BEPPE GRILLO È INDAGATO A MILANO PER TRAFFICO DI INFLUENZE ILLECITE PER ALCUNI CONTRATTI PUBBLICITARI SOTTOSCRITTI DALLA COMPAGNIA DI NAVIGAZIONE "MOBY" CON IL BLOG BEPPEGRILLO.IT - I PM HANNO MESSO NEL MIRINO ALCUNI "TRASFERIMENTI DI DENARO" DA PARTE DEL GRUPPO DI VINCENZO ONORATO (ANCHE LUI INDAGATO) ALLA "BEPPE GRILLO SRL" - I MAGISTRATI IPOTIZZANO CHE GRILLO SI SIA ATTIVATO CON FAVORI POLITICI PER "RICAMBIARE" LA GENEROSITA' DI ONORATO (HA SGANCIATO 120 MILA EURO SIA NEL 2018 CHE NEL 2019)

Condividi questo articolo


BEPPE GRILLO INDAGATO A MILANO PER CONTRATTI CON MOBY

(ANSA) - Beppe Grillo è indagato a Milano per traffico di influenze illecite per alcuni contratti pubblicitari sottoscritti dalla compagnia di navigazione Moby con il blog Beppegrillo.it.

 

BEPPE GRILLO BEPPE GRILLO

Nell'inchiesta della Gdf, coordinata dall'aggiunto Maurizio Romanelli e dal pm Cristiana Roveda, sono in corso attività con perquisizioni e acquisizioni di documenti. Su Moby, ammessa al concordato preventivo di recente, è in corso un'inchiesta per bancarotta, coordinata dal pm Roberto Fontana, che vede indagati il patron Vincenzo Onorato e il figlio.

 

Da una tranche di questa indagine, e in particolare da una relazione depositata da un consulente tecnico della Procura, è nato il filone per traffico di influenze illecite. Il fascicolo vede al centro "trasferimenti di denaro" da parte del gruppo Onorato alla società di Grillo che gestisce il sito, la Beppe Grillo srl, per il pagamento di contratti pubblicitari, tra il 2018 e il 2019.

vincenzo onorato vincenzo onorato

 

L'indagine era partita, tra l'altro, da una relazione tecnica, allegata al concordato preventivo e firmata da Stefani Chiaruttini, nella quale si parlava di 200 mila euro versati alla Beppe Grillo srl per un contratto che va dal marzo 2018 al marzo 2020 "volto ad acquisire visibilità pubblicitarie per il proprio brand sul blog" del comico-politico, di 600 mila per due anni per la Casaleggio Associati per "sensibilizzare le istituzioni sul tema dei marittimo" e per "raggiungere una community di riferimento di 1 mln di persone". Inoltre, di 200 mila euro alla Fondazione Open "sostenitrice" di Matteo Renzi, di 100 mila euro al Comitato Change legato al presidente della Liguria Giovanni Toti, di 90 mila al Partito Democratico, per chiudere con 10 mila euro a Fratelli d'Italia.

 

beppe grillo al mare in sardegna 10 beppe grillo al mare in sardegna 10

E ancora 550mila euro destinati a Roberto Mercuri (non indagato), ex braccio destro dell'ex vicepresidente di Unicredit Fabrizio Palenzona a cui si aggiungono, oltre ai 50 mila euro all'associazione senza fini di lucro "Fino a prova contraria", l'acquisto e la ristrutturazione per 4.5 milioni di una villa in Costa Smeralda per "rappresentanza" aziendale, appartamenti di lusso a Milano "in uso a rappresentanti del Cda", noleggio di jet privato e auto come Aston Martin e Rolls Royce, Mercedes o Maserati Levante. Allo stato, comunque, eccetto Beppe Grillo, gli altri nomi indicati nella relazione non risultano iscritti nel registro degli indagati.

BEPPE GRILLO NEL 2001 BEPPE GRILLO NEL 2001

 

INDAGATO BEPPE GRILLO, PERQUISITI UFFICI DELLA SUA SOCIETÀ

(ANSA) - I finanzieri del Nucleo di polizia economico finanziaria della Gdf di Milano, nell'inchiesta che vede indagato Beppe Grillo e il patron di Moby Vincenzo Onorato con l'ipotesi di reato di traffico di influenze illecite, stanno effettuando perquisizioni negli uffici della Beppe Grillo srl.

 

GRILLO INDAGATO: PM, DA LUI FAVORI POLITICI A ONORATO

(ANSA) - Vincenzo Onorato ha chiesto a Beppe Grillo una serie di interventi a favore di Moby spa che il leader del Movimento 5 stelle" ha veicolato a esponenti politici trasferendo quindi" all'armatore "le relative risposte" lo si legge nel comunicato del Procuratore della Repubblica di Milano facente funzione Riccardo Targetti in merito all'indagine in cui Grillo è indagato in quanto la sua società ha percepito da Moby spa 120 mila euro all'anno nel 2018 e nel 2019.

DAVIDE CASALEGGIO DAVIDE CASALEGGIO

 

GRILLO INDAGATO:GDF PERQUISISCE ANCHE CASALEGGIO ASSOCIATI

(ANSA) - I finanzieri del Nucleo di polizia economico-finanziaria della Gdf di Milano stanno effettuando perquisizioni anche nella sede legale della Casaleggio associati, nell'inchiesta della Procura in cui è indagato per traffico di influenze illecite il fondatore del Movimento 5 stelle Beppe Grillo e Vincenzo Onorato. L'inchiesta riguarda anche un contratto per 600 mila euro annui sottoscritto dalla stessa Casaleggio Associati con Moby spa nel triennio 2018-2020.

 

GRILLO INDAGATO: ATTI INDAGINE, CHAT CON RICHIESTE PER MOBY

BEPPE GRILLO DAVIDE CASALEGGIO BEPPE GRILLO DAVIDE CASALEGGIO

(ANSA) - Ci sono una serie di chat inviate da Vincenzo Onorato a Beppe Grillo e da questo girate a esponenti politici dei Cinque Stelle con richieste per 'aiutare' il gruppo di navigazione italiano gravato da debiti finanziari, nell'indagine della Procura di Milano in cui il fondatore del M5S e l'armatore sono indagati per traffico di influenze illecite in merito a contratti pubblicitari. Da quanto è stato riferito le chat, con anche le riposte alle richieste avanzate da Onorato, sono state trasmesse dai pm dell'inchiesta Open. Ora gli inquirenti milanesi intendono accertare se tali contratti fossero fittizi e se i relativi compensi percepiti dalla società del comico fossero il pagamento per prestazioni effettive o il prezzo per la "mediazione" politica.

davide casaleggio davide casaleggio

 

GRILLO INDAGATO: PM,SOLDI IN CAMBIO DI MEDIAZIONE ILLECITA

 (ANSA) - Nell'indagine della Procura di Milano ci sono elementi "che fanno ritenere illecita la mediazione operata" da Beppe Grillo, in merito alle richieste di interventi avanzate da Vincenzo Onorato e veicolate dal fondatore dei Cinque Stelle a "parlamentari in carica", "in quanto finalizzata ad orientare l'azione pubblica dei pubblici ufficiali in senso favorevole agli interessi del gruppo Moby". Lo si legge nel decreto di perquisizione eseguito dalla Gdf nell'inchiesta milanese che ipotizza il reato di traffico di influenze illecite per pagamenti su contratti pubblicitari.

 

davide casaleggio davide casaleggio

Il pm Cristiana Roveda e l'aggiunto Maurizio Romanelli, come si legge nel capo di imputazione, hanno ritenuto "illecita la mediazione operata" da Grillo sulla base sia "dell'entità degli importi versati o promessi" da Onorato, sia della "genericità delle cause dei contratti", sia "delle relazioni effettivamente esistenti ed utilizzate" dal leader del movimento Cinque Stelle "su espresse richieste" dell'armatore "nell'interesse del gruppo Moby". In pratica, ricostruisce il decreto di perquisizione, Grillo ha percepito 120 mila euro all'anno sia nel 2018 sia nel 2019 "apparentemente come corrispettivo" per diffondere "su canali virtuali", come il sito beppegrillo.it, contenuti redazionali per il Marchio Moby.

 

In cambio, secondo l'ipotesi da accertare, il fondatore di M5S avrebbe fatto avere, via chat, ai parlamentari del movimento da lui fondato le istanze di Onorato orientando l'intervento pubblico "favorevole agli interessi" della compagnia di navigazione allora in crisi finanziaria. Inoltre il comico avrebbe anche trasferito all'armatore "le risposte della parte politica o i contatti diretti con quest'ultima".

 

beppe grillo beppe grillo

Quanto al contratto tra Moby spa e la Casaleggio associati, emerge sempre dalla ricostruzione riportata nel decreto di perquisizione e sequestro, prevedeva il versamento di 600 mila euro nel triennio 2018-2020, per la stesura di un piano strategico e la campagna pubblicitaria 'io navigo Italiano'. Allo stato Davide Casaleggio, legale rappresentante e socio di maggioranza della società, non è indagato.

 

GRILLO INDAGATO: PM, VEICOLÒ RICHIESTE MOBY A PARLAMENTARI

(ANSA) - Tra il 2018 e il 2019, quando la società di Beppe Grillo ha ricevuto da Moby spa 120mila euro annui "apparentemente come corrispettivo di un 'accordo di partnership'", il "garante" dei Cinque Stelle ha "ricevuto da Vincenzo Onorato", fondatore della compagnia di navigazione, "richieste di interventi in favore" di quest'ultima e le ha poi veicolate "a parlamentari in carica appartenenti a quel movimento politico", trasferendo infine all'armatore "le risposte della parte politica o i contatti diretti con quest'ultima". Lo scrivono i pm milanesi nel decreto di perquisizione.

DAVIDE CASALEGGIO DAVIDE CASALEGGIO

 

Tra le persone perquisite oggi (ma non indagate) figurano, come si legge negli atti, un "chief information officer" di Moby, l'allora "responsabile delle relazioni esterne e dei rapporti istituzionali" della compagnia, un "dipendente" all'epoca della Casaleggio Associati srl, una "disegnatrice grafica di pagine web" che lavorava per la Beppe Grillo srl e Achille Onorato, figlio di Vincenzo.

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

L'UNICO SCUDETTO CHE HA VINTO L'INTER È QUELLO DEI DIRITTI TV - I NERAZZURRI HANNO INTASCATO 84,2 MILIONI CONTRO I 77,9 DELLA JUVENTUS E I 77,8 DEI CAMPIONI D’ITALIA DEL MILAN - I MOTIVI? LE PRESENZE MAGGIORI A SAN SIRO E LE MIGLIORI PERFORMANCE NEGLI ULTIMI CINQUE ANNI - DOPO LE TRE STORICHE BIG C’È UNO STACCO DI QUASI 10 MILIONI. A QUOTA 68,5 MILIONI IL NAPOLI, SEGUITO DA ROMA (64,1) E LAZIO (58,9) - STABILE IL RAPPORTO TRA LA PRIMA E L’ULTIMA: 3,2 A 1, CON L’INTER A PERCEPIRE IL TRIPLO DEL VENEZIA. RIMANGONO LONTANI I MODELLI “DEMOCRATICI” DELLA PREMIER (1,6 A 1) E DELLA BUNDESLIGA (2,4 A 1)…

cronache

sport

C’E’ UNA QUESTIONE DI VILE MONETA DIETRO L'ADDIO TRA SHAKIRA E PIQUÉ - PARE CHE IL DIFENSORE ABBIA CHIESTO ALL'EX COMPAGNA UNA GROSSA SOMMA DI DENARO PER APRIRE ALCUNE ATTIVITÀ IMPRENDITORIALI ALLE BAHAMAS E IN COLOMBIA: RICHIESTA ALLA QUALE SHAKIRA, DOPO UN CONSULTO CON I SUOI GENITORI, AVREBBE REPLICATO CON UNA SONORA PERNACCHIA - LA CANTANTE NON E' MAI STATA ACCETTATA DALL’ENTOURAGE PIQUÉ CHE LA CHIAMAVA "LA PATRONA" - I PESSIMI RAPPORTI CON LA MOGLIE DI MESSI ANTONELLA ROCCUZZO...

cafonal

CAFONALINO D'ARGENTO - LA LUNGA NOTTE DEI NASTRI D'ARGENTO CONSEGNATI AL MAXXI DI ROMA: GRANDE RESSA NEL GIARDINO DEL RISTORANTE MEDITERRANEO, PER INGOZZARSI CON L'APERITIVO PRIMA DEL VIA ALLA CONSEGNA DEI PREMI ASSEGNATI DAL SINDACATO NAZIONALE GIORNALISTI CINEMATOGRAFICI ITALIANI - OLTRE ALLA PADRONA DI CASA, GIOVANNA MELANDRI, HANNO SFILATO UNA DRUSILLA FOER IN GRANDE FORMA, PAOLO SORRENTINO, EDOARDO LEO, MIRIAM LEONE, TERESA SAPONANGELO, L'ASSESSORE ALLA CULTURA DI ROMA MIGUEL GOTOR E… - FOTO

viaggi

salute

CHI SONO I RICOVERATI IN TERAPIA INTENSIVA DELLA NUOVA ONDATA DI COVID? HANNO IN MEDIA PIÙ DI 75 ANNI, NOVE VOLTE SU DIECI SONO VACCINATI CON ALMENO DUE DOSI E OTTO SU DIECI SONO RICOVERATI IN INTENSIVA PER “ALTRO” – I PAZIENTI CON POLMONITE SONO MOLTO RARI E LA GRANDE MAGGIORANZA ARRIVA PER ALTRE PATOLOGIE CHE COMPROMETTONO LE FUNZIONI VITALI, COME ICTUS, IPERTENSIONE POLMONARE, INSUFFICIENZA CARDIACA O TRAUMI E INTERVENTI: IN CERTI CASI IL VIRUS FAVORISCE GLI SCOMPENSI E…