MEDIOSBANCA - DOPO IL FALLITO ASSALTO AD RCS NAGEL È NEL MIRINO DEI SUOI GRANDI AZIONISTI, FRANCESI IN TESTA – ARRIVA UN DIRETTORE FINANZIARIO A PIAZZETTA CUCCIA (MONDAZZI?) - NAGEL, PER ANNI TERRORIZZATO DALLE INCHIESTE DELLA PROCURA DI MILANO 'SULL'AFFAIRE' LIGRESTI, PUNTA INVECE ORA SULLE MOSSE DEL NUOVO PROCURATORE FRANCESCO GRECO CHE STA FACENDO ESAMINARE DA TRE SUOI SOSTITUTI LE CARTE SULLA REGOLARITÀ DELL'OPA RCS

Condividi questo articolo

alberto nagel palenzona alberto nagel palenzona

DAGOREPORT

Dopo il fallito assalto ad RCS Alberto Nagel, ad di Mediobanca, è nel mirino dei suoi grandi azionisti, francesi in testa. La prima rivoluzione in Piazzetta Cuccia potrebbe essere l'arrivo di un direttore finanziario, casella tenuta forzatamente ad interim dallo stesso Nagel.

 

alberto nagel carlo messina alberto nagel carlo messina

Mediobanca è infatti l'unico grande Istituto senza un direttore finanziario e la sua fragilità si è dimostrata proprio durante lo scontro su RCS con Intesa ed Equita che l'hanno messa alla berlina. Tra i candidati, in pole position, Massimo Mondazzi, Chief financial and Risk  management dell'Eni, pronto ad uscire anche perché non gradito a Cassa Depositi e Prestiti.

 

Nagel, per anni terrorizzato dalle inchieste della Procura  di Milano 'sull'affaire' Ligresti, punta invece ora sulle mosse del nuovo procuratore Francesco Greco che sta facendo esaminare da tre suoi sostituti le carte sulla regolarità dell'Opa. 

FRANCESCO GRECO ROBERTO DAGOSTINO FRANCESCO GRECO ROBERTO DAGOSTINO MASSIMO MONDAZZI MASSIMO MONDAZZI

 

Condividi questo articolo

business