INFERNO ALL’INFERNETTO – È CACCIA AL PEDOFILO NELLA ZONA A RIDOSSO DI OSTIA: UN UOMO SULLA CINQUANTINA DA GIORNI SI PRESENTA DAVANTI ALLE SCUOLE ELEMENTARI, SCENDE DA UN FURGONE BIANCO E SI APRE LA LAMPO DAVANTI AI BAMBINI – IL MANIACO NON TRASCUREREBBE NEPPURE GLI ORATORI

-

Condividi questo articolo


 

 

Luca Monaco per www.repubblica.it

 

MANIACO PEDOFILO 2 MANIACO PEDOFILO 2

Controlli stradali e appostamenti mirati, con un occhio anche alle telecamere puntate in strada: all'Infernetto è scattata la caccia al pedofilo. Dalle descrizioni fornite agli agenti del distretto Lido, ma che rimbalzano inevitabilmente anche sui social, si tratterebbe un uomo sulla cinquantina, con un evidente disturbo, che da alcuni giorni si presenta davanti alle scuole elementari del quadrante, scende da un furgone bianco e si apre la lampo dei pantaloni davanti ai bambini. Generando grande riprovazione e preoccupazione collettiva, ovviamente.

 

MANIACO PEDOFILO MANIACO PEDOFILO

Il primo allarme è scattato quattro giorni fa, quando il pedofilo è piombato davanti all'ingresso della scuola Mozart in via di Castel Porziano e ancora il giorno seguente di fronte a un altro istituto della zona a ridosso di Ostia.

 

L'uomo sul furgone bianco non trascurerebbe gli oratori. "Allarme pedofilo - denunciano i residenti dell'Infernetto - il 24 febbraio  alla chiesa di San Corbiniano in via Ermanno Wolf Ferrari  un uomo è sceso da un furgone e si è avvicinato alla recinzione dell'oratorio. Sembra che abbia chiamato delle bambine e quando queste si sono girate pare che abbia aperto i pantaloni per mostrare le sue parti intime".

pedofilo palpeggia bimba 2 pedofilo palpeggia bimba 2

 

Altre testimonianze sono state già raccolte dai poliziotti del Lido diretti da Antonio Mendolia, che adesso moltiplicano gli sforzi per fermare il pedofilo. Dalle segnalazioni i primi sospetti ricadrebbero su un uomo già denunciato da tempo fa per fatti simili.

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute