“NON HO RUBATO, VOLEVO RESTITUIRE L’OROLOGIO E I GIOIELLI ALLA LEGITTIMA PROPRIETARIA” - LA MANAGER MONICA PIROVANO, BECCATA IN AEROPORTO A INFILARE LE MANINE NELLA VASCHETTA PORTAOGGETTI DI UN’ALTRA PASSEGGERA, RACCONTA LA SUA VERSIONE: “DARE GLI OGGETTI ALLA SICUREZZA? HO PENSATO DI POTER RAGGIUNGERE LA SIGNORA MA A QUEL PUNTO ANCHE IO ERO IN PARTENZA E HO PENSATO CHE AVREI POTUTO RICONSEGNARE I GIOIELLI ALL'UFFICIO OGGETTI SMARRITI AL MIO RITORNO…” - VIDEO

-

Condividi questo articolo

 

Carlotta Rocci per ''la Repubblica''

 

MONICA PIROVANO MONICA PIROVANO

La vicenda che ha travolto la Lady d' Acciaio, come è stata soprannominata Monica Pirovano, 55 anni, amministratore delegato della storica Cogne Acciai Speciali, è diventata un caso, di certo una delle storie più chiacchierate della Valle d'Aosta. Pirovano è stata accusata di aver rubato un Rolex in oro e diamanti e un braccialetto di Tiffany a una turista che aveva dimenticato i gioielli sul rullo dei controlli di sicurezza dell' aeroporto di Caselle, a Torino. Il clamore di tutta questa storia è dettato dal fatto che il personaggio indagato per furto aggravato è una delle poche donne in Italia ai vertici di un' azienda siderurgica, ex presidente della Confindustria Valdostana.

 

MONICA PIROVANO E IL FURTO DI UN ROLEX MONICA PIROVANO E IL FURTO DI UN ROLEX

La Cogne Acciai Speciali ha già ribadito «la piena e completa fiducia ed è certa che la vicenda potrà essere chiarita nelle sedi competenti». Il timore di alcuni sindacati, come la Cgil è, però, che la vicenda privata possa avere «ripercussioni sull' immagine dell' azienda e sui lavoratori - spiega il segretario regionale Fabrizio Graziola - Speriamo sia un malinteso ma se non lo fosse auspichiamo che l'Ad faccia un passo indietro». Pirovano, assistita dal suo legale Maurizio Bortolotto, ha già precisato di essere pronta a chiarire ogni cosa.

 

Teme che questa accusa possa aver ripercussioni sulla sua attività?

«Più che altro mi sconcerta questo clamore e mi mette in difficoltà. Ma lo ripeto è tutto un enorme equivoco e saprò spiegarlo, anzi ho già chiesto tramite il mio legale di poter spiegare alla procura e alla persona che si è sentita derubata come sono andate le cose».

 

E come sono andate esattamente?

«Prima di tutto non sono una ladra. Non ho mai avuto intenzione di rubare nulla. La mia leggerezza è stata semmai il volerli restituire alla legittima proprietaria».

 

MONICA PIROVANO E IL FURTO DI UN ROLEX MONICA PIROVANO E IL FURTO DI UN ROLEX

Le telecamere dell' Aeroporto la riprendono mentre prende i gioielli e li indossa, sbaglio?

«Ho preso quei gioielli, come ho detto. Non lo nego ma l'orologio che indosso al polso destro nei fotogrammi è il mio e lo si vede benissimo perché è un Cartier non un Rolex, riconoscibile dal bordo in oro del quadrante. Ma perché avrei dovuto rubarlo? Possiedo già un Rolex e se proprio ne volessi un altro lo acquisterei. Non esiste una ragione al mondo per cui avrei dovuto rubare un oggetto non mio».

 

Però avrebbe fatto meglio a darlo alla sicurezza, non crede?

MONICA PIROVANO MONICA PIROVANO

«Con il senno di poi si dicono tante cose. Ho pensato di poter raggiungere la signora ma non l' ho più trovata. A quel punto anche io ero in partenza e ho pensato che avrei potuto riconsegnare i gioielli all' ufficio oggetti smarriti al mio ritorno e spiegare la situazione. Parto dallo stesso scalo tutti i venerdì non mi sarebbero mancate le occasioni per riportare l' orologio e il braccialetto. È stata una leggerezza, ma io stessa ho perso oggetti a cui tenevo negli aeroporti dove viaggio per lavoro e volevo rimediare».

 

Adesso è preoccupata?

«Stanca e frastornata sono aggettivi più adatti. Voglio dare spiegazioni, ma voglio farlo nelle sedi giuste, in procura e di fronte al pm che coordina le indagini. Mi spiace solo che si sia alzato questo polverone quando è tutto un malinteso».

 

Crede di dovere qualche spiegazione anche alla turista che ha denunciato il furto?

MONICA PIROVANO MONICA PIROVANO

«Vorrei contattarla, ci tengo a spiegarle tutto e a chiederle scusa. Ho chiesto al mio avvocato di concordare il modo migliore per potermi chiarire con questa signora a cui davvero non volevo creare nessuna preoccupazione anzi, semmai, assicurarmi che non smarrisse i suoi preziosi».

MONICA PIROVANO E IL FURTO DI UN ROLEX MONICA PIROVANO E IL FURTO DI UN ROLEX

 

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute