COSA CI FACEVANO ROCCO SIFFREDI E MATTEO SALVINI ATTOVAGLIATI IN UN RISTORANTE DI ROMA? LA STRANA COPPIA È STATA AVVISTATA IN UN NOTO RISTORANTE DI VIA SAVONAROLA, A POCHI PASSI DAL VATICANO - IL CAPITONE ERA GIÀ NEL LOCALE QUANDO HANNO FATTO CAPOLINO IL PORNOATTORE, LA MOGLIE E ALCUNI AMICI CHE SI SONO UNITI AL SUO TAVOLO - DI COSA AVRANNO DISCUSSO DURANTE IL CONVIVIALE BANCHETTO? AH, SAPERLO…

-

Condividi questo articolo

Antonio Scali per "www.tpi.it"

 

rocco siffredi rocco siffredi

Cosa hanno in comune Matteo Salvini e Rocco Siffredi? All’apparenza forse nulla, eppure i due, come ci conferma una nostra fonte, sono stati a pranzo insieme un paio di giorni fa a Roma in un noto ristorante di via Savonarola, a pochi passi dal Vaticano, dove il leader leghista è solito rifocillarsi durante i suoi soggiorni nella Capitale.

 

Proprio mentre il Capitano era già nel ristorante, hanno fatto capolino il noto porno attore abruzzese in compagnia della moglie e di alcuni amici. Un curioso incontro che ha portato i due illustri esponenti (uno della politica, l’altro del mondo dell’hard) a sedersi a tavola insieme.

MATTEO SALVINI CON LA MASCHERINA DI TRUMP MATTEO SALVINI CON LA MASCHERINA DI TRUMP

 

Di cosa avranno discusso in questo conviviale banchetto? Abbiamo provato a chiederne conto allo stesso Siffredi, ma il Rocco nazionale ha preferito non commentare, trincerandosi dietro un “non confermo e non smentisco” in stile Moggi. Mistero.

rocco siffredi con la moglie rosza a cannes rocco siffredi con la moglie rosza a cannes MATTEO SALVINI MEJO DI VANESSA INCONTRADA MATTEO SALVINI MEJO DI VANESSA INCONTRADA rocco siffredi con la moglie rosza a cannes rocco siffredi con la moglie rosza a cannes salvini salvini MATTEO SALVINI MATTEO SALVINI rocco siffredi con la moglie rosza a cannes rocco siffredi con la moglie rosza a cannes salvini salvini rocco siffredi 1 rocco siffredi 1

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

COSA ACCADDE QUELLA NOTTE – IL JAZZISTA MARCELLO ROSA SUONAVA AL RUGANTINO QUEL 5 NOVEMBRE DEL 1958, LA NOTTE CHE NACQUE LA DOLCE VITA - “ANITA EKBERG INIZIO' A BALLARE DA SOLA A PIEDI NUDI. MI SI AVVICINÒ UNA BRUNETTA BONAZZA E MI DISSE IN ROMANESCO: “‘SLACCIAME 'A GUEPIERE E ‘A SOTTANA, MO’ JE FACCIO VEDÈ IO A QUELLA’’-  IN PIENO PAROSSISMO, URLAVA: “DATEMI IL TAPPETO DI ALLAH!”, VOLEVA DIRE DATEMI GIACCHE E CAPPOTTI. E PARTI' LO SPOGLIARELLO. ERA LA BALLERINA TURCA AICHÈ NANÀ - TUTTI I MUSICISTI FURONO CONDANNATI A TRE ANNI CON LA CONDIZIONALE. CON I LORO STRUMENTI ECCITAVANO LA TURCA..."

viaggi

CI SCRIVE TRENITALIA E AMMETTE CHE LE ESIGENZE DI MOBILITÀ DEL PERIODO NATALIZIO ''NON POSSONO ESSERE SEMPLICEMENTE RIMODULATE SULLA BASE DELLE ESPERIENZE DEGLI ANNI PASSATI, MA IMPONGONO UNA APPROFONDITA VALUTAZIONE DEL MUTATO CONTESTO''. QUINDI QUEST'ANNO I BIGLIETTI PER I TRENI NATALIZI SARANNO DISPONIBILI ''A PARTIRE DAGLI INIZI DI NOVEMBRE'', CON VARIE SETTIMANE DI RITARDO RISPETTO AL SOLITO. SEMPRE CHE IN QUESTI GIORNI NON SIA IL GOVERNO A SCONVOLGERE I PIANI DI VIAGGIO DEGLI ITALIANI…

salute