EFFETTO MARCHIONNE IN BORSA: LA GALASSIA AGNELLI BRUCIA 2,3 MLD NELLA PRIMA SEDUTA DOPO L’USCITA DI SCENA DELL’EX AD DI FCA - LA FERRARI AFFONDA (-4,9%) - DOPO UN'APERTURA CHOC A -5% FIAT CHRYSLER HA ARCHIVIATO LA SEDUTA CEDENDO SOLO L'1,5% NONOSTANTE LE DIMISSIONI DI ALTAVILLA

-

Condividi questo articolo

marchionne altavilla marchionne altavilla

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - La galassia Agnelli 'brucia' 2,3 miliardi circa nella prima seduta dopo la drammatica uscita di scena di Sergio Marchionne, le cui condizioni di salute sono precipitate nel corso del week end. La capitalizzazione combinata di Cnh Industrial, Exor, Fca e Ferrari venerdi' scorso si attestava infatti quasi a quota 74,4 miliardi mentre oggi, in chiusura, e' scesa poco sopra 72.

 

La peggiore e' stata Ferrari, in cui Marchionne avrebbe mantenuto le cariche di presidente e Ceo fino al 2021 e chiamata a presentare il piano industriale in settembre: la 'Rossa' - anche dopo la beffa subita ieri al Gp di Hockenheim da Sebastian Vettel - ha chiuso in ribasso del 4,88% a 113,95 euro, scontando comunque secondo gli esperti un prezzo di Borsa su multipli elevati e il lungo rally da inizio anno. Exor ha ceduto il 3,2% a 54,7% e Cnh l'1,7% a 8,67 euro.

 

marchionne elkann marchionne elkann

Infine Fiat Chrysler, in cui il capo di Jeep Mike Manley ha gia' preso le redini del comando, che dopo un'apertura choc a -5% ha archiviato la seduta con una buona tenuta e cedendo solo l'1,5% a quota 16,17 euro nonostante anche le dimissioni del capo per l'Europa, Alfredo Altavilla, ufficializzate in mattinata.

MARCHIONNE QUOTAZIONE FERRARI A NEW YORK MARCHIONNE QUOTAZIONE FERRARI A NEW YORK

 

Condividi questo articolo

business