MUSTIER D’ARABIA – L’AD DI UNICREDIT STRAPPA IL SI' DEGLI EMIRATI ALL’AUMENTO DI CAPITALE – IN CAMBIO, GARANTISCE UN NUOVO CDA, AUTONOMIA DA ROMA E NUOVI RAPPORTI CON MEDIOBANCA – DALLE PARTI DI ABU DHABI, POI, RICONOSCONO GLI ERRORI DI HOGAN SU ALITALIA, MA SOSPETTANO CHE MONTEZEMOLO ABBIA LORO PROMESSO IMPEGNI ALL'INSAPUTA DEL GOVERNO

Condividi questo articolo

 

mustier mustier

Dagoreport

 

Entro giovedì prossimo si saprà se il Fondo Aabar parteciperà al maxi-aumento da 13 miliardi di capitale di Unicredit. Al momento, le possibilità che gli emiratini partecipino sono all’80%. A sbloccare l’atteggiamento avrebbe contribuito (e non poco, vista la mentalità araba) il viaggio fatto da Jean-Pierre Mustier dalle parti di Abu Dhabi.

FONDO Aabar FONDO Aabar

 

Nell’incontro l’amministratore delegato avrebbe offerto la massima disponibilità ad accogliere tutte le richieste arabe. A partire dalla formazione del nuovo CdA per finire alla definizione della distanza dal governo.

 

mohammed bin zayed al nahyan e luca di montezemolo mohammed bin zayed al nahyan e luca di montezemolo

In particolare, Mustier avrebbe garantito di fare pressioni su Mediobanca affinchè la smetta di fare concorrenza nel retail ad Unicredit (Chebanca!). Agli interlocutori arabi avrebbe riferito di essere fiducioso di convincere Piazzetta Cuccia a sostenere maggiormente Unicredit.

 

Ma c’è un uomo che lega Unicredit all’Alitalia. Ed è Luca Cordero di Montezemolo, vice presidente della banca e presidente della compagnia aerea. Di certo lascerà il cda dell’istituto di credito. E gli emiratini cominciano anche ad avere seri dubbi su Luca-Luca. Soprattutto dopo le ultime vicende.

MONTEZEMOLO HOGAN MONTEZEMOLO HOGAN

 

Dalle parti di Abu Dhabi sono pronti a riconoscere i propri errori, soprattutto quelli di James Hogan con Alitalia. Ma nei contatti con il governo italico avrebbero rinfacciato il mancato rispetto di determinati impegni. Gli emissari di Roma sono caduti dalle nuvole quando hanno scoperto qual era il tipo di impegni: non li abbiamo mai presi, hanno detto ai negoziatori di Ethiad. E chissà perché le parti hanno convenuto che ad asumere quel tipo di impegni era stato proprio Montezemolo… 

alitalia etihad alitalia etihad

 

Condividi questo articolo

media e tv

1.“SONO STATA VIOLENTATA TRE VOLTE, LA PRIMA A SEI ANNI DA MIO CUGINO”, DALILA DI LAZZARO A CUORE APERTO: “CONVIVO COL DOLORE CRONICO PER GLI INCIDENTI E HO ANCHE PENSATO DI TOGLIERMI LA VITA” 2. LE FESTE A NEW YORK CON DIANA ROSS E ANDY WARHOL, IL TAMPINATORE DE NIRO E POI ALAIN DELON: “MI TURBAVA, UNA TENSIONE CONTINUA..." 3. ESILARANTE L'INCONTRO CON JACK NICHOLSON: PRESE DUE SUITE ADIACENTI. PERCHÉ NON VIENI A DORMIRE DA ME? AVEVA IL PIGIAMA A RIGHE, SE LO ALLARGÒ SUL VENTRE E COMINCIÒ A PARLARE COL SUO MEMBRO…” - VIDEO

politica

business

cronache

sport

cafonal