PIÙ PAY PER TUTTI - DALL’UNIONE EUROPEA PESSIME NOTIZIE PER MURDOCH: LE FASI FINALI DI CAMPIONATI EUROPEI E MONDIALI LE DOVRANNO TRASMETTERE IN CHIARO LE TV DI STATO - IN ARRIVO ANCHE LA LIBERALIZZAZIONE DELLE SCHEDE DEI GESTORI ESTERI - DURO COLPO PER UEFA E FIFA (I DIRITTI VARRANNO INEVITABILMENTE MOLTO MENO) - ORA LA RAI PUÒ RECUPERARE I DIRITTI DI BRASILE 2014 CON MAGGIORE FACILITÀ - È LA LEGGE BOSMAN DELLE PAY TV…

Condividi questo articolo

Marco Zatterin per \"La Stampa\"

RupertRupert Murdoch con telecomando Sky


Arriva un\'altra europicconata, la seconda in due settimane, per i numi del calcio satellitare a pagamento. Il Tribunale di primo grado dell\'Ue ha confermato il principio secondo cui tutti i grandi match pallonari, dalla fase finale di Coppa del Mondo a quella degli Europei, devono poter essere trasmessi in chiaro dalle tv di Stato. La sentenza emessa ieri si appella «al diritto all\'informazione e alla necessità di assicurare un ampio accesso del pubblico agli eventi». Di fatto, smantella il monopolio delle partitissime e infligge un duro colpo a Uefa e Fifa, che si erano rivolte alla magistratura comunitaria per capovolgere un\'analoga delibera della Commissione. Ora hanno due mesi per l\'eventuale ricorso.

SEPPSEPP BLATTER

Passo dopo passo, i poteri a dodici stelle stanno riscrivendo il mercato del football formato parabola. Ai primi di febbraio, un parere dell\'Avvocato Generale della Corte europea di giustizia ha già aperto la via alla liberalizzazione delle vendita delle schede delle pay tv. Se sarà accolto dal collegio di togati nel nome della libera circolazione dei servizi, si avrà facoltà di riorientare l\'antenna verso un\'eventuale stazione straniera che offra gli incontri delle squadre italiane a un costo inferiore. L\'uso di carte di provenienza estera è attualmente proibito.

PARLAMENTOPARLAMENTO EUROPEO

L\'hanno chiamata la legge Bosman delle televisioni a pagamento, riesumando il nome del giocatore belga che fu all\'origine del pronunciamento che ha eliminato il tetto sugli stranieri (europei) da utilizzare.

In attesa della sentenza definitiva, il Tribunale dell\'Ue ha segnato un altro eurogol ai magnate del pallone (Murdoch su tutti), strappando loro il monopolio delle competizioni globali. «Sono partite che attirano un\'audience che normalmente non s\'interessa al calcio», gente che non necessariamente guarda le sfide undici contro undici durante il resto dell\'anno, spiega la sentenza. Vedere i mondiali, insomma, è un diritto da garantire a tutti.

spagnaspagna germania Mondiali Sudafrica 2010

In origine era stata la Commissione a vietare la concessione in esclusiva alle pay-tv dei diritti di trasmissione di tutte le partite di calcio della fase finale dei campionati europei e mondiali, mossa che aveva legittimato Belgio e Regno Unito a rompere il fronte. Uefa e Fifa si sono opposte.

PArtitaPArtita Brasile Olanda Mondiali

A loro avviso la misura era giustificabile solo negli incontri «prime» della Coppa del mondo (semifinali, finale e partite della nazionale) e per i «gala» dell\'Euro (apertura e finale). Il Tribunale ha detto che la libertà va estesa a ogni capitolo della competizione.

masimasi

Ne consegue che gli Stati potranno dire quali sono le partite che ritengono debbano essere di pubblico dominio, senza nemmeno l\'obbligo di informare la Commissione, perché la rilevanza non si può stabilire a priori. Il caso italiano è lampante. Sky ha i diritti per i Mondiali 2014 in Brasile e una parte potrebbe rivenderli alla Rai che, adesso, ha la strada aperta per intascarseli con maggiore facilità. Immense le potenziali conseguenze. Alla luce della liberalizzazione anche i compensi alle squadre, come quelli alle federazioni, potrebbero non essere più gli stessi.

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

“CONTE? IO SONO UN SOSTENITORE DELL’ATTUALE PRESIDENTE DEL CONSIGLIO. NON NE VEDO DI MIGLIORI ALL'ORIZZONTE E QUINDI TUTTO SOMMATO….” - D’ALEMA SCATENATO AL PREMIO COLALUCCI – "IL CASO DIAWARA? QUI SIAMO OLTRE QUELLO CHE È ACCETTABILE. IL RESPONSABILE NE RISPONDA A SOCIETÀ E TIFOSI - DZEKO? SE A VERONA AVESSE GIOCATO, ALMENO SUL CAMPO AVREMMO VINTO" - GRAVINA: “IN OCCASIONE DI ITALIA-OLANDA A BERGAMO VORREMMO APRIRE OLTRE I MILLE SPETTATORI CONSENTITI” - I PREMIATI: FOTO

viaggi

salute