". Per Via Nazionale "La crescita dei salari contrattuali, che aveva mostrato segnali di ripresa dalla fine dell'anno precedente, si è rafforzata sia nel settore privato sia nel totale dell'economia e si è estesa alle retribuzioni di fatto"

 

Condividi questo articolo

FOTOGALLERY


business