CAFONALINO - SIAMO UOMINI DI MONDA! - LUCIA ANNUNZIATA E PAOLO SORRENTINO PRESENTANO IL PRIMO ROMANZO DI ANTONIO MONDA, TAPPA MONDANO-OBBLIGATA PER I RADICAL-CHIC CHE ATTERRANO A NEW YORK (HA PRESO IL POSTO DI FURIO COLOMBO) - IN PRIMA FILA I FRATELLI TAVIANI, UNO STRAVOLTO SAVERIO COSTANZO, LAURA MORANTE E BRACHETTI PERETTI…

Condividi questo articolo

Doto di Mario Pizzi da Zagarolo
Francesco Argento per "Nat1news.it"

VITTORIO TAVIANI E LAURA MORANTEVITTORIO TAVIANI E LAURA MORANTE

Presentato a Roma il 15 marzo alle 18 presso la Residenza di Ripetta (via di Ripetta 231) il libro di Antonio Monda «L' America non esiste» (Mondadori). Sono intervenuti la giornalista Lucia Annunziata e Paolo Sorrentino.

SORRENTINO MONDA ANNUNZIATASORRENTINO MONDA ANNUNZIATA

L'ultimo romanzo di Monda, è ambientato nella New York degli anni 50, quando a Manhattan approdano Nicola e Maria, fratello e sorella originari di un piccolo paesino del sud Italia. I due vengono accolti con affetto dal cugino del loro padre defunto, che gli offre un lavoro da portinai nel condominio di Brooklyn in cambio dell'alloggio.
E qui comincia l'avventura.

SAVERIO COSTANZOSAVERIO COSTANZO

Nicola non la prende bene, fatica ad adattarsi e reagisce male al cambiamento. Considera l'America un paese difficile, rozzo e volgare e gli va di traverso sin dal primo impatto: "La statua di cui parlava sempre il comandante, che conosceva la lingua di tutti gli emigranti, gli sembrò un monumento retorico e pesante: una donna verde con un libro, una torcia e un'assurda corona in testa".

ROSI GRECOROSI GRECO

Lo zio, un entusiasta, li va a prendere sulla sua Cadillac e indicando dal finestrino gli riassume la città: "Quello è l'Empire State Building, il grattacielo più alto di New York, non è bellissimo? Pensate che è stato costruito quando la gente, per sopravvivere, scendeva in strada a prendere la minestra. Questo è il bello dell'America. La puoi attaccare, umiliare, mettere in ginocchio, ma non muore mai."

Invece Maria, un pò sognatrice, un pò rassegnata, in qualche modo si adagia, con atteggiamento indifferente alla nuova vita. La ragazza, all'inizio restia ad allontanarsi dal suo microcosmo di quartiere, conoscerà la citta grazie a Nathan, un attore spiantato, che la guiderà tra le bellezze e la magia dei quartieri, dei grattacieli, consentendo peraltro all'autore di esprimersi in emozionanti descrizioni della città, chiaramente condite da esperienze e sensazioni autobiografiche.

PERSENTAZIONE LIBRO ANTONIO MONDAPERSENTAZIONE LIBRO ANTONIO MONDA

L'altro protagonista della storia, Nicola, più sanguigno, preferisce non vagare tra le architetture miracolose ma inizia a collaborare con il mondo della boxe, quella di Rocky Marciano, il campione del mondo dei pesi massimi che si ritirerà imbattuto nel 1956.
Anche Nic vivrà il suo amore, allontanandosi dal bordo ring grazie a Tess, una gallerista che lo introdurrà nel modo culturale degli scrittori, e di registi come Elia Kazan.

PAOLO TAVIANIPAOLO TAVIANI

Sono anni in cui a New York sta accadendo di tutto, la spinta del dopoguerra fa esplodere l'arte e la creatività, New York grazie all'opera di una mecenate come Peggy Guggenheim e ad artisti quali Pollock e Rothko, tanto per citarne un paio, è diventata la capitale dell'arte spodestando Parigi.

PAOLO SORRENTINOPAOLO SORRENTINO

L'America, "il posto dove tutto prima o poi accade", spariglia le carte e segna la vita e il futuro dei due giovani, l'energia della città e il racconto di Monda sui destini incrociati dei ragazzi, ci confermano una cosa: New York è sempre lo scenario ideale per un bel romanzo.

ANTONIO MONDAANTONIO MONDA

 

 

Condividi questo articolo

FOTOGALLERY

media e tv

HA RAGIONE MARCHESI: ''GUARDANDO MASTERCHEF SI IMPARANO CAGATE''- “IL SALE EVAPORA”, “L’UOVO À LA COQUE CUOCE IN 6 MINUTI, L’UOVO SODO IN 10-12”: A SANREMO IL GIUDICE DI MASTERCHEF CANNAVACCIUOLO SCODELLA CASTRONERIE IN SERIE - LA RETE SI SCATENA MA SUL PALCO NESSUNO LO CONTRADDICE...

Ok, che il sale è un solido e dunque sedimenta ma non evapora a 100 gradi lo abbiamo imparato alle medie, così come in 6 minuti l’uovo diventa barzotto. E allora, cosa facciamo adesso? Smettiamo di idolatrare Cannavacciuolo, di guardare MasterChef, di credere alla guida Michelin?...

politica

IL SUICIDIO DEL CENTRO-DESTRA: DOPO LA CANDIDATURA MENEGHINA DI PARISI (SALA RINGRAZIA), QUELLA DI BERTOLASO A ROMA (I GRILLINI FESTEGGIANO) - L'EX CAPO DELLA PROTEZIONE CIVILE È IMPUTATO NEL PROCESSO SULLA "CRICCA" DEGLI APPALTI AL G8 E RINVIATO A GIUDIZIO NEL PROCESSO GRANDI RISCHI BIS ALL'AQUILA

Marchini: “Voglio con grande determinazione dare voce a quei romani "liberi e forti" che non si riconoscono nel PD e nel Movimento 5 stelle. Siamo liberi dai pregiudizi e forti nella incrollabile determinazione di far rinascere Roma…”

business

RCS È A UN PASSO DAL TRACOLLO, A 83 ANNI BAZOLI È COSTRETTO AD OCCUPARSI ANCORA UNA VOLTA DEL CORRIERE DELLA SERA. PROTAGONISTI LUI, GIANFELICE ROCCA, ANDREA BONOMI E ALTRI VOLONTEROSI CHE VORRANNO AVVENTURARSI NELL’IMPRESA DI INIETTARE NELLE CASSE DELLA CASA EDITRICE ALMENO 200 MILIONI

John Elkann non vede l’ora di mollare tutto, e se non fosse di gran lunga il primo socio della scombiccherata compagine lo avrebbe fatto da tempo. Non parliamo di Sergio Marchionne, che si ritrova le perdite in capo a Fiat....

cronache

AL SISI, DÌ LA VERITÀ! CHI SPIAVA GIULIO REGENI? CHI LO FOTOGRAFAVA DI NASCOSTO? CHI LO AVEVA RITENUTO PERICOLOSO AL PUNTO DI FARLO “ATTENZIONARE”? E COSA VOLEVA SAPERE CHI LO HA TORTURATO FINO ALLA MORTE?

La sera in cui è sparito, Regeni doveva incontrare Hassamein Kashek, un anziano professore ritenuto l'ideologo carismatico della dissidenza al regime di Al Sisi - Ascoltati, sempre a Roma, anche tre ricercatori della stessa università americana dove Giulio svolgeva le sue ricerche sui sindacati degli ambulanti…

sport

PALLONI SGONFIATI - DA PALLOTTA A THOHIR, I MAGNATI STRANIERI SI SONO GIA’ STANCATI: SENZA OPPORTUNITA' DI BUSINESS, BYE BYE CALCIO ITALIANO - L'INDONESIANO ORA CERCA SOCI PER L'INTER: “HO CHIESTO A GOLDMAN SACHS DI CERCARE PARTNER CINESI”

Il presidente dell’Inter conferma di essersi rivolto alla banca d’affari per cercare nuove opportunità: “In Cina c’è un bacino potenziale di 113 milioni di tifosi” - Thohir è tornato anche sull’eventualità che Moratti possa vendere la sua quota di minoranza: “Nessun problema, la partnership”

cafonal

CAFONALINO - BEN STILLER HA SCELTO ROMA PER L'ANTEPRIMA MONDIALE DEL SUO DELIRANTE, ATTESISSIMO E GIÀ STRACULT ''ZOOLANDER 2'' - 'SO CHE MILANO È LA CAPITALE DELLA MODA, MA ROMA È OPULENTA E MERAVIGLIOSA'. DOPO AVER GIRATO IN CITTÀ PER 4 MESI, IL RITORNO CON OWEN WILSON È ACCOLTO IN PERFETTO STILE 'MARZIANO A ROMA': ''ARIECCOLI!'' - LA FESTA, IL FLASH-MOB DA VALENTINO, LE PROIEZIONI

Ben Stiller racconta l'infanzia con due genitori famosi, ''passata da solo sul divano davanti a una televisione sempre accesa'', i primi sogni di cinema a 9 anni, la sfiducia sul suo talento, la confessione (ritrattata) di soffrire di sindrome bipolare - In vetrina a Piazza Mignanelli, i fan in selfie-delirio...