DELLA VALLE E DELLE VENDITE: ''CAZZATE!'' - DIEGUITO SMENTISCE LE NOTIZIE DI CESSIONE DI TOD'S, ''SEMMAI COMPRIAMO QUALCOSA'' - POI SI DICE OTTIMISTA SULLA MANOVRA: ''VA LETTA BENE, VEDIAMONE LE CONSEGUENZE E AUGURIAMOCI CHE LE COSE CONTINUINO. C'È VOGLIA DI FAR VEDERE AI CITTADINI ITALIANI CHE SI FA TUTTO PER OCCUPARSI DEL LORO FUTURO" MA "BISOGNA STARE ATTENTI CHE, A VOLTE, DEI GESTI POPOLARI AL MOMENTO NON DIVENTINO UN PROBLEMA PER I CITTADINI"

-

Condividi questo articolo
  1. TOD'S: DELLA VALLE SMENTISCE IPOTESI VENDITA

 (ANSA) - Diego Della Valle smentisce le ipotesi di cessione di Tod's circolate dopo la diffusione di notizie sul riassetto delle holding a monte della società . Lo ha fatto arrivando al fashion global summit a Milano. "Oggi lo chiamano story telling, una volta le chiamavano cazzate". Semmai "compriamo qualcosa".

 

154 diego della valle nin 6411 154 diego della valle nin 6411

  1. MANOVRA: DELLA VALLE, VA LETTA, AUGURIAMOCI FUNZIONI

 (ANSA) - La Manovra "va letta bene" ed "e' il primo atto vero del Governo. Vediamone le conseguenze e auguriamoci che le cose funzionino. Non parteciperei alla funzione di chi dice tanto peggio tanto meglio, io sarei per tanto meglio per tutti che ne abbiamo bisogno". Cosi' il presidente di Tod's Diego Della Valle rispondendo ad una domanda sulla manovra finanziaria del Governo. ‎Quanto alle tensioni degli ultimi tempi tra esecutivo ed UE "‎credo che ci sia un po' di mancanza di esperienza e anche una gran voglia di far vedere ai cittadini italiani che si fa tutto per occuparsi del loro futuro" ma "bisogna stare attenti che, a volte, dei gesti popolari al momento non diventino un problema per i cittadini".

 

  1. SPREAD: DELLA VALLE, SE SI ALLARGA PROBLEMA PER TUTTI

 (ANSA) - Lo spread che si allarga e' "un problema serio" per un paese come l'Italia "che ha tanti debiti" e se "non riesce a rivendere il proprio debito a qualcuno che si fida di noi ‎diventa un problema grave per tutti". Lo ha detto Diego Della Valle, a margine del Fashion Global summit di Milano. "E' molto importante quando si toccano certe cose poterlo fare con una cognizione di causa precisa, sapendo quali guai ci possono portare attriti di questo tipo - ha aggiunto riferendosi agli attriti con l'Ue -. ßQuindi farsi rispettare assolutamente si', ma anche consapevoli della reale forza muscolare che abbiamo"

 

 

  1. DELLA VALLE SEPARA IL CONTROLLO DI TOD' S NEL FUTURO DEL GRUPPO L' IPOTESI DI VENDITA

DELLA VALLE DELLA VALLE

L. Ram. per “il Messaggero

 

Ieri Tod' s in Borsa si è mossa in controtendenza rispetto ai titoli del lusso. Mentre il settore ormai da giorni sta perdendo quota soprattutto a causa delle turbolenze sui mercati legate alla guerra dei dazi tra Stati Uniti e Cina, i titoli dell' azienda del lusso che fa capo alla famiglia Della Valle hanno chiuso a 51,3 euro con un guadagno dell' 1,5% dopo aver segnato un progresso superiore al 3%.

 

Il mercato tiene sotto controllo la società marchigiana, dopo che nelle ultime settimane si sono rincorse indiscrezioni sul riassetto a monte della società. Secondo queste indiscrezioni, la famiglia Della Valle avrebbe avviato un processo di riorganizzazione della finanziaria, DiVi Finanziaria, il cui risultato finale sarà di isolare la quota del 50,3% in Tod' s rispetto ad altre partecipazione, ossia gli immobili e la quota del 2,77% in Rcs, che verranno scorporate e confluiranno in una nuova holding, la DiVi Immobiliare Holding. Nella DiVi Finanziaria resteranno solamente la quota di controllo di Tod' s e due polizze vita del controvalore di 130 milioni. In più, ricorda il quotidiano, Diego Della Valle controlla un ulteriore 9,6% della società tramite un' altra holding, la Diego Della Valle & C.

renzi della valle renzi della valle

 

LA QUOTA ISOLATA

Quest' ultima detiene a sua volta il 4,8% di Rcs e il 90% del club Fiorentina, oltre al cash-in (in origine erano 339 milioni) derivante dalla cessione della quota in Ntv. «Nel complesso l' operazione di riassetto, con l' isolamento della quota in Tod' s, sembra potenzialmente propedeutica ad un eventuale futura cessione della società», hanno commentato ieri gli esperti di Equita, che pur confermando il giudizio di hold (tenere) non escludono una buona performance del titolo grazie all' elemento speculativo. Invece Equita teme che anche i conti del terzo trimestre non conterranno evidenze particolari sul rilancio della casa di moda.

 

L' eventuale cessione di Tod' s - che per il momento non trova conferma presso il gruppo Della Valle - non sarebbe una sorpresa, visto che negli ultimi anni numerose sono le società del lusso made in Italy che hanno preso il volo verso gruppi stranieri allo scopo di accrescere la loro massa critica onde competere con maggiori possibilità di successo sul mercato mondiale.

 

DELLA VALLE DELLA VALLE

Tod' s Group ha nel frattempo annunciato l' ingresso di Michele L quale men' s collections visionary. È un ruolo innovativo quello creato per Lupi, già direttore di testate internazionali come GQ, Rolling Stone, Icon e Icon Design. Il giornalista entra a far parte del team del gruppo Tod' s «con l' obiettivo di arricchire la squadra che si sta formando - spiega la nota - in vista delle sfide future che rientrano nel progetto Tod' s Factory, nel quale Lupi sarà coinvolto».

 

 

MICHELE LUPI MICHELE LUPI saturnino, pui ling, vanna quattrini, michele lupi saturnino, pui ling, vanna quattrini, michele lupi

 

 

Condividi questo articolo

business