DAL GIOVEDÌ NERO ALL'ORO NERO: L'OPEC TAGLIA LA PRODUZIONE DI 1,2 MLN DI BARILI AL GIORNO E I TITOLI PETROLIFERI DECOLLANO (ENI E SAIPEM IN TESTA). LE BORSE EUROPEE RIMBALZANO ANCHE SULLE INDISCREZIONI DI UNA FEDERAL RESERVE MENO AGGRESSIVA NEL RIALZO DEI TASSI. LA LAGARDE (FMI) CONFERMA - +155MILA POSTI DI LAVORO USA, DISOCCUPAZIONE STABILE. TRUMP: ''NEGOZIATI SUI DAZI ALLA CINA? MOLTO BENE''

-

Condividi questo articolo

 

  1. BORSA: ALLUNGO DEI PETROLIFERI SU INTESA OPEC, +3% STOXX SETTORE

PETROLIO PETROLIO

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - L'indice Stoxx Europe Oil&Gas rimbalza del 3% spinto dall'andamento dei petroliferi di tutta Europa dopo le indiscrezioni sull'accordo raggiunto al meeting Opec che sta facendo decollare i prezzi del greggio: il Wti gennaio guadagna quasi il 5% a 53,94 dollari al barile, il Brent febbraio oltre il 5% a 63,16 dollari al barile. Tra i titoli principali a Piazza Affari Saipem rimonta quasi del 7%, Eni segna +3,3%, Tenaris +2,8%.

 

A Londra rialzi del 4% circa per Royal Dutch Shell e Bp, a Parigi +3,6% Technip e +2,7% Total, a Madrid +2,8% Repsol. Secondo quanto emerge da Vienna, mentre la riunione e' ancora in corso, l'intesa preliminare raggiunta tra i Paesi Opec e' per un taglio di 800mila barili al giorno a partire da gennaio, ma che potra' essere rivisto in aprile. A questo si aggiungono tagli ulteriori per 400mila barili al giorno.

 

  1. OPEC, INTESA SU TAGLIO 1,2 MLN BARILI GREGGIO

 (ANSA) - La riunione dell'Opec si è conclusa e sarebbe stato raggiunto l'accordo a livello Opec+ (con la Russia ed altri) su un taglio della produzione di 1,2 milioni di barili al giorno. Lo riferisce un delegato alla riunione di Vienna alla Bloomberg.

 

PETROLIO ARTICO2 PETROLIO ARTICO2

 

  1. BORSA: EUROPA CORRE CON OPEC. MILANO +1,4%, VOLA ENI

 (ANSA) - Le Borse europee incrementano i rialzi e si portano sui massimi di seduta dopo l'intesa sui tagli alla produzione dell'Opec, che hanno fatto decollare immediatamente il prezzo del petrolio. Il Ftse Mib avanza dell'1,4% spinto da Eni (+3,04%) e Saipem (+4,6%) mentre Tenaris, negativa in mattinata, gira al rialzo (+1,7%). Londra avanza del 2,1%, Parigi dell'1,8% mentre Francoforte dello 1%.

 

  1. IPOTESI FED MENO AGGRESSIVA, OGGI FOCUS SU DATI LAVORO USA

http://www.finanzaonline.com

 

La Federal Reserve potrebbe decidere di porre un freno nel percorso rialzista dei tassi di interesse, rispetto a quanto previsto. E’ l’indiscrezione raccolta dal Wall Street Journal, che sta circolando nei corridoi sostenendo gli scambi sui mercati. La Borsa di Tokyo ha chiuso la giornata di contrattazioni in rialzo dello 0,82% a 21.678,68 punti. Sullo sfondo però rimangono le tensioni commerciali tra Stati Uniti e Cina dopo l’arresto su ordine degli Usa del direttore finanziario di Huawei, Wanzhou Meng, che è la figlia del fondatore del colosso cinese produttore di smartphone e prodotti elettronici.

DONALD TRUMP JEROME POWELL DONALD TRUMP JEROME POWELL

 

La giornata sarà movimentata anche da numerose indicazioni macro importanti, provenienti soprattutto agli Stati Uniti. Nel primo pomeriggio infatti verranno diffusi i dati sul mercato del lavoro americano: tasso di disoccupazione, variazione delle buste paga nei settori non agricoli (le cosiddette non-farm payrolls) e salari relativi al mese di novembre. In uscita anche la fiducia dei consumatori elaborata dall’università del Michigan. Stati Uniti a parte, attenzione anche all’aggiornamento su vendite al dettaglio in Italia e Pil trimestrale dell’Eurozona.

 

In Italia, l’attenzione è rivolta alla Manovra 2019. Il governo M5S-Lega ha posto la questione di fiducia sul testo licenziato, e successivamente revisionato, dalla commissione Bilancio della Camera e oggi è atteso il voto.

 

 

 

  1. BORSA: WALL STREET APRE IN CALO, DJ -0,05%, NASDAQ -0,25%

 (ANSA) - Apertura in leggero calo per Wall Street, con i principali indici appesantiti dal caso Huawei e dai deludenti dati sull'occupazione. Il Dow Jones perde lo 0,05%, il Nasdaq lo 0,25% e l'indice S&500 lo 0,06%.

JEROME POWELL JEROME POWELL

 

  1. FMI: LAGARDE, MI ASPETTO CHE FED RALLENTI PASSO RIALZO TASSI

 (ANSA) - "Mi aspetto che la Federal Reserve rallenti il passo del rialzo dei tassi": lo ha detto la direttrice generale del Fondo monetario Christine Lagarde.

 

  1. USA: +155 MILA POSTI A NOVEMBRE,DISOCCUPAZIONE AL 3,7%

 (ANSA) - - L'economia americana ha creato nel mese di novembre 155 mila nuovi posti di lavoro, meno delle attese che erano di 198 mila, mentre il tasso di disoccupazione resta fermo al 3,7%, il livello piu' basso dal 1969.

 

  1. TRUMP, NEGOZIATI CON LA CINA SUI DAZI VANNO MOLTO BENE

 (ANSA) - "I negoziati con la Cina stanno andando molto bene": così Donald Trump su Twitter dopo la giornata nera sui mercati per i timori che il caso Huawei pregiudichi la tregua sui dazi.

ivanka tra la merkel e lagarde ivanka tra la merkel e lagarde

 

Condividi questo articolo

business