MOODY’S USA LE MANIERE FORTI – SONO UNA DOZZINA LE BANCHE ITALIANE, DA UNICREDIT A CASSA DEPOSITI E PRESTITI, MESSE SOTTO OSSERVAZIONE PER UN POSSIBILE TAGLIO DEL RATING – E’ LA CONSEGUENZA DEL POSSIBILE DOWNGRADING DEL DEBITO ITALIANO

-

Condividi questo articolo

 

Da Il Messaggero

 

mediobanca nagel mediobanca nagel

Moody's ha messo sotto osservazione 12 banche italiane per un possibile downgrade del rating. L'agenzia di rating lo scorso 25 maggio aveva annunciato di aver messo sotto osservazione il giudizio assegnato all'Italia (Baa2) per una possibile revisione al ribasso.

jean pierre mustier jean pierre mustier

 

Le banche coinvolte sono Unicredit, Intesa Sanpaolo, Banca Imi, Cassa Depositi e Prestiti, Mediobanca, Fca Bank, Banca Nazionale del Lavoro, Credito Emiliano, Credit Agricole Cariparma, Cassa Centrale Raiffeisen, Invitalia e Banca del Mezzogiorno.

unicredit unicredit

 

Moody's potrebbe procedere al taglio del giudizio «a seguito del downgrade del rating sovrano italiano o per un deterioramento delle valutazioni del merito di credito delle banche coinvolte, dovuto, per esempio, a un peggioramento dell'ambiente operativo o a istanze specifiche di peggioramento della qualità degli attivi, con perdite o riduzione della capitalizzazione».

SPORTELLO BANCA INTESA SPORTELLO BANCA INTESA

 

Condividi questo articolo

business