AAA: CERCASI HACKER - IL COLLETTIVO RUSSO “KILLNET” HA RECLUTATO 3MILA CYBER-MERCENARI NEL GIRO DI 72 ORE, CON LA CAMPAGNA “PANOPTICON” - IL GENERALE RAPETTO: “HANNO SCELTO DI CARICARE A BORDO ‘BASTARDI SENZA GLORIA’ CHE SI REPUTANO SEMPLICEMENTE IN CONDIZIONE DI COMBATTERE. MENTRE DALLE NOSTRE PARTI L’AGENZIA PER LA CYBERSICUREZZA NAZIONALE CERCA SU LINKEDIN I POSSIBILI CANDIDATI (E MAGARI SU EBAY LE ATTREZZATURE…), ALTROVE SI PROCEDE COME I PROTOCOLLI DI COMBATTIMENTO ESIGONO. LA CYBERWAR NON È ROBA PER PRIMI DELLA CLASSE…”

-

Condividi questo articolo


Umberto Rapetto per www.infosec.news

 

UMBERTO RAPETTO 1 UMBERTO RAPETTO 1

Nel giro di 72 ore l’arruolamento di volontari del crimine informatico e della guerra cibernetica ha superato le tre migliaia. La chiamata alle armi della gang di delinquenti “KillNet”, che spalleggia il governo russo sul fronte Internet, è la più consistente iniziativa di raccolta di risorse umane a fini bellici.

 

Il “recruiting” organizzato per la manovra virtuale “Panopticon” è destinato a rimanere impresso nell’immaginario collettivo, andando ad affiancare il celeberrimo manifesto di oltre un secolo fa in cui un imperioso Zio Sam con il dito puntato verso l’osservatore intimava “I want You for U.S. Army” lasciando lo spazio a fondo pagina per riportare il più vicino punto di coscrizione.

 

PANOPTICON - LA CAMPAGNA DI RECRUITING DEL COLLETTIVO DI HACKER RUSSO KILLNET PANOPTICON - LA CAMPAGNA DI RECRUITING DEL COLLETTIVO DI HACKER RUSSO KILLNET

Mentre dalle nostre parti – non sapendo chi piazzare nei ranghi di un ipotetico battaglione virtuale di difesa – l’Agenzia per la Cybersicurezza Nazionale cerca su Linkedin i possibili candidati (e magari su eBay le attrezzature…), altrove si procede come i protocolli di combattimento esigono.

 

Forse nel mondo occidentale, magari soprattutto nell’universo tricolore, occorre rispettare formalità e soprattutto essere polically correct così da non escludere nessun partito dalla consueta collocazione di soggetti sponsorizzati e poi identificati come “in quota” a questo o quello schieramento. E’ la dinamica di selezione nelle grandi aziende pubbliche – dal CdA alla dirigenza – e di tante ossequiose imprese private. Probabilmente la lentezza nel trovare i nostri “soldati” risente anche di questo oltre che della superficiale “conoscenza del terreno”.

 

In Rete l’orologio corre più veloce e pure il calendario ha un incedere fulmineo: i mesi della nostra burocrazia equivalgono ad ere geologiche ma nessuno ritiene opportuno darne il giusto peso. Si arriva all’assurdità di redigere piani strategici quinquennali, dimenticando che solo tra una settimana ci saranno mille nuovi problemi.

putin hacker russi meme putin hacker russi meme

 

Il percorso da seguire è dissestato, pieno di imprevisti e in salita. Chi parla di “roadmap” convinto di incantare gli interlocutori dovrebbe (invece di muoversi con autista, sirena e lampeggiante) provare il brivido di una pista da motocross, dal vero, magari cadendo e respirando la polvere e ammaccandosi un po’.

 

La cyberwar non è roba per primi della classe, impomatati come il figlio del Perozzi nell’indimenticabile “Amici miei”, Occorre gente che non si è formata solo sui libri ma che ha le cicatrici dei troppi duelli, che ha il fisico da incursore e non da lanciatore di coriandoli (magari tocca passare 48 ore consecutive alla tastiera senza nemmeno poter andare in bagno), che ha la fantasia di un inventore genialoide e la curiosità di una suocera impicciona. Nessuno di questi requisiti è incluso nei “bandi” di assunzione.

il tool utilizzato da killnet contro le istituzioni italiane il tool utilizzato da killnet contro le istituzioni italiane

 

Molto più facile per chi attacca trovare i miliziani occorrenti. Quelli di KillNet hanno scelto di caricare a bordo non “cresimandi” ma “bastardi senza gloria” che si reputano semplicemente in condizione di combattere.

 

Mi auguro che si propongano anche i nostri specialisti dell’Intelligence e delle Forze dell’Ordine. Dico sul serio. Non è affatto una battuta.

la backdoor individuata la backdoor individuata

 

E’ importante essere nei ranghi avversari quando – come annunciato via Telegram – verranno date le istruzioni, così da poter comunicare ai “nostri” quale sia la direzione intrapresa dai cyber-lanzichenecchi.

UMBERTO RAPETTO UMBERTO RAPETTO

 

Un vantaggio infinitesimale, certo, ma sufficiente a garantire il tempo di staccare la spina ed evitare il peggio…

hacker russi hacker russi

 

la stringa in russo con la richiesta di aiuto la stringa in russo con la richiesta di aiuto

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

TRA I VOLTAGABBANA DEI NOSTRI TEMPI C’E’ ANCHE MASSIMO CACCIARI – OSPITE DI “OTTO E MEZZO”, DOPO I NUMEROSI ATTACCHI AL GOVERNO DRAGHI (ACCUSATO DI ESSERE IL GOVERNO SERVO DEGLI AMERICANI, DEL PENSIERO UNICO, FEROCE OPPRESSORE DELLE NOSTRE LIBERTÀ CON IL GREEN PASS), IL FILOSOFO SI E’ ILLUMINATO ALL’IMPROVVISO: “SENZA DRAGHI NOI NON STAREMMO MEGLIO, STAREMMO 10 MILIARDI DI VOLTE PEGGIO. SENZA DI LUI, L’EUROPA NON CI AVREBBE DATO I SOLDINI E BENE O MALE CI STA PARANDO DALLE VARIE EMERGENZE, PRIMA LA PANDEMIA E POI LA GUERRA” – CHISSA’ SE IL RAVVEDIMENTO OPEROSO DI CACCIARI SI DEVE ALLA DEFLAGRAZIONE DEL M5S A CUI HA TIRATO LA VOLATA NEGLI ULTIMI ANNI…

business

MILLERI E UNA NOTTE - DEL VECCHIO ERA RICOVERATO DA OLTRE UN MESE AL SAN RAFFAELE DI MILANO PER UN “INSULTO” AL CUORE, AGGRAVATO DA UNA POLMONITE BILATERALE - IL PAPERONE DI AGORDO INTRAPRESE MALVOLENTIERI LA CONQUISTA DI MEDIOBANCA, FATTA SOPRATTUTTO SU SOLLECITAZIONE DEL SUO DELFINO FRANCESCO MILLERI, CHE HA SEMPRE MALSOPPORTATO (EUFEMISMO) NAGEL. UN’OSTILITÀ CHE SI TRASFORMÒ IN ASTIO QUATTRO ANNI FA, ALL’EPOCA DEL FALLITA PRESA DELLO IEO E DEL MONZINO - A QUESTO PUNTO, TUTTO IL MONDO DELLA FINANZA È GOLOSO DI SAPERE SE I SETTE EREDI PERMETTERANNO ANCORA AL VISPO MILLERI DI CONTINUARE A GETTARE MILIARDI SULLA IRTA STRADA CHE PORTA A ESPUGNARE PIAZZETTA CUCCIA, O MAGARI LO CONVINCERANNO A CAMBIARE IDEA…

cronache

“MI SONO INNAMORATA DI UN UOMO BISESSUALE” – IL LUNGO RACCONTO DI MONICA, UNA DENTISTA 38ENNE DI ROMA: “QUANDO L’UOMO CHE FREQUENTAVO MI HA RACCONTATO DEI SUOI EX, NON SAPEVO COME COMPORTAMI. AVEVO MILLE DOMANDE CHE MI FRULLAVANO PER LA TESTA. UNA SERA, AD UNA CENA CON DEI SUOI AMICI, UN UOMO CHE NEANCHE LUI CONOSCEVA HA INIZIATO A STUZZICARLO, IGNORANDO TOTALMENTE IL FATTO CHE STAVAMO ASSIEME E LUI…” – LA PSICOLOGA: “UNA DELLE PAURE PIÙ RICORRENTI È PENSARE DI NON ESSERE IN GRADO DI SODDISFARE IL PROPRIO PARTNER, DI NON ESSERE PIÙ L’UNICO OGGETTO DI DESIDERIO…”

sport

cafonal

CAFONALINO PALLONARO - SI STAVA MEGLIO QUANDO C'ERA MATARRESE? L'EX PRESIDENTE DELLA SERIE A E DELLA FIGC HA PRESENTATO AL SALONE D'ONORE DEL CONI IL SUO LIBRO "E ADESSO PARLO IO": "SONO RATTRISTATO NEL CONSTATARE IL MOMENTO CRITICO CHE STA VIVENDO IL CALCIO ITALIANO. NON VOGLIO FARE PROCESSI, MA VI SIETE INCATTIVITI" - AD ASCOLTARLO C'ERANO I PRESIDENTI DELLA LAZIO, CLAUDIO LOTITO, E DELLA LEGA DI A, LORENZO CASINI. PRESENTI ANCHE GABRIELE GRAVINA, LUCA PANCALLI, VITO COZZOLI, GIANCARLO ABETE E FRANCESCO GHIRELLI, OLTRE AL PADRONE DI CASA GIOVANNI MALAGÒ E… - FOTO

viaggi

salute