MARPIONNE-SHOW CONTRO TUTTI (SI PREPARA A LINCENZIARE?) - "A VOLTE SEMBRA CHE SINDACATI VIVANO IN UN ALTRO MONDO - PER TERMINI FAREMO E CONTINUEREMO A FARE LA NOSTRA PARTE - SENZA OPERAZIONE FIL-EXOR NON CI SAREBBE STATO FUTURO - Oggi stiamo vivendo un altro gioco pericoloso, un nuovo tiro al bersaglio contro la nostra aziendA"...

Condividi questo articolo
LULA E MARCHIONNELULA E MARCHIONNE

1 - MARPIONNE SI PREPARA A LINCENZIARE: A VOLTE SEMBRA CHE SINDACATI VIVANO IN UN ALTRO MONDO
(Adnkronos)
- 'I toni e i comportamenti di alcuni esponenti, specie di parte sindacale, danno l'idea che le cose che abbiamo fatto non sono state capite o non sono state volutamente apprezzate, significa vivere in un altro mondo'. A sottolinearlo e' l'ad della Fiat, Sergio Marchionne, che, intervenendo all'assemblea degli azionisti, ha osservato che 'sembra che a volte i sindacati non
si rendano conto della dimensione della crisi. Spesso -ha aggiunto Marchionne- ho anche l'impressione che politici e sindacati non abbiano compreso gli sforzi che la Fiat ha fatto per gestire una situazione cosi' critica senza creare allarmi e incidere sull'occupazione'.

Lapo e John Elann con Sergio Marchionne a GinevraLapo e John Elann con Sergio Marchionne a Ginevra

A questo proposito l'ad del Lingotto ha ricordato che 'nel 2009 pur di evitare licenziamenti c'e' stato il ricorso a 30 mln di ore di cassa integrazione e i fondi usati per garantirla provengono dai
contributi che la stessa Fiat ha versato negli anni'.

2 - MARCHIONNE, PER TERMINI FAREMO E CONTINUEREMO A FARE LA NOSTRA PARTE
(Adnkronos
) -Per Termini Imerese 'la Fiat intende assumere pienamente la propria responsabilita''. Lo ha detto, intervenendo all'assemblea degli azionisti, l'ad del Lingotto Sergio Marchionne sottolineando: 'stiamo facendo e continueremo a fare la nostra parte perche' il passaggio ad un altro tipo di attivita' sia il meno brusco possibile e abbiamo annunciato la decisione con 30 mesi di anticipo proprio per lasciare un ampio margine di tempo al necessario processo di riconversione'.

Bersani e gli operai di Termini Imerese con le maschere di MarchionneBersani e gli operai di Termini Imerese con le maschere di Marchionne

Sottolineando che 'solo avendo presente tutti gli elementi si puo' capire che non e' una decisione presa alla leggera e non l'avremmo mai fatto se non fosse stato piu' che necessario, se ci fosse stata una reale alternativa', Marchionne ha ricordato che 'attualmente siamo impegnati, con il massimo spirito di collaborazione, nel gruppo di lavoro creato dal ministero dello Sviluppo economico.

Protesta Termini Imerese MAschera di Marchionne Dal GiornaleProtesta Termini Imerese MAschera di Marchionne Dal Giornale

L'obiettivo al quale lavoriamo ci vede uniti in uno sforzo comune, favorire la creazione di un progetto alternativo che sia serio e credibile e che dia prospettive occupazionali durature a tutti i nostri lavoratori' Marchionne ha quindi ribadito: 'siamo totalmente disponibili a valutare il tipo di supporto che il gruppo Fiat puo' dare in base alle diverse iniziative che verranno presentate al tavolo e siamo anche pronti a mettere a disposizione lo stabilimento a fronte di un piano che vada nella direzione da tutti auspicata, quella del mantenimento dei posti di lavoro'.

Marchionne ha poi voluto aggiungere, 'per evitare i soliti sospetti': "sappiamo che i sindacati tra le varie alternative possibili, danno la priorita' a quelle iniziative industriali con una forte vocazione automobilistica. Voglio ribadire -ha concluso Marchionne- che la disponibilita' e la collaborazione della Fiat saranno le stesse anche in questa eventualita''

Nancy pelosi e Sergio Marchionne al salone di Detroit davanti alla 500Nancy pelosi e Sergio Marchionne al salone di Detroit davanti alla 500

3 - MARPIONNE: SENZA OPERAZIONE FIL-EXOR NON CI SAREBBE STATO FUTURO
Adnkronos)
- 'Senza quell'operazione non saremmo qui e non ci sarebbe stato futuro'. Lo ha detto, intervenendo all'assemblea degli azionisti, l'ad del Lingotto Sergio Mrchionne facendo riferimento all'equity swap che nel 2005 consenti' a Ifil di manterere il controllo della Fiat. Marchionne ha quindo voluto sottolineare 'il ruolo dell'azionista di riferimento in un momento cruciale delal vita dell'azienda. Il coraggio dimostrato nel 2005 per mantenere il controllo della Fiat e' stato essenziale per garantirci la possiblita' di continuare il nostro percorso di risanamento'.

MArchionne FiatMArchionne Fiat

4 - BRESSO INCONTRA MARCHIONNE, DALL'AD DISPONIBILITA' PER AUTO IBRIDA A MIRAFIORI
(Adnkronos)
- 'Ieri ho incontarto l'ad della Fiat, Sergio Marchionne, e da lui ha avuto non solo la rassicrazione che l'azienda non intende abbandonare Mirafiori, ma anche l'impegno a collaborare con noi sulla ricerca per la realizzazione proprio a Torino di una nuova auto del futuro, la nuova L0 a motore ibrido, vettura che sostituira Musa e Multipla'.

A portare la notizia ai cancelli della Fiat di Mirafiori e' la presidente uscente del Piemonte, Mercedes Bresso, ricandidata per il centro sinistra, che ha incontrato gli operai insieme al segretario del Pd, Pierluigi Bersani.

'Il 21 aprile - ha aggiunto l'assessore regionale alla ricerca e all'Industria, Andrea Bairati, che insieme a Bresso ha incontrato l'ad del Lingotto - Fiat presentera' il nuovo piano industriale e a questo proposito Marchionne ci ha confermato che non prevede alcun effetto negativo per Mirafiori e ci ha dato la sua disponibilita' a collaborare per fare a Torino la prima auto a motore ibrido, termo-elettrico. Un'ipotesi di questo genere - ha concluso - puo' essere l'integrazione vera con quanto si sta facendo negli Usa con la 500'.

MARCHIONNE E PUTINMARCHIONNE E PUTIN Marchionne e la punto Emiliano Carli per il RIformistaMarchionne e la punto Emiliano Carli per il RIformista

5 - MONTEZEMOLO, CHRYSLER OPERAZIONE STRAORDINARIA
(Adnkronos)
- L'accordo con Chrysler 'una delle piu' grandi operazioni che si siano viste nel settore dell'auto negli ultimi decenni' e' stata 'un'operazione straordinaria'. Cosi' il presidente della Fiat Luca Cordero di Montezemolo che ha sottolineato: 'lo e' stata dal punto di vista sostanziale perche' ci permettera' di raggiungere notevoli sinergie sui futuri progetti e di allargare la base operativa della nostra azienda'.

Ma l'operazione "e' stata anche straordinaria per quello che ha rappresentato in termini di riconoscimento delle capacita' e delle competenze di Fiat e dello stimolo e della motivazione che ci ha trasmesso. L'operazione -ha concluso- avra' anche importanti riflessi e benefici in Italia'.

SCAJOLA E MARCHIONNESCAJOLA E MARCHIONNEMontezemolo Marchionne John ElkannMontezemolo Marchionne John Elkann

6 - MONTEZEMOLO, GRAZIE AD AZIONISTI HA FORTE SOLIDITA' FINANZIARIA
Adnkronos)
- 'Desidero ringraziare anche gli azionisti della Fiat per il supporto fondamentale che ci hanno sempre assicurato'. Lo ha detto all'assemblea degli azionisti, il presidente della Fiat Luca Cordero di Montezemolo aggiungendo che 'se il nostro gruppo ha oggi una forte solidita' finanziaria, se anche nei momenti di difficolta' puo' guardare avanti con ottimismo e tranquillita', un ringraziamento particolare lo dobbiamo all'azionista di riferimento, che ci ha sempre garantito un grande appoggio senza condizionamenti, anche in momenti molto delicati. Questo -ha concluso Montezemolo- ci ha permesso di lavorare nelle migliori condizioni possibili per lo sviluppo dell'azienda'.

BERLUSCONI ABBRACCIA MARCHIONNEBERLUSCONI ABBRACCIA MARCHIONNEMarchionneMarchionne

7 - MARPIONNE, OGGI CONTRO DI NOI NUOVO TIRO AL BERSAGLIO
(Adnkronos)
- "Oggi stiamo vivendo un altro gioco pericoloso, un nuovo tiro al bersaglio contro la nostra azienda". Lo ha detto l'ad della Fiat Sergio Marchionne che, intervenendo all'assemblea degli azionisti, ha precisato di riferirsi "non solo a quello che scrivono i giornali, che nella maggior parte dei casi fanno il loro lavoro e riportano dichiarazioni, penso piuttosto -ha detto- alle dichiarazioni di alcuni esponenti del mondo politico, sindacale e a volte imprenditoriale. La Fiat -ha concluso Marchionne- non pretende di essere salutata ogni giorno con le fanfare, ma non troviamo giusti nemmeno i fischi gratuiti, ci piacerebbe vedere un po' di equilibrio".

8 - MONTEZEMOLO APRE ASSEMBLEA RICORDANDO MATTIOLI, PERSONA SERIA E PERBENE
(Adnkronos)
- Il presidente della Fiat, Luca Cordero di Montezemolo, ha aperto l'assemblea dei soci ricordando la figura di Francesco Paolo Mattioli, recentemente scomparso. 'Un uomo - ha detto - che ha fatto molto per la Fiat e verso il quale siamo tutti profondamente riconoscenti. Si e' sempre distinto per qualita' umane e morali, per una professionalita' unanimemente riconosciuta e apprezzata, attaccamento al lavoro e all'azienda e una straordinaria attenzione alle persone- Era una persona seria e perbene'.

Berlusconi Marchionne Montezemolo John ElkannBerlusconi Marchionne Montezemolo John ElkannMARCHIONNEMARCHIONNE

9 - MONTEZEMOLO, 2009 COMPLICATO MA GRUPPO IN BUONE CONDIZIONI
(Adnkronos)
- 'Il 2009 anche per la Fiat e' stato un anno complicato, tutti i settori hanno subito conseguenze per il brusco calo della domanda, tuttavia la Fiat ha saputo reagire con velocita' e determinazione, raggiungendo e superando gli obiettivi che si era data. Il gruppo Fiat e' in buone condizioni'. Cosi' il presidente del Lingotto, Luca Cordero di Montezemolo, aprendo i lavori dell'assemblea degli azionisti

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal