“NON TI PAGO!” - SCENA DA COMMEDIA ALL’ITALIANA A MARGHERA DOVE UN 55ENNE AGGANCIA UNA PROSTITUTA IN STRADA, MA DOPO LA PRESTAZIONE SI ACCORGE CHE LA SIGNORINA IN REALTÀ È UN TRANS - A QUEL PUNTO SI E’ MESSO A URLARE E A MINACCIARE - L’ALTRO HA REAGITO PROVANDO A STRAPPARE LA CATENINA D’ORO E A QUEL PUNTO…

-

Condividi questo articolo

Da www.ilmattino.it

 

LA TRANS E IL RAGAZZO LA TRANS E IL RAGAZZO

Ha abbordato per strada quella che credeva una giovane prostituta. Dopo i convenevoli, ha pattuito il prezzo di una prestazione. A quel punto si sono appartati in un anfratto lungo via Murialdo a Marghera. Ma una volta consumato l'atto si è reso conto che la lucciola era un lui ed è successo il finimondo. Il 55enne miranese, in preda a cristi isterica, ha inveito contro il trans urlandogli che non l'avrebbe pagato, anzi dicendo che a stento si stava trattenendo dal menarlo.

 

L'altro, un 26enne di origini bulgare, domiciliato nel rodigino, non capendo una reazione tanto violenta per tutta risposta gli ha strappato la collana d'oro a compensazione del servizio fornito così come richiesto e ha cercato di scappare. Senza però riuscirci perché l'altro lo ha placcato, bloccandone la fuga. Ne è nata una colluttazione piuttosto vivace alla quale hanno messo fine gli agenti di una volante di passaggio che hanno visto i due picchiarsi in strada, intervenendo immediatamente.

BACIO TRANS BACIO TRANS

 

Dividerli non è stato facile, al contrario. Una volta separati, i poliziotti hanno ricostruito i fatti non senza fatica. Lo straniero, che nel frattempo si era calmato, è stato portato in questura, dove come da prassi è stato identificato e fotosegnalato. Per lui la vicenda si è conclusa, senza incassare nulla, e anzi con un provvedimento di divieto di ritorno entro i confini del comune di Venezia. Il suo cliente invece ha fatto rientro a casa un po' malconcio e con la catenina spezzata.

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

“QUALCOSA HA IMPEDITO LA RIEDIZIONE DEL GOVERNO M5S-LEGA CON DI MAIO PREMIER” - NEL LIBRO “LADRI DI DEMOCRAZIA”, PAOLO BECCHI E GIUSEPPE PALMA SVELANO I RETROSCENA DELLA CRISI BALNEARE: “DOMENICA 25 AGOSTO SALVINI CHIAMA MATTARELLA PER  PROPORRE DI MAIO PRESIDENTE DEL CONSIGLIO. SE IL PRESIDENTE ABBIA INFORMATO DI MAIO NON LO SAPPIAMO. COSÌ COME NON SAPPIAMO SE ABBIA CHIAMATO ZINGARETTI O QUALCUNO VICINO AL SEGRETARIO DEM. FATTO STA CHE IL GIORNO DOPO IL PD APRE D'IMPROVVISO AL M5S SUL NOME DI CONTE COME PRESIDENTE DEL CONSIGLIO…”

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute