costa crociere

leggi tutti gli articoli e le news aggiornate su costa crociere

IN TRIBUNALE PER CERCARE LA CONCORDIA - AL PROCESSO IN SCENA AL TEATRO DI GROSSETO PARLANO I TESTIMONI: “LA NAVE ERA INCLINATA. SCHETTINO MI È PASSATO DAVANTI CORRENDO, CON QUATTRO SUOI UFFICIALI. HANNO CALATO UNA SCIALUPPA. LUI ERA STRAVOLTO. NOI ABBIAMO POTUTO PRENDERE SOLO LA SCIALUPPA DOPO LA LORO” - “NON HO VISTO UN UFFICIALE, L'EVACUAZIONE CE LA SIAMO FATTA DA SOLI, AIUTATI DAI CUOCHI” - HILAIRE BLEMAND DA GUADALUPA HA PERSO SUO FIGLIO: “VOI, ITALIENS, INUMANI”...

LA MERKULONA A MONTI: “COMPLIMENTI PER IL CALO DELLO SPREAD!” - IN EFFETTI IL DIFFERENZIALE TRA I BOND SCENDE A 308 (RENDIMENTO SOTTO IL 5%), IL MINIMO DA SETTEMBRE - MILANO EUFORICA A 2,9%, BENE LE BANCHE INIETTATE DA DRAGHI, MALE PREMAFIN (-2%) - IL SEGNO CHE LA FIAT è ORMAI A DETROIT: BOOM IN BORSA (+5%) COI DATI CHRYSLER, NONOSTANTE LE IMMATRICOLAZIONI ITALIANE SIANO CROLLATE DEL 20% (MA IL DATO è USCITO A BORSA CHIUSA) - EQUITALIA AMMORBIDISCE: RATEIZZAZIONI VELOCI FINO 20MILA EURO…

ALLORA AVEVA RAGIONE LA PUBBLICITÀ: “TUTTO È POSSIBILE SU UNA NAVE DA CROCIERA COSTA”! - PIER LUIGI FOSCHI, A FRONTE DEI DISASTRI DELLA COMPAGNIA DA LUI GUIDATA, DIMOSTRA UN FIUTO INVIDIABILE PER LA FINANZA: IL 28 DICEMBRE SCORSO, DUE SETTIMANE PRIMA DELLA TRAGEDIA DELLA CONCORDIA, VENDE TITOLI CARNIVAL INCASSANDO 813 MILA DOLLARI - NEL FEBBRAIO 2011 AVEVA ESERCITATO OPZIONI PER 1100 AZIONI A 47,5 DOLLARI, SPENDENDO 50 MILA DOLLARI. E NE AVEVA VENDUTE 15.500 INCASSANDO OLTRE 750 MILA DOLLARI…

ONTA SU ONTA - DOPO LA CONCORDIA È FINITA PURE L’ALLEGRIA: LE FIAMME, IL BLACKOUT, I MOTORI SPENTI E LA “COSTA ALLEGRA” ALLA DERIVA DI FRONTE ALLE SEYCHELLES - RIMORCHIATA DA UN PESCHERECCIO TOCCHERÀ LA RIVA DOMANI: IN MILLE "ALL’AGGHIACCIO" SUI PONTI, SENZA ACQUA NÉ CIBO E CON I BAGNI ROTTI NELL’ATTESA DELL’ELICOTTERO CON I RIFORNIMENTI - L’EMERGENZA GESTITA DALLO STESSO TEAM INDAGATO PER LA CONCORDIA - MORETTI: “LA ‘ALLEGRA’ AVEVA SUPERATO TUTTI I CONTROLLI” - UN’ALTRA BATOSTA MILIONARIA PER COSTA CROCIERE - VIDEO DELLA NAVE ALLA DERIVA

1- NESSUN PENTIMENTO DEI GIORNALISTI PER IL VENERDI’ 13 DELL’INFORMAZIONE: LA PRIMA NOTIZIA DEL NAUFRAGIO BATTUTA DALL’ANSA INTORNO ALLE 23. A MEZZANOTTE ERA LA PRIMA NOTIZIA DEL GR RAI, MA GLI SCHETTINO IN REDAZIONE HANNO IGNORATO L’SOS 2- NELL’ERA DELLA TELEFONIA MOBILE, DOVE TUTTI SONO RAGGIUNGIBILI A QUALUNQUE ORA, NESSUNO HA AVVERTITO L’URGENZA DI VERIFICARE LA GRAVITÀ DELLA NOTIZIA CHIAMANDO LA CAPITANERIA DI PORTO, I VIGILI DEL FUOCO O LA FINANZA DEL GROSSETANO. PER CARITÀ, NON DICO DI CONTATTARE LA AC-COSTA CROCIERE, MUNIFICO INSERZIONISTA PUBBLICITARIO. FORSE SAREBBE STATO INDELICATO AGLI OCCHI DEL MARKETING 3- MIO DIO CHE SILENZIO E’ CALATO SU FINMECCANICA DOPO LA CACCIATA DI GUARGUAGLINI, MA QUALCUNO AD APRILE VUOLE SCUOIARE LUIGI ORSI, ORFANO DELLA LEGA DI BOSSI 4- BEBE’ BERNABE’, LASCIATA TELECOM, POTREBBE COSI’ SCALARE IL MONTEGRAPPA (VIA) 5- GRAN PARTE DELL’INFORMAZIONE È “COMPRATA” CON LA PUBBLICITÀ: PAGHI 1 E PRENDI 13

INCHINO VERITAS (“PER FARE PUBBLICITÀ”) - SCHETTINO INTERCETTATO SCARICA IL SALUTO AL GIGLIO SULLA “AC-COSTA” CROCIERE: "PER DAR RETTA AL MANAGER, PASSA DA LÌ PASSA DA LÌ!” - L’EX COMANDANTE PALOMBO SCARICA INVECE SU LIVORNO: “QUATTRO INCHINI AL GIGLIO CONCORDATI CON LA CAPITANERIA” - I SISTEMI DI BILANCIAMENTO DELLA NAVE NON FUNZIONAVANO - LO STAFF RACCONTA: “SCENE DI PANICO E BOTTE ALL’EQUIPAGGIO CHE IMPEDIVA L’ACCESSO ALLE SCIALUPPE… HO VISTO GENTE SALTARE IN ACQUA E NON RIEMERGERE PIÙ”…

CARNIVAL ANIMAL - IL PATRON DELLA COSTA CROCIERE, L’AMERICANO MICKY ARISON NON SI CONCEDE AI MICROFONI E MANDA A DIRE CHE LO STILE DEL GRUPPO È DI LASCIARE “AMPIA AUTONOMIA AI MANAGEMENT NAZIONALI” (COME DIRE, PRENDETEVELA CON L´AD DI COSTA PIER LUIGI FOSCHI) - ARISON HA SGUINZAGLIATO I SUOI ESPERTI DI IMMAGINE PER CERCARE DI METTERE AL SICURO LA CARNIVAL DAL RISCHIO NAUFRAGIO - DEL DOSSIER SI OCCUPERÀ LO STESSO LEGALE CHE DIFESE COSTA CROCIERE NEL 2006 DOPO L’INCIDENTE SULLA MAGICA…

CHE DOCUMENTI È ANDATO A PRENDERE CAPITAN NAUFRAGIO IN CABINA MENTRE LA CONCORDIA AFFONDAVA? - SUBITO DOPO L'IMPATTO A SCHETTINO FU DETTO CHE ERA STATO “PERSO IL CONTROLLO DELLA NAVE”. MA DECISE DI RITARDARE L’EVACUAZIONE - UN UFFICIALE: “HO VISTO LO SQUARCIO NELLA FIANCATA DELLA NAVE E L'ACQUA CHE ENTRAVA, IL BLACKOUT È STATO QUASI IMMEDIATO... C’ERANO 5 LOCALI ALLAGATI E LA NAVE POTEVA REGGERE FINO A 3 LOCALI ALLAGATI... IL SEGNALE DI EMERGENZA È ARRIVATO DOPO MEZZ'ORA”…

1- GLI SCHETTINO DELLA VIRGOLA A FORZA DI RIMIRARE ESTASIATI I MONTI (MARIO) VENERDÌ 13 GENNAIO NON SI SONO ACCORTI CHE IN MARE, A UN’ORA DALLA CAPITALE, AVEVA LUOGO LA PIÙ GRAVE SCIAGURA NAVALE DAI TEMPI LONTANI DELL’ITALIANISSIMA “ANDREA DORIA” 2- IL GIORNO DOPO, LA TRAGEDIA DEL NAUFRAGIO DELLA CONCORDIA NON TROVAVA SPAZIO NELLE PRIME PAGINE DEL ‘CORRIERONE’ E DELLA ‘REPUBBLICA’. LA NOTIZIA GIACEVA NELLE CRONACHE INTERNE CON UNA CORRISPONDENZA STRINGATA DA LIVORNO 3- GALLI DELLA LOGGIA SCOPRE L’OLIGARCHIA DEI GRAND COMMIS E DIMENTICA LA GENEROSA LOBBY DEI DIRETTORI DI GIORNALI, SEMPRE GLI STESSI, CHE DOPO AVER FATTO L’INCHINO AI VARI AGNELLI, ROMITI E GERONZI RECLAMANO POI L’AUTONOMIA DELLA STAMPA 4- BRAGANTINI S’ACCORGE SOLO DOPO LA LORO CADUTA CHE I LIGRESTI AVEVANO PROTEZIONE (E SOLDI) DA MEDIOBANCA. E LA CONSOB, DI CUI BRAGANTINI È STATO A LUNGO COMPONENTE INDIPENDENTE, SU COSA VIGILAVA? E DEI RAPPORTI STRETTI TRA CUCCIA E LIGRESTI HA MAI SENTITO PARLARE L’EDITORIALISTA À LA CARTE DI VIA SOLFERINO?

1- PIÙ CHE CON LA POPPA DELLA NAVE, SCHETTINO IMPEGNATO CON LE POPPE DELLA MOLDAVA 2- ALLEGRAMENTE ATTOVAGLIATO CON LA BIONDA DOMNICA CEMORTAN, MOLDAVA DI 25 ANNI CON PASSAPORTO RUMENO, UNA EX BALLERINA, GIÀ HOSTESS A CONTRATTO DELLA COSTA, IL COMANDANTE INFOJATO ANZICHÉ ALZARE GLI OCCHI SULLA ROTTA HA ALZATO IL GOMITO SCOLANDOSI UNA BOTTIGLIA DI VINO. A QUEL PUNTO ERA PRONTO, A FARE IL CAZZARO DEI SETTE MARI: ACCOSTARE E "INCHINARE" DOVE NESSUNO HA OSATO MAI 3- DI PIÙ! GLI INVESTIGATORI SI DOMANDANO “COME MAI A QUELLA DONNA, CHE PURE HA IL BIGLIETTO, NON RISULTI SIA STATA ASSEGNATA UNA CABINA. DOVE DORMIVA?” CON SCHETTINO?

1- DUE INCREDIBILI E AGGHIACCIANTI TESTIMONIANZE INCHIODANO AL MURO CAPITAN CODARDO 2- ROGELIO BARISTA, CUOCO FILIPPINO DELLA CONCORDIA HA RACCONTATO ALLE TELECAMERE DI “GOOD MORNING AMERICA”, DELL’EMITTENTE USA ABC: “SCHETTINO CI HA CHIESTO DI PREPARARGLI LA CENA ATTORNO ALLE 22-22.30 (LA NAVE AVEVA URTATO LO SCOGLIO ALLE 21.45). ERA CON UNA DONNA BRUNA. HO CHIESTO ALL’ALTRO CUOCO, JASON VELASCO, COSA PASSASSE IN QUEL MOMENTO PER LA MENTE DEL CAPITANO. STAVA VENENDO GIÙ TUTTO, COMPRESA LA NOSTRA CUCINA. MI SONO AFFACCIATO IN SALA E L’HO VISTO CHE ASPETTAVA UN DRINK E IL DESSERT PER LA SUA COMPAGNA” 3- MARCO MONDA, UNO DEI SUPERSTITI DEL NAUFRAGIO A “CHI L’HA VISTO?”: “ERAVAMO CON MIA MOGLIE AL RISTORANTE ESCLUSIVO, ALL'ULTIMO PIANO DELLA NAVE, ERANO LE 21,15 ED HO VISTO IL COMANDANTE ARRIVARE AL RISTORANTE IN COMPAGNIA, ABBRACCIATO CON DUE RAGAZZE, UNA BIONDA E UNA CON I CAPELLI SCURI. MOSTRAVA ALLE DUE RAGAZZE LA VETRATA DEL RISTORANTE, LA VETRATA DA CUI SI VEDEVA L'ISOLA DEL GIGLIO”

1 2