CI VUOLE LA FACCIA DI MONTEPREZZEMOLO PER DIRE: ‘L’ANOMALIA DI ALITALIA È L’ESSERE POSSEDUTA DALLE BANCHE. UN’AZIENDA INDUSTRIALE NON PUÒ ESSERE NELLE MANI DELLE BANCHE’. LUI CHE ERA VICEPRESIDENTE UNICREDIT (PRIMO CREDITORE), PRESIDENTE ALITALIA E PURE EMISSARIO DEI PRINCIPALI AZIONISTI (ETIHAD)! POI SI SPACCIA PER SALVATORE: ‘MI HA CHIAMATO RENZI DI NOTTE CHIEDENDO DI SALVARLA’

Condividi questo articolo

 

http://www.la7.it/

 

cramer ball luca di montezemolo cramer ball luca di montezemolo

Luca Cordero di Montezemolo: Io avevo avuto forti richieste dal presidente Consiglio Letta e poi da Renzi di convincere Etihad a investire in Alitalia, che era alla vigilia se non dentro il fallimento. Conosco Etihad e il mondo di Abu Dhabi, ho molta stima per la classe dirigente di un Paese moderno, interessante e che guarda sempre al futuro. Avevamo collaborato per un parco a tema della Ferrari. Renzi mi chiamo' di notte, era un momento di emergenza, ed Etihad investi' 700 milioni di euro in Alitalia. Io mi sono fatto garante, ora devo dire ahime', alla luce di quello che e' successo .

 

 

MONTEZEMOLO HOGAN MONTEZEMOLO HOGAN

ALITALIA: MONTEZEMOLO,ERRORI FATTI DA ETIHAD E GOVERNO

 (ANSA) - Dietro la crisi Alitalia ci sono "due errori: uno da parte di Etihad, errore di managerialità, anche se ha fatto cose buone; e l'altro, il giorno dopo l'accordo, da parte del Governo si è detto il problema di Alitalia non c'è più e non si è affrontato in termini strategici il tema del trasporto aereo", con Alitalia e le low cost. Lo ha detto l'ex presidente della compagnia Luca Cordero di Montezemolo a 'Di martedì' in onda stasera, aggiungendo che "l'altra cosa anomala è che Alitalia è posseduta al 51% dalle banche e un'azienda industriale di servizi non può essere nelle mani delle banche".

luca cordero di montezemolo (3) luca cordero di montezemolo (3)

 

"Sono successe fondamentalmente due cose", ha spiegato Montezemolo spiegando le cause della crisi di Alitalia: "la prima obiettivamente sono degli errori da parte Etihad, tre errori. Il primo è, in quel momento, alla vigilia del fallimento, di non aver preteso dal Governo e dal sindacato un forte intervento per prendere il toro dalle corna; il secondo errore di aver inviato in Italia dei dirigenti di primo livello alcuni dei quali inadeguati e che non conoscevano il Paese; il terzo, forse secondo me più grave, non essersi resi conto che il problema di Alitalia non è solo un problema economico, se anche arrivasse Paperon de' Paperoni coi miliardi non cambierebbe la situazione, se prima non si modifica il modello di business".

Cassano, Montezemolo Hogan -3 Cassano, Montezemolo Hogan -3

 

 Montezemolo ha quindi ricordato di aver detto lui stesso "un anno fa a un'audizione al Senato che quest'azienda sta perdendo delle cifre non più sopportabili ogni giorno, c'è stata dell'inerzia, poi ci sono stati anche dei fattori esterni come il terrorismo". Secondo Montezemolo, inoltre, "è mancata una politica generale di trasporti, anche se negli ultimi tempi il governo si è fortemente impegnato". Al conduttore che gli chiedeva come fosse diventato presidente della compagnia, Montezemolo ha spiegato di aver "avuto forti richieste dal presidente del consiglio Letta e poi da Renzi a convincere Etihad ad investire in Alitalia e in Italia.

Cassano, Montezemolo e Hogan Cassano, Montezemolo e Hogan

 

Alitalia era un'altra volta praticamente alla vigilia, se non dentro, il fallimento" e Letta e Renzi (che lo chiamo "di notte per cercare di chiudere l'accordo, era molto tardi, forse le tre, in un momento di emergenza") e di convincere Etihad ed il mondo Abu Dhabi a investire". A quel punto "Etihad ha investito in quel momento 700 milioni euro in Alitalia ed è stato fondamentale per evitare fallimento", ha detto Montezemolo, confermando di essersi allora fatto garante: "Mi sono fatto, oggi dovrei dire ahimè garante, alla luce di quanto successo...".

hogan cassano montezemolo renzi d'amico hogan cassano montezemolo renzi d'amico

 

ALITALIA:MONTEZEMOLO,CON NO DIPENDENTI AUTO-LICENZIATI

 (ANSA) - "Quello che è avvenuto con il referendum è una cosa unica: i dipendenti di un'azienda si sono quasi auto licenziati. Aver detto no a 2 miliardi di aumento di capitale, aver detto no alla possibilità di un nuovo management, aver detto no a banche e Etihad che credevano nel futuro di Alitalia, vuol dire autoeliminarsi". Lo ha detto l'ex presidente della compagnia Luca Cordero di Montezemolo a 'Di Martedì' in onda stasera. "E comunque vada a finire l'Alitalia - ha aggiunto - mantenere questi livelli di occupazione sarà un problema".

paolo dionisi con al sayegh e al mubarak del fondo mubadala con montezemolo e ron barrott di aldar paolo dionisi con al sayegh e al mubarak del fondo mubadala con montezemolo e ron barrott di aldar mohammed bin zayed al nahyan e luca di montezemolo mohammed bin zayed al nahyan e luca di montezemolo malago e montezemolo renzi malago e montezemolo renzi

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal