1. DOBBIAMO ESSERE GRATI ALLA FRANCIA PER L’ATTENZIONE ALLA NOSTRA CULTURA. QUELLA STESSA ATTENZIONE CHE DALLE NOSTRE PARTI ANNEGA TRA BUROCRAZIA E INDIFFERENZA. L’ULTIMA CONFERMA È ARRIVATA DA PALAZZO FARNESE: LA DIRETTRICE DELLA GALLERIA BORGHESE, ANNA COLIVA È STATA INSIGNITA DELLA LEGIONE D’ONORE 2. UN RICONOSCIMENTO CHE VUOLE PREMIARE UNA PROTAGONISTA CHE “HA SEMPRE LAVORATO A STRETTO CONTATTO CON IL LOUVRE”. UN FUNZIONARIO DELLO STATO ITALIANO, DI CUI LO STATO ITALIANO DOVREBBE ESSERE ORGOGLIOSO. ALMENO UN PO’ 3. IMPOSSIBILITATI A VENIRE CARAVAGGIO E CANOVA, SI SONO SCAPICOLLATI L’IMMANCABILE GIANNI LETTA E GAETANO REBECCHINI, PIERO GNUDI E MAITE BULGARI, PAOLA SANTARELLI E LA PREZZEMOLONA MARISELA FEDERICI, E LE SPOGLIE DI RENATO BALESTRA

Condividi questo articolo
  • Video di Veronica Del Soldà per Dagospia

    La Legion d'Onore ad Anna Coliva

    Foto di Luciano Di Bacco per Dagospia

    P.Fal per il "Corriere della Sera - Roma"

    Renato Balestra e Gianna Tezi di Sant AgataRenato Balestra e Gianna Tezi di Sant Agata

    Dobbiamo essere grati alla Francia per l'attenzione alla nostra cultura. Quella stessa attenzione che dalle nostre parti annega tra burocrazia e indifferenza. L'ultima conferma è arrivata da Palazzo Farnese: la direttrice della Galleria Borghese, Anna Coliva è stata insignita Cavaliere nell'Ordine della Legione d'onore da Alain Le Roy, Ambasciatore di Francia in Italia.

    Un riconoscimento raro che vuole premiare una protagonista «molto importante della relazione artistica tra Francia e Italia, avendo tra l'altro sempre lavorato a stretto contatto con il Louvre». Una motivazione semplice per riconoscere il lavoro, l'impegno e l'autorità conquistata sul campo da Anna Coliva. Un funzionario dello Stato italiano, di cui lo Stato italiano dovrebbe essere orgoglioso. Almeno un po'.

    Anna Coliva e Alain Le RoyAnna Coliva e Alain Le Roy

     

    Ammiraglio Whincler e Ascania SpadaforaAmmiraglio Whincler e Ascania Spadafora

     

    Condividi questo articolo

    FOTOGALLERY

    media e tv

    politica

    business

    cronache

    sport

    cafonal

    CONTRO LA MORTIFICAZIONE DELLA CARNE E L'AVVILIMENTO DELLO SPIRITO C’E’ SOLO CAFONAL - “EYES WIDE SHUT” ALL’AMATRICIANA ALL’EXCELSIOR DI VIA VENETO PER LA FESTA DI MARIA FRANCESCA PROTANI, COMPAGNA DEL RE DELLE FARMACIE ROMANE, VINCENZO CRIMI - TRECENTO INVITATI. TUTTI IN MASCHERA, PIZZO E MERLETTI COME NEL FILM HOT DI KUBRICK: BONAZZE RIGONFIE, MILF D’ASSALTO, MANDRILLONI INCRAVATTATI, SCOSCIATISSIME PISCHELLE: DALLA BERLUSCHINA FRANCESCA IMPIGLIA A LILIAN RAMOS, DALLA 51ENNE KATIA NOVENTA A GIOVANNA DEODATO