1. UNA NOTTE "PERICOLOSA" ALLA ‘MUCCASSASSINA’, FINALE DI STAGIONE CON “MISS DRAG QUEEN’’

2. OTTO CONCORRENTI, PIU’ IMPARRUCCATE DI TRUMP, TRUCCHI DEGNI DI MOIRA ORFEI, ZATTERONI ALTI COME QUELLI DEL BANANA E ABITI SCINTILLANTI, TRA PROVOCAZIONI E BATTUTE SENZA PELI SULLA LINGUA (ALMENO NON I LORO), HA IL VINTO IL FANTASMAGORICO MONDO DI MUCCA, UN PIANETA A SÉ, DOVE I SESSI SI MESCOLANO, SI CONFONDONO COME IL SUDORE, SI APPICCICANO, DOVE NESSUNO TI GIUDICA MALE SE SEI UNA TRANS BRASILIANA COL CULONE DI SILICONE, UN GAY IN CANOTTA, UN MACHO MAN BORCHIATO, UNA CHECCA SCHECCATA, UN BONARIO GUARDONE, UNA LESBICA ASSATANATA, UN PIPPAROLO SOLITARIO, UNA ESIBIZIONISTA IN CERCA DI SGUARDI SPERMATOZOICI

Condividi questo articolo
  • Miss Drag Queen Lazio 2015 al Muccassassina

    Foto di Luciano Di Bacco per Dagospia

     

    Gabriella Sassone per Dagospia

    zahel zahel

     

    Sempre fresco e tosto e “sull’attenti”, sempre in pole position quando si tratta di trasgressione e divertimento così come quando si tratta di battersi a gran voce per i propri diritti, il popolo gaio, ringalluzzito ma neanche troppo dalle legge sulle unioni civili (per la serie, chi si accontenta è perduto). Scalda i motori il Gay Village, che apre i battenti il 1° giugno sempre al Parco del Ninfeo all’Eur per straziarci tutta l’estate fino al 12 settembre, trasformandosi questa volta in un College sui generis dove la solita Vladimir è la Preside, per nulla bacchettona.

     

    zahel (3) zahel (3)

    Madrina dell’opening inaugurale sarà nientedimenoche zia Mara Venier, reduce dal successo dell’Isola dei Poracci, e diventata anche grande amica dello spagnolito indemoniato e ridicolo nella sua forzata eccentricità Bosco Cobas, l’amico di Jonas Berami, che osa gonne e coroncine in testa. Mara se lo è portato appresso pure sere fa al compleanno magnereccio di Bisteccone Galezzi nel risto-chic Villa Paganini, dove ha trascinato anche lo gnocchetto Andrea Preti e l’amico del cuore di una vita Gianni Dei.

    zahel (2) zahel (2)

     

    weeze weeze

    Sempre avanti anche il divertimentificio rainbow Muccassassina, trasgressivissima one-night Glbt in scena ogni venerdì notte al Qube di via di Portonaccio. Qui ogni volta se ne inventano una nuova per far scatenare il popolo muccato, in un delirio di decibel, musica, sensualità, corpi mezzi nudi che si mescolano e si strusciano, passione, sesso che trasuda nell’aria e in pista (e chissà che succede nelle toilette). Ieri notte Mucca chiude i battenti con il party “Big Gold Grazy” e con una mirabolante mostra fotografica intitolata “Muccassassina – L’immaginazione al potere”.

    zahel (1) zahel (1)

     

    Quaranta foto formato 70 x 100, posizionate al Level 02 (sala House) dalle scale di accesso, al privè e nella main room, che ripercorrono grazie all’opera dei fotoreporter Letizia Giambalvo e Vitaliano Napolitano, i momenti salienti di questa fantastica 26a stagione targata Muccassassina.

    weeze (1) weeze (1) vergana vergana

     

    Venerdì scorso a Mucca gran delirio frocissimo per il grande party “MegaWoof”, sbarcato per la prima volta in Italia. Scatenati in pista tanti Bears, ovvero gli Orsi pelosi, barbuti, brutti sporchi e cattivi, che tanto attizzano alcuni gay. Special appearance Alex Marte e uno show pazzesco sul palco; in consolle Dj guest star Ivan Gomez.

    vergana (2) vergana (2)

     

    In un’altra sala, impazzava “Divas, The Impersonator Show” con le Drag Queen di Mucca trasformate nelle più grandi icone della musica internazionale: Beyoncè, Kylie Minogue e via cantando. A proposito di Drag: la settimana prima sul palco di Mucca riflettori puntati sulla finale di “Miss Drag Queen Lazio 2016”, seconda edizione. Otto concorrenti, super imparruccate, coi loro trucchi degni di Moira Orfei, zatteroni alti come grattacieli e abiti scintillanti, si son date battaglia per conquistare corona e scettro.

    weeze (2) weeze (2) elis elis

     

    A presentare le brave Drag sul palco, Matteo The Best e Nehellenia, ex Miss del Concorso e madrina dell’evento, diretto artisticamente da Diego Longobardi, che ha appena festeggiato il trentennale della sua carriera. La passerella era organizzata in collaborazione con il Mamma Mia” di Torre del Lago dove il 4 e 5 agosto si svolgerà la finalissima che decreterà la Drag Queen più orrendamente bella e baracconatamente brava del reame.

     

    stupendamente drag (2) stupendamente drag (2)

    Le 8 Drag-concorrenti hanno dato il meglio sul palco, sfidandosi in esibizioni, sketch comici, pattini e danze scatenate. A bordo campo a fare un tifo sfegatato ma anche a giudicare le colleghe senza alcuna pietà con quelle lingue lunghe come coltelli, uno stuolo di Drag ormai note, coi loro look esagerati e i loro nomi improbabili. Ecco tra provocazioni e battute senza peli sulla lingua (almeno non i loro), Silvana della Magliana, Helena Sederova, Antares De Fenix, Tekenaya, Morgana, Polena, Farida, Hestramin (vincitrice dello scorso anno), La Diamond, She Dorian Lux.

    silvana della magliana con i mucca dance silvana della magliana con i mucca dance

     

    Esilaranti i video per invitarle all’evento, postati nei giorni precedenti sulla pagina Facebook di Muccassassina. Variopinita anche la giuria di qualità, dove sedevano  Marco Garofalo, Beatrice Dondi e Andrea Dianetti. Alla fine, dopo aver apprezzato le performance e le varie tipologie di Drag, Femminile, Androgina, Baraccona, Vintage, Impersonator (perché essere Drag è una vera arte, non basta mascherarsi), la corona di “Miss Drag Queen Lazio 2016” è andata a Renee Coppedè.

    silvana della magliana canta baldracca a pagamento (3) silvana della magliana canta baldracca a pagamento (3)

     

    she dorian she dorian

    Tra applausi e polemiche come una serata di successo richiede, esplosione di coriandoli e musica celebrativa per accompagnare la vittoria di questa esuberante “ragazza”, che quasi non credeva di avercela fatta. Congratulazioni a Renee Coppedè.

     

    silvana della magliana canta baldracca a pagamento (2) silvana della magliana canta baldracca a pagamento (2)

    E poi la pista è tutta per gli aficionados del fantasmagorico mondo di Mucca, un pianeta a sé, dove i sessi si mescolano, si confondono come il sudore, si appiccicano, dove nessuno ti giudica male se sei una trans brasiliana col culone di silicone, un gay in canotta, un macho man borchiato, una checca scheccata, un bonario guardone, una lesbica assatanata, un pipparolo solitario, una esibizionista in cerca di sguardi spermatozoici. Ognuno lì dentro può essere quello che è senza paura di venir giudicato o umiliato. E’ per questo che Mucca non si discute: si ama.

    she dorian (3) she dorian (3) stupendamente drag stupendamente drag

     

    Condividi questo articolo

    FOTOGALLERY


    media e tv

    politica

    business

    cronache

    sport

    cafonal