FITCH ON THE FITCH - ''SE VIENE ABBASSATO IL RATING DELL'ITALIA, STESSA SORTE SUBIREBBERO CINQUE GRANDI BANCHE: INTESA, UNICREDIT, CREDEM, MEDIOBANCA E BNL. LE ALTRE BANCHE SUBIREBBERO COMUNQUE CONSEGUENZE NEGATIVE, SUI PORTAFOGLI DI PRESTITI, NPL, LIVELLI DI CAPITALIZZAZIONE''

-

Condividi questo articolo

fitch ratings fitch ratings

 (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - 'L'outlook negativo sul rating a lungo termine di Intesa, UniCredit, Credem, Mediobanca e Bnl riflette la nostra analisi che le banche in questione subirebbero con ogni probabilita' un downgrade qualora venisse abbassato il rating sovrano dell'Italia'. E' quanto si legge in un rapporto sulle banche italiane pubblicato oggi da Fitch.

 

'Un downgrade del rating sovrano non impatterebbe invece direttamente sul rating delle altre banche italiane - prosegue Fitch - Tuttavia i rating potrebbero finire sotto pressione qualora il clima economico dovesse deteriorare e andare a impattare la qualita' del loro portafoglio prestito determinando un nuovo aumento di debiti a rischio e peggiori prospettive per la riduzione degli npl. La combinazione di questi due fattori potrebbe rendere i livelli di capitalizzazione meno adeguati con i loro maggiori livelli di rischio. Inoltre o'a la maggior parte delle banche italiane ha ancora una significativa esposizione al debito sovrano'.

SPORTELLO BANCA INTESA SPORTELLO BANCA INTESA unicredit unicredit

 

Condividi questo articolo

business