OCCHIO AL FRENCH KISS – MACRON PROVA A DISINNESCARE LA BOMBA STX OFFRENDO ALLA FINCANTIERI L’INGRESSO NELLE LORO NAVI MILITARI. E' L'AIRBUS DEI MARI - LEONARDO (FINMECCANICA) TREMA: IL 40% DEL VALORE DI UN VASCELLO DA GUERRA E’ DATO DALL’ELETTRONICA. E SE QUELLE ITALIANE ANDRANNO A PARIGI, LA PARTE DEL LEONE LA FARA’ THALES

-

Condividi questo articolo

 

macron stx macron stx

Roberta Amoruso per Il Messaggero

 

Mettere sul tavolo il lancio dell'Airbus dei mari con un fatturato da 9 miliardi, ordini complessivi per quasi 50 miliardi e 35.000 dipendenti, ha il suo effetto. E del resto unire le forze in campo civile e militare per creare un nuovo polo europeo navale non è forse lo spirito del vecchio piano Magellano a cui da tempo si lavora tra Francia e Italia? Proprio così.

 

cantieri stx cantieri stx

Oltretutto Fincantieri e Naval Group hanno già cooperato su alcuni programmi comuni (i cacciatorpedinieri Orizzonte e le fregate Fremm). Sulla strategia dunque niente da dire, dicono gli analisti: «funziona». Ma la governance del nuovo gruppo non è un dettaglio da poco da stabilire. Così come non è un dettaglio il fatto che da aprile a oggi le carte in tavola su Stx tra Roma e Parigi sono sostanzialmente cambiate.

 

BRUNO LE MAIRE PADOAN BRUNO LE MAIRE PADOAN

Il problema è che con l'accordo firmato da Francois Hollande, Fincantieri aveva il diritto di ottenere il controllo di Stx, mentre ora Emmanuel Macron sta rimescolando le carte offrendo la condivisione del controllo sui cantieri civili e militari dei due Paesi. Lo scenario è molto diverso, insistono da Mediobanca. Senza contare che la Francia può diventare nel tempo un azionista più forte rispetto all'Italia grazie al maggior peso politico. Dunque, vista dal mercato, per arrivare a un accordo l'Italia dovrebbe accontentarsi di un ripiego. Seppure condito con una joint venture forte, una spinta all'export, sinergie importanti e magari partecipazioni incrociate.

 

I PESI

fremm fremm

Le cifre dicono infatti che è meglio avere il 51% di Stx (l'accordo originario prevedeva una partecipazione di Fincantieri al 54,7%) che un controllo paritetico 50-50 di un gruppo civile-militare europeo. Fincantieri ed Stx, sono due big nelle navi da crociera, ma la prima negli ultimi anni Fincantieri ha costruito 50 navi da crociera contro le 12 di Stx-France.

 

sottomarino nucleare francese sottomarino nucleare francese

Quanto a Naval Group, che produce sottomarini e navi da superficie oltre a sviluppare soluzioni di energia marina rinnovabili in 18 paesi, può dare il suo contributo di peso sul fronte difesa e sicurezza. Va detto poi che le attività da crociera di Fincantieri sono più grandi di quelle di Stx, secondo i calcoli di Banca Akros: 2,5 miliardi contro 1 miliardo. Mentre le attività militari di Fincantieri sono più piccole di quelle di Naval Group: 1,2 miliardi contro 3 miliardi, ma vantano un backlog simile intorno a 11 miliardi e promettono una crescita più veloce, fino a raddoppiare in quattro/cinque anni, fanno notare gli analisti.

GIUSEPPE BONO GIUSEPPE BONO

 

Secondo le ultime indiscrezioni, il nodo del controllo dovrebbe essere superato da un incrocio di partecipazioni tra Fincantieri e Naval Group, tenendo conto che quest'ultima è controllata per il 62,49% dallo Stato francese (il 35% da Thales) e che nell'accordo di aprile su Stx doveva entrare nel capitale della stessa Stx con il 12,5%. L'altra ipotesi è che si arrivi a una newco compartecipata da entrambi i gruppi a cui conferire magari in un secondo momento Stx France e gli altri asset strategici.

tecnologia Selex su nave Cavour tecnologia Selex su nave Cavour

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal