CHE RIVOLUZIONE IN TIM! - IL CDA DI TIM HA REVOCATO, CON DECISIONE ASSUNTA A MAGGIORANZA E CON EFFETTO IMMEDIATO, TUTTE LE DELEGHE CONFERITE ALL’AMMINISTRATORE DELEGATO AMOS GENISH, SFIDUCIATO DA ELLIOTT - CONVOCATO IL CDA PER IL 18 NOVEMBRE PER LA NOMINA DI UN NUOVO AD (COLAO?)

-

Condividi questo articolo

AMOS GENISH AMOS GENISH

TIM: CDA IN CORSO, SU TAVOLO DIMISSIONI GENISH

 (ANSA) - Tim ha convocato un cda straordinario. Il consiglio è in corso ora e, secondo quanto si apprende sul tavolo, ci sono le dimissioni dell'ad Amos Genish.

 

TIM:GENISH SFIDUCIATO DA ELLIOTT,SI VA VERSO ASSEMBLEA

 (ANSA) - L'ad di Tim Amos Genish non si sarebbe dimesso, ma sarebbe stato sfiduciato. Al manager sarebbe mancato l'appoggio di Elliott, si apprende da fonti ben informate. Ora il presidente Fulvio Conti potrebbe assumere le funzioni dell'ad (anche se i rumors indicavano la possibilità di una scelta interna con la nomina di Rocco Sabelli o di Alfredo Altavilla). E Vivendi, ormai in aperto scontro con il fondo americano, dovrebbe chiamare un'assemblea per riprendere il controllo della governance.

singer fondatore fondo elliott singer fondatore fondo elliott

 

TIM: CDA REVOCA GENISH A MAGGIORANZA, DELEGHE A CONTI

(ANSA) - Il Cda di Tim ha revocato, con decisione assunta a maggioranza e con effetto immediato, tutte le deleghe conferite al consigliere Amos Genish e ha dato mandato al presidente, Fulvio Conti, di finalizzare ulteriori adempimenti riguardo al rapporto di lavoro del manager. In conformità al piano di successione degli amministratori esecutivi adottato da Tim, le deleghe revocate al consigliere Genish sono state provvisoriamente assegnate al presidente. Lo si legge in una nota che conferma le indiscrezioni.

 

fulvio conti fulvio conti

TIM: CDA IL 18 NOVEMBRE PER LA NOMINA DEL NUOVO A.D

 (ANSA) - È stata convocata una nuova riunione del consiglio di amministrazione di Tim per il giorno 18 novembre al fine di provvedere alla nomina di un nuovo amministratore delegato. Lo si legge nella nota che dà conto delle revoca delle deleghe ad Amos Genish.

 

Condividi questo articolo

business

BANG! DUELLO IN CASA BENETTON - IL FUOCO HA COVATO SOTTO LE CENERI PER 15 ANNI E ORA È ERUTTATO. QUANDO NEL 2006 LUCIANO BENETTON CHIESE A TUTTI I FAMILIARI DI FARE UN PASSO INDIETRO DALLA SOCIETÀ DI FAMIGLIA, FRANCA BERTAGNIN, FIGLIA DELLA SORELLA GIULIANA, NON LA PRESE BENE. E ORA E' FINALMENTE GIUNTO IL MOMENTO DELLA VENDETTA - FRANCA, CONSIGLIATA DALL’EX MION?, HA PROPOSTO AL PRESIDENTE FABIO CERCHIAI E ALL’AD MARCO PATUANO UN RINNOVO PER UN SOLO ANNO, ANZICHE' I TRE PREVISTI DALLO STATUTO

DEL VECCHIO E QUEL VECCHIO VIZIO DI LITIGARE CON TUTTI - ''ESSILOR NON RISPETTA I PATTI''. IL PATRON DI LUXOTTICA DOPO AVER CAMBIATO 4 AMMINISTRATORI IN 4 ANNI (GUERRA, KHAN, VIAN E MILLERI) E AVER POI FUSO IL SUO COLOSSO CON I FRANCESI, SI RITROVA DI NUOVO IN UNA LITE PER LA GESTIONE. LUI E HUBERT SAIGNIÈRES DOVREBBERO AVERE UGUALI POTERI, UTOPIA OVVIAMENTE IRREALIZZABILE: ''IL CEO FRANCESE ACCETTA SOLTANTO QUELLO CHE PROPONE LUI''. MENTRE A PARIGI DICONO CHE È MILLERI A NON SENTIR RAGIONI…