GNAM GNAM! - FERRERO CONQUISTA LE BARRETTE NESTLÉ PER 2,8 MILIARDI DI DOLLARI E DIVENTA IL TERZO GRUPPO DOLCIARIO NEGLI STATI UNITI - IL COLOSSO PIEMONTESE HA VINTO CON UN' OFFERTA IN CONTANTI SPIAZZANDO IL PRINCIPALE CONCORRENTE, IL GRUPPO “HERSHEY”

-

Condividi questo articolo

Ri.Que. per il “Corriere della Sera”

 

LE CIFRE DEL GRUPPO FERRERO LE CIFRE DEL GRUPPO FERRERO

È fatta: Ferrero ha acquisito il business dolciario statunitense della Nestlé per 2,8 miliardi di euro in contanti. Spiazzato Hershey, il principale concorrente nella partita. Con questa operazione il gruppo di Alba diventa il terzo produttore di dolci negli Usa. Scelta strategica: il mercato Usa, a sua volta, vale il 25% dei consumi di dolci a livello globale.

 

Ferrero ha acquisito 20 marchi storici molto conosciuti negli Stati Uniti tra cui Butterfinger, BabyRuth, 100Grand, Raisinets, Wonka e il diritto esclusivo sul marchio Crunch negli Stati Uniti per la confetteria e per determinate altre categorie, così come i brand di caramelle SweeTarts, LaffyTaffy e Nerds. Nel suo insieme l' attività dolciaria negli Stati Uniti di Nestlé ha generato nel 2016 un fatturato di circa 900 milioni di dollari, pari a poco più di 800 milioni di euro.

nestlE nestlE

 

Il gruppo di Alba acquisirà gli stabilimenti produttivi statunitensi di Nestlé a Bloomington, Franklin Park e Itasca, in Illinois, con i dipendenti collegati alla divisione confectionery, continuando a operare attraverso gli uffici di Glendale, in California, e le altre sedi proprie in Illinois e in New Jersey. A conti fatti, dei 30 mila dipendenti che Ferrero ha nel mondo, 5.300 lavorano a tempo pieno tra Stati Uniti e Messico (qui Ferrero aveva già uno stabilimento).

 

HERSHEY HERSHEY

«Non vediamo l'ora di accogliere il talentuoso team di Nestlé in Ferrero e di continuare a investire e far crescere tutti i nostri prodotti e marchi in questo mercato strategico e attraente - è il messaggio consegnato ieri sera alle agenzie di stampa da Giovanni Ferrero, presidente esecutivo del gruppo -. Questa operazione ci apre a nuove entusiasmanti opportunità di crescita nel più grande mercato dolciario del mondo».

 

«Il nostro impegno nel trasferire valore ai consumatori e ai clienti nordamericani sarà ulteriormente rafforzato dall' arrivo nel nostro portafoglio di brand così potenti», ha aggiunto Lapo Civiletti, amministratore delegato. A questo punto il gruppo Ferrero non rappresenta solo la terza più grande azienda dolciaria negli Stati Uniti ma anche la terza più grande impresa a livello mondiale nel mercato del cioccolato confezionato.

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal