“A GINO SORBILLO HO CHIESTO UNA PIZZA. LO ANDRO’ A TROVARE A NAPOLI” – SALVINI E L'ABBRACCIO IN AEROPORTO CON IL TITOLARE DELLA PIZZERIA DANNEGGIATA DA UNA BOMBA - “CRIMINALI E MAFIOSI HANNO TROVATO IL MINISTRO SBAGLIATO” – INDAGINI SENZA SOSTA, IL QUESTORE DI NAPOLI: “PORTIAMO AVANTI TUTTE LE PISTE”

-

Condividi questo articolo

1. IL TWEET DI SALVINI

Solidarietà a Gino #Sorbillo, ha tanta energia e coraggio, andrò a trovarlo nella sua pizzeria a Napoli. Se qualcuno pensa di rialzare la testa con le bombe, le Forze dell'Ordine e lo Stato sono pronti a contrastarlo. Criminali e mafiosi hanno trovato ministro sbagliato

sorbillo salvini sorbillo salvini

 

 

2. L'INCONTRO CON SORBILLO

Da www.repubblica.it

Il vicepremier ha incontrato, all'interno dell'aeroporto militare di Capodichino, Gino Sorbillo, il titolare della storica pizzeria partenopea dove l'altra notte è stata fatta esplodere una bomba carta. Salvini poi ha raggiunto Afragola, città dove la criminalità ha esploso otto ordigni contro i negozi del territorio negli ultimi mesi.

 

L'arrivo del vicepremier è stato anticipato da una polemica a distanza con lo scrittore Roberto Saviano, che ha scritto sui social: "Un'altra passerella inutile, magari in divisa". "Saviano? Combatte la camorra a parole, io con i fatti" ha replicato il leader della Lega. Salvini ha commentato ancora le parole di Saviano ad Afragola, durante la conferenza stampa, definendo lo scrittore "un chiacchierone. Non perdo tempo con Saviano - ha detto - non me ne può fregare di meno".

 

 

Si è trattato di un incontro riservato: il ministro e Gino Sorbillo hanno parlato per una decina di minuti in una saletta dell'aeroporto di Capodichino.

 

salvini sorbillo 1 salvini sorbillo 1

"A Sorbillo ho chiesto una pizza – ha detto Salvini in conferenza stampa - Riapre in settimana, conto di andarlo a trovare, ha energia, ha coraggio, svolge un ruolo non solo economico ma anche sociale".

 

Il pizzaiolo ha poi raccontato ai giornalisti: "Salvini mi ha invitato per mostrarmi solidarietà in seguito alla bomba esplosa contro il mio locale e io ho accolto l'invito, gli ho raccontato la mia storia e questi giorni particolari. Sono sicuro che verranno individuati gli autori di questo scandaloso crimine".

 

"Resto fiduciosio nelle indagini - ha aggiunto il pizzaiolo - mantengo l'ottimismo e soprattutto amo Napoli". Nell'incontro con il ministro degli Interni, Sorbillo ha spiegato che "molti problemi si annidano nei vicoletti di Napoli che vanno rivitalizzati e bonificati".

 

gino sorbillo gino sorbillo

Ai giornalisti che gli hanno chiesto se sospetta la mano della camorra dietro l'attacco, Sorbillo ha risposto: "Credo che non siano state persone normali a fare questa cosa ma hanno fatto un gesto troppo eclatante. Non avevo ricevuto minacce, ma chi ha fatto questa cosa all'improvviso non so che ragionamento abbia fatto, perché mettere un ordigno a Sorbillo? Sanno bene che non ho mai pagato e non pago. Hanno voluto colpire me forse per dare un segnale a un simbolo del rinascimento commerciale di Napoli, che dà anche una spinta ad altri, dicendo a tutti ce la possiamo fare".

 

La polizia e i magistrati "stanno lavorando intensamente: le priorità sono le investigazioni" ha detto il questore di Napoli, Antonio De Iesu, parlando delle indagini sull'attentato  dinamitardo  alla pizzeria a margine della visita del ministro Salvini ad Afragola. Si lavora, ha proseguito De Iesu, "per portare avanti in maniera forte e in maniera capillare tutte le piste investigative".

GINO SORBILLO GINO SORBILLO GINO SORBILLO GINO SORBILLO

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

LA LETTERA DI MELANIA RIZZOLI AI MALATI DI TUMORE AL CERVELLO: “NON FATEVI IMPRESSIONARE DALLA MORTE DI NADIA TOFFA, PERCHÉ LEI HA AVUTO UNO DI QUEI TIPI PER I QUALI NON CI SONO CURE CERTE E PER I QUALI LA SCIENZA E LA RICERCA STANNO LAVORANDO MOLTO. I SEGNI E I SINTOMI DELLA PRESENZA DI LESIONI OCCUPANTI SPAZIO NEL CRANIO SONO SIMILI, E RICONOSCERLI ALLO STADIO INIZIALE PUÒ MIGLIORARE LA PROBABILITÀ DI GUARIGIONE E DI SOPRAVVIVENZA, E QUANDO SI PRESENTA UNO DI QUESTI SINTOMI..."